Ateneo
Dipartimenti
Didattica
Orientamento
Studenti
Laureati
Personale
International
Partner e Aziende
Nuovissimo Abbecedario

Offerta formativa d'Ateneo - Università di Urbino “Carlo Bo”

Storia e filosofia del buddismo / Storia e filosofia della religione indiana AMI

M-STO/06 - PRIMA PARTE: I buddismi e il buddismo: viaggio di una prassi religiosa nel tempo

A.A. CFU Periodo Durata Sede
2009/2010 10 Dal 25 febbraio, giov. e ven. dalle 10 alle 13 80 ore Il giovedì aula C4, il venerdì aula C6

Assegnato ai seguenti corsi

Docente
mauricio.marassi@uniurb.it
Orario ricevimento: Subito dopo le lezioni. Con appuntamento: un'ora prima delle lezioni.

MAGI GIANLUCA
Orario ricevimento:

Obiettivi formativi
Approfondimenti dei significati e delle dinamiche di religione anche in ambiente non teista. Acquisizione della visione della religione intesa come didattica. Consapevolezza di una cultura altra, ovvero fondata su presupposti esterni al pensiero teoretico. Acquisizione delle chiavi di lettura della modalità del “sapere come” dell’Oriente, parallelo al “sapere cosa” dell’Occidente. Palesamento del substrato delle culture religiose dell'Estremo Oriente.

Programma
PRIMA PARTE (Storia e filosofia del buddismo): 1., La nascita del buddismo antico. 2., L’elaborazione del buddismo universale o buddismo mahāyāna. 3., Le scuole buddiste indiane: madhyamika, yogācāra, vajrayāna. 4., L’ingresso del buddismo in Tibet: esempio particolare di inculturazione. 5., Lo sviluppo del buddismo vajrayana in Tibet. 6., Le origini della cultura cinese, le diramazioni principali a partire da Confucio e Laozi.  7., Un sistema religioso/filosofico/politico in grado di durare più di duemila anni. 8., Il buddismo cinese: dal tentativo di assimilazione all'inculturazione. 9., La rifondazione del buddismo come entità originale. 10., Il Giappone come entità culturale autonoma attraverso la rivendicazione dell’originalità dello Shintō. 11., La penetrazione del buddismo in Giappone: buddismo confuciano, sincretismo shintoista. 12., Il buddismo giapponese. Buddismo e nazionalismo: una grande tragedia.

Eventuali propedeuticità
Può avere valore propedeutico la frequentazione, anche occasionale, di comunità, centri, istituti di pratica studio e diffusione del buddismo e dell'induismo in Italia/Europa/mondo

Attività a supporto della didattica
A richiesta degli studenti possibilità di organizzare un soggiorno in una comunità buddista italiana. Trattandosi di iniziativa extra-universitaria le modalità sono da concordare fuori dalle attività previste per il corso
 

Modalità didattiche, obblighi, testi e modalità di accertamento.
Modalità didattiche
 
Lezione frontale
Obblighi
Partecipazione ad almeno i ¾ delle ore di lezione, studio del materiale didattico di riferimento
Testi di studio
Prima parte (Storia e filosofia del buddismo):
M.Y. Marassi, Il Buddismo Mahāyāna attraverso i luoghi, i tempi, le culture. L’India e cenni sul Tibet, Ed. Marietti, Genova-Milano 2006: da pg. 53 a pg 282 . (Obbligatorio).

- M.Y.Marassi, Il Buddismo Mahāyāna attraverso i luoghi, i tempi, le culture. La Cina, Ed. Marietti, Genova-Milano 2009: dal capitolo primo al cap. IV compreso (pgg. 39-146) . Inoltre: tutto il cap. VI, tutto il cap. VIII, del cap. X pgg. 284-299, del cap. XII solo il primo paragrafo (pgg. 337-341), dell'Appendice solo l'ultimo paragrafo (pgg. 392-396). Tot. pgg.169. (Obbligatorio).

- R.H.Robinson W.L.Johnson, La religione buddista, Ed. Ubaldini, Roma 1998: cap.X (pgg.291-325). (Obbligatorio). In alternativa è possibile effettuare questa parte di studio (relativa ai punti 10-11-12 della seconda parte del programma) su dispense fornite dal docente, da richiedere esplicitamente.
- T. Merton, Lo zen e gli uccelli rapaci, Ed. Garzanti, Milano 1999: da pag.7 a pag.66. (Consigliato).
- B.S. Bhante, Shintoismo, RCS, Milano 1997. (Consigliato).
Modalità di accertamento
 
Verifica orale secondo il calendario d’esame.

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti
Obblighi
Studio del materiale didattico di riferimento.
Testi di studio
Prima parte (Storia e filosofia del buddismo):
M.Y. Marassi, Il Buddismo Mahāyāna attraverso i luoghi, i tempi, le culture. L’India e cenni sul Tibet, Ed. Marietti, Genova-Milano 2006: da pg. 53 a pg 282 . (Obbligatorio).

- M.Y.Marassi, Il Buddismo Mahāyāna attraverso i luoghi, i tempi, le culture. La Cina, Ed. Marietti, Genova-Milano 2009: dal capitolo primo al cap. IV compreso (pgg. 39-146) . Inoltre: tutto il cap. VI, tutto il cap. VIII, del cap. X pgg. 284-299, del cap. XII solo il primo paragrafo (pgg. 337-341), dell'Appendice solo l'ultimo paragrafo (pgg. 392-396). Tot. pgg.169. (Obbligatorio).

- R.H.Robinson W.L.Johnson, La religione buddista, Ed. Ubaldini, Roma 1998: cap.X (pgg.291-325). (Obbligatorio). In alternativa è possibile effettuare questa parte di studio (relativa ai punti 10-11-12 della prima parte del programma) su dispense fornite dal docente, da richiedere esplicitamente.
- T. Merton, Lo zen e gli uccelli rapaci, Ed. Garzanti, Milano 1999: pgg.7-66. (Obbligatorio).
- Eihei Doghen, Il cammino religioso, Ed. Marietti, Genova 1990.(Consigliato).
- B.S. Bhante, Shintoismo, RCS, Milano 1997. (Consigliato).

Note
Prima parte (Storia e filosofia del buddismo):
Visto l'argomento, la vastità del periodo storico e la dimensione semiplanetaria del fenomeno, non occorre ricordare date e nomi con precisione. È più importante capire e saper esprimere come e perché, inquadrare ogni volta il periodo e la sua temperie.Per l'approfondimento di singoli temi o dell'intero percorso si consiglia di consultare la bibliografia ragionata -ogni testo è presentato da una breve scheda o commento- reperibile qui


<< torna indietro

Università di Urbino Carlo Bo
Versione AccessibileGuida al sitoWebmaster d'Ateneo
2014 © Tutti i diritti sono riservati