Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Sede
2007/2008

Obiettivi formativi

Il corso vuole offrire un’opportunità di formazione specialistica sulle tematiche dell’immigrazione, come risposta alla crescente complessità di un fenomeno in costante evoluzione dal punto di vista sia normativo e amministrativo che socio-culturale.

Le attività formative del Corso intendono promuovere le seguenti conoscenze/competenze:

-analizzare i caratteri salienti del fenomeno immigratorio nel suo complesso, tracciando il quadro dei diversi status e qualità giuridiche dei soggetti coinvolti con un approccio culturale e socio-amministrativo;

-aggiornare le figure professionali con le conoscenze teorico-pratiche, specie sotto il profilo giuridico-amministrativo, migliorandone le capacità di azione all’interno degli enti pubblici e privati che trattano le problematiche connesse ai fenomeni migratori;

-fornire adeguata conoscenza delle più rilevanti procedure amministrative relative alla popolazione straniera residente;

-fornire strategie di advocacy per la tutela in giudizio dei diritti degli immigrati attraverso lo studio dei modelli giurisprudenziali.

Il Corso ha l’obiettivo di formare e aggiornare :
-amministratori e operatori degli Enti locali;
-operatori sociali, culturali, sanitari negli sportelli per immigrati (psicologi, sociologi, assistenti sociali, mediatori linguistici e culturali, operatori del comparto sanitario, dirigenti e responsabili di servizi sociali, di ASL, di programmazione sociale e socio-sanitaria degli Enti locali, operatori del terzo settore) che intendano allargare le proprie conoscenze in fatto di immigrazione, in modo da poterle utilizzare nel proprio ambito di lavoro;
-formatori (insegnanti, pedagogisti, educatori, animatori, esperti in progettazione) che vogliano acquisire conoscenze utili ad affrontare il pluralismo culturale e a favorire il successo scolastico e lo sviluppo umano dei figli degli immigrati;
-neo-laureati che intendano approfondire le tematiche dell’immigrazione per inserirsi nelle amministrazioni pubbliche, nelle ASL, nelle aziende, nelle cooperative sociali, nell’associazionismo, come esperti della materia;
-operatori del diritto e del sistema giudiziario (avvocati, magistrati, operatori della sicurezza e delle carceri, delle strutture di accoglienza, dei centri per rifugiati e richiedenti asilo) che intendano affrontare le problematiche che pone l’immigrazione in un’ottica non esclusivamente giuridica;
-membri delle associazioni degli immigrati e dei molteplici gruppi di ricerca-azione che operano in questo campo, interessati ad acquisire questo tipo di formazione;
-coloro che già lavorano a contatto con gli immigrati e che intendono accrescere le proprie competenze o strutturare in modo più solido le proprie esperienze e conoscenze.

Il corso ha una durata di 32 ore di lezioni frontali che si terranno nei mesi di maggio e giugno 2008, per una durata di 3 venerdì (8 ore ciascuno) e 2 sabati (4 ore ciascuno).  

Il corso si articola nei moduli seguenti:
- Le politiche dell’immigrazione.La normativa sull’immigrazione nel quadro delle riforme del welfare.
4 ore - docente: Adriana Bramante - Responsabile Servizi Sociali, Comune di Urbino.
- Diritto alla salute e interventi socio-sanitari.
4 ore - docente: Pierfranco Olivani - Medico, esperto NAGA.
- Le strategie di mediazione culturale
4 ore - docente: Maria Grazia Soldati - Mediatrice culturale, “Gruppo Cronos” di Brescia.
- Profili di tutela legale. Programmazione dei flussi, disciplina dell’ingresso e del soggiorno in Italia per motivi di lavoro, disciplina del rapporto di lavoro.
4 ore - docente: Paolo Cognini - Avvocato dell'ASGI - Associazione di Studi Giuridici sull'Immigrazione.
- Rinnovo, conversione del permesso di soggiorno e acquisizione dello status di lungoresidente. Provvedimenti in autotutela e diritti di soggiorno. Istanze e procedure di regolarizzazione collettive ed individuali delle posizioni di pregressa irregolarità.
4 ore - docente: Ornella Lupo - Dirigente Ufficio Stranieri presso la Questura di Ravenna.
- I cittadini comunitari ed i loro familiari, con particolare riguardo alle nuove competenze comunali “anagrafiche” e di stato civile.
4 ore - docente: Romano Minardi - Responsabile dei servizi demografici ANUSCA.
- L’allontanamento dello straniero, forme del trattenimento ed esecuzione del decreto di espulsione. Il trattamento penale connesso alla violazione delle norme sull’immigrazione. Lo status di rifugiato e l’asilo costituzionale. La tutela contro le discriminazioni.
4 ore - docente: Anna Paola Specchio, Avvocato - Unione Forense per i Diritti Umani.
- Allontanamento ed “espulsione” del cittadino comunitario. La protezione umanitaria e la protezione sociale. Riconoscimento dello status di apolidia. Tutela delle relazioni familiari e della filiazione, ricongiungimenti e coesioni familiari. Diritti e giurisdizione in materia di minori stranieri. Minori non accompagnati.La disciplina e gli effetti dell’acquisto della cittadinanza da parte dello straniero.
4 ore - docente: Paolo Morozzo della Rocca - Ordinario di Diritto Civile, incaricato di Diritto dell’Immigrazione presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Urbino.

- La frequenza certificata di almeno del 75% delle ore totali del corso offre il diritto di richiedere un attestato di frequenza e l’acquisizione di 4 CFU.

- Sono disponibili dei finanziamenti totali e/o parziali. In particolare, si offrono 2 Borse di Studio a copertura integrale della tassa di iscrizione, e 2 Borse di Studio a copertura parziale (del valore di € 200,00 ciascuna).

-Direttore del Corso:Paolo Morozzo della Rocca, ordinario di diritto amministrativo -Università di Urbino
Comitato scientifico:
1. Luigi Mari, ordinario di diritto internazione -Università di Urbino
2. Giuseppe Giliberti, ordinario di storia del diritto romano -Università di Urbino
3. Roberto Brunelli, ricercatore di diritto penale -Università di Urbino


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top