Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Classe Sede
2009/2010 L-11 LINGUE E CULTURE MODERNE

Obiettivi formativi

Il corso fornirà agli studenti una solida padronanza linguistica in almeno due lingue straniere, una buona conoscenza dei fondamenti storici, culturali, artistici, socio-economici ed istituzionali dei paesi che utilizzano queste lingue, e una piena consapevolezza delle differenze culturali, dei problemi dell'integrazione e della comunicazione interculturale.
I previsti curricula garantiranno una approfondita preparazione nell'ambito linguistico culturale occidentale, orientale o aziendale.

Il corso di laurea si prefigge di formare competenze per svolgere attività professionali nell'ambito della consulenza e gestione in imprese, enti, istituzioni pubbliche e private, organizzazioni economiche e sindacali nonché in organizzazioni internazionali per la cooperazione e lo scambio culturale; l'organizzazione e consulenza linguistica in istituzioni che si occupano di pubblicità e ricerche di mercato; l'educazione linguistica e mediazione culturale in istituzioni educative e servizi sociali; la programmazione e gestione di attività culturali; la gestione della comunicazione internazionale in azienda

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Il laureato:
- comprende e utilizza in modo corretto due lingue straniere occidentali (o una occidentale e una orientale) sia in ambito orale che scritto, sapendo organizzare informazioni anche complesse in modo coerente e corretto;
- conosce i fondamenti storico-culturali e socio-antropologici dei paesi che utilizzano queste lingue;
- ha consapevolezza delle differenze culturali, dei problemi della integrazione e della comunicazione interculturale;
- ha una preparazione di base relativa a contenuti economico-aziendali che, coniugati alle competenze linguistiche, gli permettono di inserirsi con efficacia nei diversi tipi di organizzazioni e di aziende che sviluppino rapporti con l'estero.
Queste conoscenze verranno raggiunte mediante l'insegnamento frontale di due lingue straniere, integrato dalle ore di esercitazione, strutturate secondo i livelli di competenza acquisiti, svolte da lettori e collaboratori ed esperti linguistici, e dalle ore di laboratorio linguistico guidato e autonomo. Ulteriori opportunità di conoscenza e comprensione delle lingue straniere e dei loro contesti culturali sono offerte dai numerosi scambi Erasmus-Socrates, e da convenzioni per soggiorni di studio in Russia, in Cina, in Medio Oriente, negli Stati Uniti e in Australia. Per quanto riguarda la cultura in generale dei paesi delle lingue studiate e i problemi della comunicazione interculturale, i curricula prevedono insegnamenti di letteratura, filologia, storia della cultura, storia, storia delle religioni e dell'arte. I contenuti di base economico-aziendali sono veicolati da insegnamenti specifici. Il futuro inserimento negli ambiti lavorativi previsti come sbocchi professionali è facilitato dai tirocini formativi organizzati dal corso. La verifica delle conoscenze acquisite avviene tramite esami sia orali che scritti. Il Consiglio di corso si riserva la possibilità di accettare certificati di competenza linguistica rilasciati da organizzazioni riconosciute in sostituzione parziale o totale di prove di esame. La prova finale valuta un elaborato dello studente. Per le diverse attività di avviamento alle realtà lavorative è richiesta l'attestazione di presenza e di assiduità.


Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Il laureato:
- ha le competenze linguistiche e metalinguistiche di base per la descrizione e analisi dei processi comunicativi;
- sa eseguire interventi nei campi dell'intermediazione culturale o dei rapporti economici con l'estero;
- ha le competenze necessarie per svolgere attività di supporto all'istruzione nel ruolo di facilitatore ed esperto linguistico in strutture pubbliche e private.
Questi obbiettivi verranno raggiunti soprattutto attraverso gli insegnamenti di didattica delle lingue moderne, linguistica generale, filosofia e teoria dei linguaggi, geografia, storia contemporanea e letterature comparate, comunicazione interculturale e comunicazione d'impresa presenti nei curricola. La verifica delle capacità acquisite avverrà nelle modalità indicate nel punto precedente.

Autonomia di giudizio (making judgements)
Il laureato:
- possiede capacità critiche che lo mettono in grado di analizzare e valutare testi di argomento linguistico, letterario e culturale, e sa esprimere opinioni autonome su temi socio-culturali riguardanti i paesi delle lingue studiate;
- ha la capacità di valutare l'efficacia di interventi nei campi dell'intermediazione culturale e dei rapporti economici con l'estero.
Questi obbiettivi verranno raggiunti soprattutto attraverso gli insegnamenti di storia, di storia della cultura dei paesi di lingua straniera, delle letterature italiana e straniere, e degli insegnamenti dei settori economico-gestionali. La verifica delle capacità acquisite avverrà nelle modalità indicate nei punti precedenti.

