Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


FILOLOGIA ROMANZA I
ROMANCE PHILOLOGY I

Storia comparata delle lingue romanze ieri e oggi
Comparative History of Romance languages in the past and in the present

A.A. CFU
2016/2017 8
Docente Email Ricevimento studenti
Antonella Negri si veda il sito web del Dipartimento DISCUI - Scuola di Lingue
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Francese Spagnolo
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Lingue e culture straniere (L-11)
Curriculum: LINGUISTICO CULTURALE OCCIDENTALE
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

L’obiettivo del corso è far conoscere agli studenti come l’Europa sia sempre stata caratterizzata dalla presenza di un plurilinguismo che va ben oltre le più note lingue romanze: francese, spagnolo, portoghese, italiano e rumeno. Alle lingue nazionali si affiancano infatti, le lingue ufficiali e quelle delle minoranze linguistiche riconosciute nel corso del tempo nelle diverse regioni europee.

La dimensione diacronica, aggiunta a quella sincronica di uno studio comparatistico delle parole nei diversi idiomi romanzi, consentirà di fornire agli studenti un utile quadro di riferimento per comprendere quali stratificazioni linguistiche e quali assetti storico-culturali hanno avuto risonanza e incidenza nel costruire le lingue romanze di ieri e di oggi.

Programma

Premessa: obiettivi disciplinari e formativi della filologia e della linguistica romanza all’interno della Scuola di Lingue; i descrittori di Dublino e lo “Spazio Europeo” della conoscenza.

Dall’indoeuropeo alle lingue antiche; dal latino classico al latino parlato.

Le dinamiche dell’imparentamento e della differenziazione  dal latino alle lingue romanze. Le aree linguistiche della penisola iberica, della Francia, dell’Italia (lingue nazionali, lingue ufficiali, dialetti).

Le lingue romanze nella Romania orientale ed occidentale; convergenze e divergenze morfologico-sintattiche, fonetiche e lessicali in particolare tra italiano, francese e spagnolo.

L’intercomprensione linguistica nel mondo romanzo. I principali modelli operativi.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Conoscenza e capacità di comprensione:  lo studente dovrà dimostrare di conoscere in chiave storico-comparativa  l’evoluzione che dal latino conduce al plurilinguismo dell’area romanza e a comprendere che tutte le lingue, indipendentemente dal fatto che siano lingue nazionali, lingue ufficiali o dialetti, hanno pari dignità, differenziate solo dalle  necessità della comunicazione nella società.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente dovrà dimostrare che ha acquisito la consapevolezza che le convergenze e le divergenze fra spagnolo, francese, italiano e rumeno rimandano comunque ad un’unica lingua madre, il latino. Attraverso tale processo sarà agevole allo studente anche spingersi a voler conoscere le caratteristiche di fondo fonetiche, morfologiche, sintattiche e semantiche delle lingue romanze a lui  non note.

Autonomia di giudizio: lo studente, alla fine del percorso di studio, potrà essere in grado di valutare con chiarezza, al di là dei propri pregiudizi e della propria storia culturale, la produttività del plurilinguismo esistente in Italia ed in Europa, e la necessaria salvaguardia di tale ricchezza linguistica che non mortifica né minaccia le lingue nazionali.

Abilità comunicative: lo studente dimostrerà di aver acquisito una certa scioltezza in ambito lemmatico, passando su un piano di competenza passiva, da una alle altre lingue romanze.

Capacità di apprendimento: lo studente avrà la capacità di cogliere la complessa dinamica di similarità e di diversità delle lingue romanze fra loro e rispetto al latino, sia in una prospettiva diacronica che in una sincronica. In tal modo sarà agevolato ad acquisire conoscenze anche di lingue romanze a lui non note. Questo obiettivo è particolarmente auspicabile per la formazione di uno studente di Lingue.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

ATTIVITA' DI SUPPORTO ALLA DIDATTICA FRONTALE

Nella penultima settimana del corso il dottor Diego Edisson Cortés Velásquez, studioso di “intercomprensione linguistica”, sperimenterà nel concreto esercizio dell’attività didattica, come uno studente di Lingue possa accostarsi ad una lingua romanza a lui non nota, a partire dall’osservazione delle convergenze e delle divergenze delle lingue fra loro e dal rapporto delle stesse con il latino, acquisendone in breve tempo una competenza passiva.

Nella stessa sede verrà affrontata anche la problematica dell’interazione fra le lingue romanze e le lingue germaniche con la compresenza della docente di filologia germanica prof. Alessandra Molinari.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali e accertamenti periodici in itinere con questionari inviati agli studenti tramite la piattaforma Moodle.

Tabelle in power point consegnate agli studenti al termine di ogni unità didattica.

Obblighi

Le lezioni sono organizzate  senza uno specifico  manuale di riferimento, proprio per abituare lo studente a forgiare la propria preparazione su materiali di studio vari e articolati (monografie aggiornate e specialistiche, saggi in miscellanee, articoli da riviste). Per questo motivo, si consiglia di frequentare con una certa sistematicità, oppure di optare per il programma da non frequentanti. 

Testi di studio

Gli studenti frequentanti potranno usufruire dei materiali che verranno consegnati a lezione, settimanalmente, tramite la piattaforma Moodle e delle indicazioni bibliografiche via via indicate dal docente.   Per integrare la preparazione relativa ai temi dell’intercomprensione linguistica, si rimanda a S. Bach, J.Brunet, C.A. Manselli, Quadrivio romanzo. Dall’italiano al francese, allo spagnolo, al portoghese, Firenze, Accademia della Crusca, 2008, capp.1,3,14,15.   

Per tutti si consiglia la lettura di T. De Mauro, In Europa son già 103. Troppe lingue per una democrazia? Bari, Laterza, 2014.

Modalità di
accertamento

     Per studenti frequentanti: l’esame consisterà in una prova scritta con test a domande aperte; la valutazione sommativa che ne uscirà, tramite l’assegnazione ad ogni risposta di un punteggio singolo, consentirà al docente, oltre ad avere un quadro definitivo dell’avvenuta formazione dello studente, di segnalargli, nel corso della correzione, in quali aree si siano riscontrate criticità e in quali invece la preparazione si sia presentata ottimale.

    

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Testi di studio

Gli studenti non frequentanti porteranno: P. Gresti, Introduzione alla linguistica romanza, Bologna, Patron, 2016 e S. Asperti, Origini romanze, Roma, Viella, 2006, capp. 1,2,3,4,5,6.

   Chi si dovesse presentare alla prova scritta con un programma riferito agli anni precedenti, è pregato di comunicarlo con una mail al docente, in modo che tale prova possa essere calibrata sui testi assegnati.

Modalità di
accertamento

Per studenti non frequentanti: l’esame consisterà in una prova scritta con test a domande aperte che concerneranno unicamente gli argomenti trattati nei testi indicati nel programma.                                       

Note

    A chi desidera frequentare solo occasionalmente si consiglia di preparare l’esame sui materiali predisposti per i non frequentanti, senza tener conto di quanto inserito sulla piattaforma Moodle.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 31/08/16


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top