Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


PSICOLOGIA DEL LAVORO
PSYCHOLOGY OF WORK


A.A. CFU
2016/2017 6
Docente Mail Ricevimento studenti
Pier Giovanni Bresciani

Assegnato al Corso di Studio

Visualizza tutte le lezioni di questo insegnamento

L'orario delle prossime lezioni di questo insegnamento non è disponibile

Visualizza tutti gli appelli di questo insegnamento

Il calendario dei prossimi esami di questo insegnamento non è disponibile

Programma

I contenuti trattati faranno riferimento ad alcuni dei temi propri dell’approccio psicologico al lavoro, scelti per il loro carattere di particolare ‘pertinenza’ con il contesto occupazionale di riferimento del Corso di laurea e con la prospettiva professionale degli studenti; in particolare:

- analisi e valutazione del lavoro da un punto di vista psicologico: motivazioni, metodologie, implicazioni

- socializzazione organizzativa, dall’inserimento all’ouplacement: implicazioni per le persone e per le imprese

- motivazione al lavoro, contratto psicologico e comportamento organizzativo: approcci teorici e implicazioni operative

- apprendimento, formazione e sviluppo nelle organizzazioni: principi, metodologie e pratiche di intervento

- assessment, bilancio, validazione e certificazione delle competenze: definizioni, metodologie e pratiche di intervento

- funzionamento e gestione dei gruppi di lavoro

- benessere, stress lavorativo e rischi psicosociali: approcci teorici e metodologie di intervento

- cultura, clima e sviluppo organizzativo

Eventuali Propedeuticità

Nessuna

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Al termine del corso gli studenti dovranno dimostrare di avere conseguito i seguenti risultati di apprendimento:

 A) Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding): Al termine del corso gli studenti dovranno dimostrare di avere conseguito le seguenti conoscenze e capacità di comprensione:

- comprendere il significato del lavoro dal punto di vista psicologico

- conoscere approcci, modelli e metodologie di analisi del lavoro e del comportamento organizzativo

- conoscere i principali temi di interesse della psicologia del lavoro, e le relative implicazioni applicative per le persone e per le organizzazioni (competenze e comportamento organizzativo; motivazione e contratto psicologico; benessere lavorativo e stress lavoro-correlato; leadership e lavoro di gruppo; comunicazione; cultura e clima organizzativo)

- conoscere

- comprendere in quale modo la psicologia del lavoro può costituire uno strumento utile nell'ambito dei processi di consulenza per il lavoro

B) Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding)Al termine del corso gli studenti dovranno dimostrare di essere capaci di ideare e sostenere argomentazioni in riferimento a:

- gli ambiti per i quali la psicologia del lavoro può risultare utile in termini di intervento (organizzazione del lavoro; selezione, gestione e organizzazione delle risorse umane; formazione e sviluppo professionale; orientamento e servizi per il lavoro)

- in quale modo la psicologia del lavoro può costituire uno strumento utile nell'ambito dei processi di consulenza per il lavoro

C) Autonomia di giudizio (making judgements): Al termine del corso gli studenti dovranno dimostrare di essere capaci di integrare le conoscenze raccogliendo e interpretando i dati rilevanti, in relazione a:

- il significato del lavoro di diversi tipi di popolazione

- la funzione, il ruolo e le competenze del consulente del lavoro come professionista

D) Abilità comunicative (communication skills):Lo studente dovrà dimostrare di saper comunicare in modo chiaro le proprie conclusioni, assumendo correttamente le informazioni necessarie, formulando idee, e fornendo soluzioni ai problemi:

- sia nel lavoro di gruppo in classe, e nei reporting in plenaria (per i frequentanti)

- sia nel project work di gruppo da presentare all'esame (per i frequentanti)

- sia nella situazione di colloquio individuale d'esame (per tutti)

E) Capacità di apprendere (learning skills): Lo studente dovrà dimostrare di avere sviluppato quelle capacità di apprendimento che gli consentiranno di continuare a studiare con alto grado di autonomia, in particolare:

- capacità di individuazione e recupero di fonti informative appropriate in merito agli aspetti psicologici del lavoro (compresa la documentazione integrativa fornita in progress dal docente)

- capacità di organizzazione delle informazioni e delle conoscenze integrative acquisite

- capacità di analisi e lettura delle opportunità di consolidamento e sviluppo formativo sui temi del corso

  • comprendere il significato del lavoro dal punto di vista psicologico

  • conoscere approcci, modelli e metodologie di analisi del lavoro e del comportamento organizzativo

  • conoscere i principali temi di interesse della psicologia del lavoro, e le relative implicazioni applicative per le persone e per le organizzazioni (competenze e comportamento organizzativo; motivazione e contratto psicologico; benessere lavorativo e stress lavoro-correlato; leadership e lavoro di gruppo; comunicazione; cultura e clima organizzativo)

  • conoscere gli ambiti per i quali la psicologia del lavoro può risultare utile in termini di intervento (organizzazione del lavoro; selezione, gestione e organizzazione delle risorse umane; formazione e sviluppo professionale; orientamento e servizi per il lavoro)

  • comprendere in quale modo la psicologia del lavoro può costituire uno strumento utile nell’ambito dei processi di consulenza per il lavoro

Materiale Didattico e Attività di Supporto

Seminari



Il materiale didattico predisposto dal docente (come ad esempio diapositive, dispense, esercitazioni) e le comunicazioni specifiche del docente sono reperibili, assieme ad altre attività di supporto, all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Il corso adotta una didattica attiva ed è strutturato in 7 moduli di 4 ore e 2 moduli di 8 ore.

