Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Facoltà di Sociologia

A.A. Classe Sede
2010/2011 Interclasse LM-5 - Classe delle lauree magistrali in archivistica e biblioteconomia / LM-19 - Classe delle lauree magistrali in informazione e sistemi editoriali

Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale in editoria, informazione e sistemi documentari (editis) prepara specialisti nel campo dell’editoria, del trattamento, della gestione e della conservazione dell’informazione e dei documenti, degli archivi e delle biblioteche tradizionali e digitali, dell’industria culturale, dell’informazione e dei media, nel contesto dell’attuale situazione caratterizzata dal primato delle tecnologie digitali. le competenze acquisite riguardano:
- l’editoria e l’industria culturale, in particolare nel contesto delle nuove tecnologie digitali, della multimedialità e della crossmedialità, per la valorizzazione dei beni culturali e del territorio, nel settore pubblico e privato;
- l’architettura dell’informazione, la progettazione e promozione di prodotti editoriali; - la scrittura per l’informazione nei nuovi media; - la produzione e il management dei sistemi di informazione;
- la progettazione e lo sviluppo, anche in ambiente digitale, di strumenti per la formazione e la gestione degli archivi correnti e di deposito, e per la conservazione, descrizione e valorizzazione del patrimonio archivistico storico tradizionale e digitale;
- l’organizzazione e la direzione di istituti archivistici di conservazione e di servizi per la gestione documentaria, inclusa la formazione e gestione di repository digitali certificati;
- la progettazione, gestione e valutazione di biblioteche e servizi documentari e informativi in ambito sia pubblico sia privato, segnatamente in ambiente multimediale e digitale.

Editoria, Informazione e Sistemi Documentari (LM-5 / LM-19)

I laureati in Editoria, informazione e sistemi documentari (EditIS) saranno in grado di svolgere ruoli di: - produzione e management nel campo dell’editoria, dei media, dell’informazione;
- architettura dell’informazione, progettazione, coordinamento della produzione e della promozione di prodotti editoriali digitali e convergenti;
- gestione e comunicazione nei settori delle imprese e dei servizi;
- progettazione, gestione e valutazione di archivi, biblioteche, centri di documentazione e informazione, imprese editoriali;
- progettazione di sistemi di gestione e conservazione della conoscenza in ambito aziendale sia pubblico sia privato;
- valorizzazione delle risorse culturali e informative presenti in un territorio, in una istituzione o in un’impresa, in particolare attraverso l’uso delle reti, l’allestimento di siti Web e portali, la produzione e gestione di contenuti e collezioni digitali, l’erogazione di servizi interattivi, la formazione e gestione di repository digitali di natura archivistica o bibliotecaria.

Il corso offre una preparazione idonea alle attività previste dalla categoria ISTAT 2.5.4 quali quelle di: amministratore e curatore di sistemi documentari (record manager), archivista, bibliotecario, copywriter, media buyer, media planner, redattore pubblicitario nei media, redattore di testi tecnici, redattore editoriale, tecnico per i sistemi di e-government, coordinatore editoriale di prodotti digitali, architetto dell’informazione.

Sono previsti 2 percorsi:
• uno per la classe LM-5
• uno per la classe LM-19

 Piano dell'offerta formativa

La prova finale consiste nella presentazione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di uno o più relatori, in forma tradizionale o multimediale, e dà diritto al riconoscimento di 18 cfu.

Fra i servizi offerti da EditIS ci sono le convenzioni con strutture e aziende qualificate per tirocini, stages e collaborazioni a vario titolo.

I project works di EditIS sono attività laboratoriali coordinate da professionisti nei vari settori dell’editoria, del giornalismo, degli archivi e delle biblioteche, nelle reali sedi delle attività lavorative (case editrici, redazioni RAI, commissionarie librarie, archivi, biblioteche, centri di documentazione scientifica o tecnico/aziendale, amministrazioni pubbliche, ecc.).

I prodotti finali dei PW possono essere pubblicati in rete e/o in forma tradizionale, e anche proposti in forma di progetti ad enti pubblici e privati.


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top