Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Classe Sede
2007/2008

Obiettivi formativi

La crescita professionale si configura, oggi più che mai, come un processo continuo nell'ambito del quale ogni insegnante può raggiungere livelli di competenza più elevati attraverso la frequenza a cicli medio lunghi di formazione. I corsi di perfezionamento ubbidiscono a tale esigenza facendosi espressione di una scelta personale, ormai condivisa da molti docenti, di individuare nell'Università la sede idonea per ampliare e approfondire le tematiche specifiche inerenti al loro ruolo. Tuttavia, la crescita del bisogno di formazione professionale non dipende soltanto da un'estensione qualitativa degli insegnanti che ne fanno richiesta, ma anche e, forse, soprattutto dalla consapevolezza che la trasformazione delle variabili che intervengono nei processi di insegnamento/apprendimento e nelle strategie didattiche, è talmente profonda e rapida da rendere indispensabile una preparazione continua per far fronte efficacemente alle mutate situazioni.

I destinatari saranno gli insegnanti laureati della scuola d'infanzia, primaria, secondaria di primo e di secondo grado, laureati in scienze dell'educazione, scienze della formazione primaria, pedagogia, e ogni altro titolo che dia accesso alle classi di insegnamento di ogni ordine e grado.

Gli obiettivi del Corso di Perfezionamento in “Strategie di valutazione per la didatttica” danno origine a tre distinti moduli: La documentazione, Metacognizione e autovalutazione; Le funzioni e le forme della valutazione. 

La documentazione
Il modulo si propone di prendere in esame la documentazione utile a valutare l’apprendimento dei ragazzi nel corso di un progetto didattico senza tralasciare la rilevanza della documentazione nella realizzazione del progetto stesso. La progettazione è un’attività complessa, si muove su diversi livelli tra cui: flessibilità, specificità del problema, destinatari, continue messe a punto del percorso, ecc. La sua realizzazione non è lineare e prefissata, ogni fase apre a diverse opzioni. Ogni scelta effettuata prelude a sviluppi e conclusioni differenti. La documentazione (del percorso, della realizzazione, delle attività svolte, di momenti specifici) è un momento privilegiato della valutazione.

Metacognizione e autovalutazione
Il successo dell'apprendimento richiede da parte dello studente l'uso consapevole di strategie di autovalutazione e ciò a sua volta impone all'insegnante un atteggiamento didattico diverso da quello tradizionale. L'aspetto essenziale di questi diversità sta nel fatto che secondo un modello tradizionale la valutazione del processo e degli esiti di apprendimento è centrata sull'insegnante, mentre la didattica metacognitiva prevede l’attivazione da parte dell’allievo di strategie di autoregolazione. Secondo questa interpretazione didattica l'insegnante è chiamato a favorire negli allievi comportamenti adeguati di autopercezione e automonitoraggio, in altre parole, a promuovere e sviluppare un atteggiamento metacognitivo.

Le funzioni e le forme della valutazione
La valutazione assume il significato di accertamento sistematico finalizzato alla messa a punto, alla modulazione e al controllo delle procedure didattiche. La validità delle procedure messe in atto può essere misurata sulla base della loro efficacia nel condurre i diversi allievi al conseguimento di livelli omogenei di apprendimento attraverso itinerari differenziati e flessibili. In questo senso, il modulo intende indagare i momenti (iniziale, in itinere, finale), le funzioni (diagnostica, formativa, sommativa), le forme di feed back e i criteri di valutazione adottati nella proposta didattica.

La prova di verifica consisterà nella produzione di un elaborato relativo a ciascuno dei moduli previsti.
La prova finale consisterà in un colloquio relativo agli argomenti del corso e agli elaborati prodotti.

Il corso si svolgerà da gennaio 2008 ad aprile 2008 con cadenza settimanale


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top