Ciascun modulo potrà prevedere, a discrezione del docente e in relazione al tema specifico del modulo, modalità didattiche quali: lezione, analisi di caso, testimonianza di esperti esterni, simulazione, role-play, esercitazione pratica individuali o di gruppo.

Obblighi

Agli studenti frequentanti è richiesta partecipazione attiva e costante alle lezioni del corso. La partecipazione alle lezioni consente ai frequentanti di presentare al colloquio d’esame due volumi (che sono invece tre per i non frequentanti: cfr. oltre), e di sostenere parte del colloquio sui temi trattati nel corso.

Testi di studio

G.Sarchielli, F.Fraccaroli 

Introduzione alla psicologia del lavoro

Il Mulino (ul. ed.)

P.Warr

Il gusto di lavorare. Soddisfazione, felicità, lavoro

Il Mulino (ul.ed.)

Modalità di
accertamento

Prova orale. 

L'esame finale per gli studenti frequentanti consiste in un colloquio sui temi trattati in aula e contenuti nei testi indicati in bibliografia. Il colloquio individuale costituisce una modalità pertinente rispetto alla verifica dei risultati di apprendimento in precedenza indicati.

Il colloquio potrà essere integrato da una prova pratica (project work realizzato per gruppi, con presentazione di un rapporto in PPT che andrà comunque illustrato per la propria parte da ciascuno dei membri del gruppo) inerente l'analisi delle funzioni, del ruolo e delle competenze del consulente del lavoro, per come emergeranno da alcune testimonianze di professionisti in aula, e dalla lettura di materiali di documentazione.

Per la formulazione della valutazione saranno tenute in particolare considerazione:

- ampiezza e organizzazione delle conoscenze
- grado di comprensione, indicato dalla qualità e pertinenza delle argomentazioni
- capacità di ‘applicare' le conoscenze acquisite, e cioè di utilizzare i contenuti trattati per trarne indicazioni sia per il proprio comportamento che per l'intervento professionale (in forma di collaborazione o di consulenza) per le persone o per le organizzazioni
- capacità di mettere in relazione i contenuti trattati con altri ambiti disciplinari affrontati nel corso di laurea
- capacità argomentazione
- capacità di comunicazione efficace
- capacità di sintesi

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Gli studenti non frequentanti dovranno studiare i tre testi indicati, al fine di sostenere la sessione di esame finale

Obblighi

Gli studenti non frequentanti dovranno presentare al colloquio finale i tre i testi indicati per la sessione di esame finale.

Testi di studio

G.Sarchielli, F.Fraccaroli

Introduzione alla psicologia del lavoro

Il Mulino (ul.ed.)

P.Warr

Il gusto di lavorare. Soddisfazione, felicità, lavoro

Il Mulino (ul.ed.)

E.Schein

La consulenza di processo

Raffaello Cortina (ul.ed.)

Modalità di
accertamento

Prova orale.

L'esame finale per gli studenti non frequentanti consiste in un colloquio sui temi trattati nel corso e contenuti nei testi indicati in bibliografia. Il colloquio individuale costituisce una modalità pertinente rispetto alla verifica dei risultati di apprendimento in precedenza indicati.

Per la formulazione della valutazione saranno tenute in particolare considerazione:

- ampiezza e organizzazione delle conoscenze
- grado di comprensione, indicato dalla qualità e pertinenza delle argomentazioni
- capacità di ‘applicare' le conoscenze acquisite, e cioè di utilizzare i contenuti trattati per trarne indicazioni sia per il proprio comportamento che per l'intervento professionale (in forma di collaborazione o di consulenza) per le persone o per le organizzazioni
- capacità di mettere in relazione i contenuti trattati con altri ambiti disciplinari affrontati nel corso di laurea
- capacità argomentazione
- capacità di comunicazione efficace
- capacità di sintesi

Note

Nel Dipartimento è attivo l’Osservatorio Olympus per il monitoraggio permanente della legislazione e della giurisprudenza in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro.

Svolge varie attività tra cui, in particolare:

- la gestione di un sito web con banche dati legislative, giurisprudenziali e contrattuali in materia di sicurezza sul lavoro,

- approfondimenti e articoli, rassegne specialistiche e "focus" tematici;

- la gestione di una rivista scientifica online - "I Working Papers di Olympus", a breve destinata a mutare in "Diritto della sicurezza sul lavoro" (DSL) - in materia di diritto della sicurezza nei luoghi di lavoro, dotata di codice ISSN, che si avvale di un ampio comitato scientifico internazionale e di procedure di referaggio per la individuazione dei saggi da pubblicare;

- l'organizzazione di eventi convegnistici e seminariali anche di carattere internazionale.

Tale Osservatorio, il cui sito web è liberamente accessibile a tutti in una logica di servizio pubblico, consente agli studenti del CdS di reperire materiali e documentazione utili al proprio percorso di studio ed alla redazione delle tesi di laurea. Offre, altresì, tramite i menzionati incontri convegnistici e seminariali, la possibilità di confrontarsi con i maggiori esperti della materia e di analizzare approfonditamente le questioni più delicate attinenti ad essa.

http://olympus.uniurb.it/

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 05/10/16


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top