Offerta formativa d'Ateneo - Università di Urbino “Carlo Bo”

FILOSOFIA DELLA MENTE

M-FIL/01 Filosofia della mente/Philosophy of mind
Curriculum: Curriculum: Filosofia contemporanea e fondamenti della scienza

A.A.
CFU Durata (ore) Periodo
Sede
2014/2015 12 72 ore complessive, annuale prof. Alai 1° semestre, prof. Fano 2° semestre Palazzo Albani, via Timoteo Viti 10

Assegnato ai Corsi di Studio

Docente
Mario Alai
mario.alai@uniurb.it
Orario Ricevimento Studenti: prima o dopo le lezioni, su appuntamento

vincenzo.fano@uniurb.it
Orario Ricevimento Studenti: prima o dopo le lezioni, su appuntamento

Obiettivi Formativi

Prof. Alai: IL VALORE DELLA VERITA'
Nietzsche e i postmoderni hanno negato che la verità, intesa come rapporto tra il nostro pensiero e una realtà indipendente da esso, abbia un ruolo in ciò che chiamiamo "conoscenza". Più in generale, da Kant in poi varie forme di idealismo, costruttivismo, internalismo e relativismo hanno sostenuto che il ruolo della mente umana nell'attività conoscitiva non sia quello della ricerca e della scoperta, ma quello della costruzione e della creazione.
A queste concezioni si oppongono ai nostri giorni diverse difese del realismo metafisico e gnoseologico, ma si tratta di valutare se queste ultime abbiano motivazioni sufficientemente robuste, o si limitino a riecheggiare intuizioni di senso comune filosoficamente ingenue, come alcuni hanno pure sostenuto.
Ci si chiederà dunque su quali argomenti possano fondarsi una concezione corrispondentistica della verità ed un realismo sofisticato e consapevole delle difficoltà opposte dagli antirealisti.
Il corso consentirà in tal modo di rendersi conto di come venga dibattuto attualmente uno dei problemi filosofici più classici e fondamentali. Si considereranno tanto le tematiche nella loro dimensione teorica quanto le specifiche tesi di alcuni autori. Oltre alle conoscenze, verranno messe alla prova e raffinate le attitudini all'indagine filosofica come pensiero astratto analitico e rigoroso.
Prof. Fano: IL PROBLEMA MENTE-CORPO
Come fa il corpo, materiale, a influenzare con le sensazioni la mente, che è spirituale? E come fa la mente, che è spirituale, a dirigere il corpo, che è materiale? Ma è poi vero che esistono sia un'entità materiale, che una spirituale? O per caso non la mente non si riduce alla materia? O magari il corpo allo spirito? E' uno dei più antichi e difficili problemi della filosofia. Cartesio è famoso per aver clamorosamente fallito nel tentativo di risolverlo, ma anche i contemporanei non se la passano molto meglio ... Il corso intende esplorare le posiszioni più aggiornate in materia.

Programma

Prof. Alai: IL VALORE DELLA VERITA'
La concezione realista della verità e della conoscenza nei classici e oggi. Lo scetticismo  e l'idealismo moderni. Il rifiuto della verità: l'emergere del relativismo e del soggettivismo postmoderno da Nietzsche a Sellars, Goodman, Rorty e Vattimo. Recuperi recenti del realismo (Hacking, Boghossian, Marconi, Ferraris). L'antimetafisica di Parrini. La possibilità del realismo: percezione e concettualizzazione costituiscono un velo insuperabile? Le descrizioni equivalenti giustificano il relativismo? La ragionevolezza del realismo: aspetti dell'esperienza e della conoscenza inspiegabili dagli antirealisti.
Prof. Fano: IL PROBLEMA MENTE-CORPO
1. Teorie dell'identità; 2. Monismo neutrale;
3. Sopravvenienza; 4. Dualismo ed emergenza; 5. Causalità mentale

