Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


BIOCHIMICA PER I BENI CULTURALI
BIOCHEMISTRY FOR CULTURAL HERITAGE

A.A. CFU
2017/2018 6
Docente Email Ricevimento studenti
Laura Chiarantini Su appuntamento
Didattica in lingue straniere
Insegnamento parzialmente in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta parzialmente in lingua italiana e parzialmente in lingua straniera. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Conservazione e Restauro dei beni culturali (LMR/02)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso di Biochimica per i Beni Culturali ha lo scopo di fornire le conoscenze di base per la comprensione della struttura, proprietà chimico-fisiche e funzione biologica delle biomolecole e dei meccanismi metabolici che stanno alla base del funzionamento cellulare.
Il corso fornirà le conoscenze integrate per comprendere le basi molecolari dei principali materiali e/o componenti utilizzati nell'ambito dei beni culturali e del restauro. Una particolare attenzione sarà data al biodeterioramento.

Programma

1. Introduzione alla Biochimica: Organismi Viventi, Acqua, Legami chimici, Carbonio, Gruppi funzionali, Macromolecole
2. Carboidrati: Monosaccaridi, Disaccaridi, Oligosaccaridi e polisaccaridi, Gomme Vegetali
3. Lipidi: Acidi grassi, Gliceridi, Non gliceridi, Steroidi, Glicolipidi, Struttura e funzione della membrana plasmatica. Cere animali e vegetali, Tensioattivi,
4. Proteine: Aminoacidi, Proteine, Struttura primaria, secondaria, terziaria e quaternaria delle proteine. Caratteristiche chimico fisiche, denaturazione.
5. Enzimi: Classificazione, Cinetica enzimatica, Meccanismi d'azione, Regolazione, Utilizzo nel restauro
6. Acidi nucleici: Nucleotidi, DNA e RNA, duplicazione e trascrizione DNA, Codice genetico, Sintesi proteica, Biologia molecolare.
7. Metabolismo e Bioenergetica: termodinamica dei sistemi biologici, ATP
8. Cellula: Procariotica e Eucariotica
9. Materiali di Origine vegetale: Legno, Carta, Tessuti, Colle
10. Materiali di Origine animale: Seta, Lana, Colle
11. Biocenosi.
12. Biodeterioramento dei materiali sopra indicati e eventuali rimedi
13. Come utilizzare le banche dati per ricerca bibliografica
14. Bibliografia

Eventuali Propedeuticità

Chimica Organica

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

D1 - Conoscenza e capacità di comprensione.Lo/la studente/ssa dovrà conoscere la struttura chimica generale delle principali macromolecole biochimiche (carboidrati, proteine, lipidi, acidi nucleici). Dovrà conoscere il loro ruolo biologico a livello cellulare, le loro caratteristiche chimico fisiche e il loro ruolo nei materiali di interesse (legno, carta, tessuti etc). Dovrà inoltre conoscere il loro ruolo nel restauro dei beni culturali. Il livello di queste conoscenze viene valutato con domande orali.

D2 - Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Lo/la studente/ssa dovrà essere in grado di capire il ruolo delle principali macromolecole biochimiche in relazione alla loro struttura chimica. Queste competenze verranno valutate durante il colloquio orale.

D3 - Autonomia di giudizio. Lo/la studente/ssa dovrà essere in grado applicare le competenze acquisite che derivano direttamente dalle due precedentemente descritte a esperienze di restauro nell’ambito dei beni culturali. Queste competenze verranno valutate durante il colloquio orale

D4 - Abilità comunicative. Lo/la studente/ssa dovrà essere in grado di descrivere i concetti appresi durante il corso esprimendosi chiaramente, con termini appropriati, con esempi opportuni e con schemi e formule chiari ben disegnati. Durante il colloquio orale lo/la studente/ssa dovrà rappresentare alcuni concetti graficamente (diagrammi, formule chimiche, relazioni matematiche) attraverso i quali il docente valuterà la sua capacità di sintesi.

D5 - Capacità di apprendimento. Lo/la studente/ssa dovrà essere in grado di costruire il suo percorso di crescita scientifica in maniera critica ed autonoma, essendo in grado di utilizzare correttamente il materiale di studio e di approfondimento fornito dal docente o che lui/lei stesso/a potrà procurarsi. Queste abilità verranno stimolate dalla docente proponendo approfondimenti da discutere poi a lezione. In particolare la docente proporrà l’elaborazione di articoli di letteratura scientifica su tematiche pertinenti il corso. Tale abilità verrà valutata attraverso il colloquio orale.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Il materiale didattico e le comunicazioni specifiche della docente sono reperibili, assieme ad altre attività di supporto, all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Il corso prevede lezioni frontali e approfondimenti per la creazione di bibliografie aggiornate

Obblighi

La frequenza alle lezioni è obbligatoria.

Sono richieste conoscenze di chimica generale e chimica organica.

Testi di studio

Introduzione alla biochimica di Lehninger
David L. Nelson, Michael M. Cox IV edizione Zanichelli Editore

Testi di approfondimento:
La Biologia Vegetale per i beni culturali Volume 1
Caneva, Nugari, Salvadori Nardini Editore
La Biologia nel restauro
Caneva, Nugari, Salvadori Nardini Editore

Modalità di
accertamento

L'accertamento dell'apprendimento prevede un colloquio orale sul programma di insegnamento. L’esame orale inizia con una domanda a scelta dello/a studente/ssa che dovrà mostrare padronanza delle conoscenze di base relative alla struttura e funzione delle principali macromolecole con particolare riferimento ai beni culturali.

Lo/a studente/ssa dovrà mostrare la comprensione dei concetti e delle teorie previste dal corso; dovrà essere in grado di comprendere il ruolo delle macromolecole biologiche all'interno dei manufatti di interessere artistico; dovrà essere in grado di riconoscere eventuali casi di bioderiororamento correlati al materiale analizzato.

La prova orale viene giudicata con voto in trentesimi tenendo conto dei 5 indicatori di Dublino (D1, D2, D3, D4, D5).

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 20/09/17


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top