Abilità comunicative (communication skills)
Il laureato:
- sa comunicare con proprietà sia nella propria lingua che in due lingue straniere;
- ha un atteggiamento aperto a realtà diverse, poiché è stato educato alla osservazione e all'analisi di varie situazioni comunicative;
- conosce non solo le lingue studiate, ma anche i linguaggi settoriali e possiede i saperi necessari alla comunicazione in diversi contesti (europei ed extraeuropei) legati all'ambito di specializzazione;
- è in grado di lavorare in équipe.
Per il raggiungimento di queste abilità, oltre a quanto indicato nei punti precedenti, particolare importanza avranno le esercitazioni guidate dai lettori e c.e.l., i laboratori linguistici, i soggiorni di studio all'estero, gli insegnamenti settoriali di ogni curriculum. Per la capacità di lavorare in équipe particolare valore hanno le attività seminariali e i tirocini. La verifica delle capacità acquisite avverrà nelle modalità indicate nei punti precedenti.

Capacità di apprendimento (learning skills)
Il laureato:
- acquisisce la capacità di valutare il proprio livello e i propri deficit di conoscenza;
- acquisisce gli strumenti metodologici e le competenze bibliografico-critiche necessarie per sviluppare ulteriormente il proprio ambito di conoscenze;
- raggiunge la preparazione di base necessaria a continuare gli studi nella L. M.
Oltre agli insegnamenti previsti nei vari curricula, un particolare valore formativo avranno per l'ottenimento di queste capacità tutte le attività seminariali all'interno della didattica e del laboratorio, durante le quali verrà richiesto agli studenti di verificare autonomamente le proprie conoscenze e di produrre relazioni orali e tesine scritte. La verifica delle capacità acquisite avverrà nelle modalità indicate nei punti precedenti.

II corso di laurea offre 3 percorsi formativi ognuno dei quali ha specifiche finalità:
• Il curriculum Linguistico culturale occidentale (sede di Urbino) si basa sulla stretta correlazione tra padronanza linguistica, conoscenze culturali, studi filologico-letterari. Le scelte guidate consentiranno agli studenti di seguire le loro inclinazioni orientandole o verso una approfondita conoscenza del patrimonio letterario storico ed artistico dei paesi in cui si parlano le due lingue straniere studiate, oppure verso l'acquisizione degli strumenti teorico-metodologici che permettono di lavorare in eventi culturali di ordine sempre più sovranazionale quali mostre e spettacoli dal vivo, o infine verso il consolidamento della loro formazione linguistica in ambito glottodidattico.
• Il curriculum Linguistico culturale orientale (sede di Pesaro) scaturisce da contatti e collaborazioni sempre più requenti tra la regione Marche, il mondo medio-orientale e quello cinese. Le lingue cinese ed araba e le relative culture, società, istituzioni sono l'oggetto prioritario di un curriculum che intende offrire agli studenti una buona conoscenza di una lingua orientale e della lingua inglese, e le competenze necessarie alla comunicazione in contesti socio-culturali molto diversi da quello europeo, con l'approfondimento di contenuti economico aziendali. Stage presso aziende e istituzioni e contatti già in essere con centri ed enti culturali, con imprese cinesi e arabe, permetteranno agli studenti di studiare e lavorare in Italia o in quei paesi.
• Il curriculum Linguistico aziendale (sede di Urbino) fornirà agli studenti buone conoscenze orali e scritte di due lingue straniere moderne europee, delle rispettive culture, dei relativi linguaggi settoriali e delle opportune competenze comunicative, economiche ed aziendali al fine di operare in maniera efficace in contesti internazionali; una conoscenza approfondita della cultura e della società dei paesi delle due lingue studiate; una solida conoscenza dei principali strumenti di gestione aziendale e di comunicazione d'impresa. Queste conoscenze consentiranno ai laureati di inserirsi facilmente nelle imprese per stabilire, gestire e approfondire i contatti internazionali. Potranno in questo modo collaborare al successo dell'impresa in un mercato sempre più globale. Al raggiungimento di tali obiettivi contribuiscono in maniera incisiva sia gli stage obbligatori previsti presso aziende italiane ed estere sia gli incontri con esperti nel mondo del lavoro.

Lingue e culture straniere (L-11)

Lingue per Scuole, Spettacoli e Libri (classe LM-37); Comunicazione Interculturale d'Impresa (classe LM-38)

-Chi vuole vivere e lavorare consapevolmente nell'era globale deve conoscere le lingue.
-La classifica del Censis del 2009 colloca la nostra Facoltà al primo posto nella graduatoria delle Facoltà di Lingue e Letterature di tutto il territorio nazionale.
-Nell'ultimo resoconto del CIVR (Comitato nazionale di Valutazione della ricerca) l'Ateneo di Urbino è stato collocato al primo posto tra le università di medie dimensioni per il settore Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche, a cui fanno capo la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere e la Facoltà di Lettere e Filosofia. Il giudizio di merito è stato: eccellente 71%, buono 29%.
-La nostra Facoltà è all'avanguardia per innovazione e attenzione al mondo del lavoro.
-Le Lingue nella nostra Facoltà vengono insegnate per livelli. Gli studenti quindi inizieranno il loro percorso linguistico a partire dal livello già raggiunto individualmente.
-Per gli studenti del I anno, a fine settembre e inizio ottobre, verranno organizzati corsi intensivi di Lingua francese, russa, tedesca.


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top