Eventuali Propedeuticità


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento
Modalità Didattiche
Lezione frontale e discussione in classe, con parallela lettura dei testi a casa
Testi di Studio

Prof. Alai:
1) D. Marconi, Per la Verità. Relativismo e filosofia, Einaudi 2007.
2) P. Parrini, Il valore della verità, Guerini, 2011, parti discusse a lezione.
3) P. Parrini "Realismi a prescindere. A proposito di realtà ed esperienza" Iride XXV n. 67, 2012, pp. 495-520.
4) M. Alai, "Realismo, idealismo e scetticismo", Hermeneutica 2014.
5) M. Alai, Modi di conoscere il mondo, Angeli, 1994, capp. II, III.
6) M. Ferraris, Manifesto del nuovo realismo, Laterza. 2012.
7) Paul Boghossian, Paura di conoscere. Contro il relativismo e il costruttivismo Carocci, 2007.
8) I. Hacking, The social construction of what? Harvard University Press 1999.
9) P. Parrini, Conoscenza e Realtà, Laterza 1995.
10) N. Goodman, Ways of Worldmaking, Hackett, 1978  (tr. it. Vedere e costruire il mondo, Laterza 1988).

NB: Tra questi solo i testi esplicitamente discussi o richiamati a lezione costituiranno argomento d'esame obbligatorio.
Chi avesse difficoltà a procurarsi testi fuori commercio si rivolga al docente.
Prof. Fano:
Il materiale bibliografico per i frequentanti verrà indicato a lezione
Modalità di Accertamento
Prof. Alai: Esame orale con possibilità di prova scritta preliminare
Prof. Fano: esame orale
 


Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti
Modalità Didattiche
Studio autonomo, con possibilità di ottenere chiarimenti durante le ore di ricevimento del docente.
Testi di Studio

Prof. Alai:
1) D. Marconi, Per la Verità. Relativismo e filosofia, Einaudi 2007.
2) M. Ferraris, Manifesto del nuovo realismo, Laterza 2012.
Uno a scelta tra i seguenti:
3) P. Parrini "Realismi a prescindere. A proposito di realtà ed esperienza" Iride XXV n. 67, 2012, pp. 495-520.
4) M. Alai, “Realismo, idealismo e scetticismo”, Hermeneutica 2014.
5) M. Alai, Inoltre un testo Modi di conoscere il mondo, Angeli, 1994, capp. II, III.
6) P. Parrini, Il valore della verità, Guerini, 2011, Introduzione, capp. I e IV.
7) Paul Boghossian, Paura di conoscere. Contro il relativismo e il costruttivismo Carocci, 2007.
8) N. Goodman, Ways of Worldmaking, Hackett, 1978  (tr. it. Vedere e costruire il mondo, Laterza 1988).
Chi avesse difficoltà a procurarsi testi fuori commercio si rivolga al docente
Prof. Fano:
1) E. Carli, Cervelli che parlano, Bruno Mondadori
2) D. Chalmers, La mente cosciente, Mcgraw-Hill.

 


Note

Il corso è suddiviso in due parti, condotte rispettivamente dai professori Mario Alai (primo semestre) e Vincenzo Fano (secondo semestre). L'esame potrà essere sostenuto separatamente per i due moduli oppure in seduta unica.
Corso "misto": per offrire agli studenti interessati un'opportunità di CLIL (apprendimento integrato di contenuti e lingua) i docenti proporranno (col consenso degli studenti) parte dei contenuti in lingua inglese.
Prof. Alai: a lezione verrà letto e commentato in lingua inglese un capitolo di N. Goodman, Ways of Worldmaking, nei modi più adeguati alle abilità linguistiche degli studenti. A chapter of N. Goodman, Ways of Worldmaking, will be read and commented in English  during classes.
Prof. Fano: le lezioni saranno seguite da una ricapitolazione in inglese. Fano's lectures will be followed by a summary in English.


« torna indietro Ultimo aggiornamento: 28/07/14

 


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top