Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


FORME E GENERI DEL CINEMA E DELL'AUDIOVISIVO
FILM AND AUDIOVISUAL GENRES

Cinema come arte e cinema come industria
Cinema as art; cinema as an industry

A.A. CFU
2020/2021 10
Docente Email Ricevimento studenti
Dominic Francis Graham Holdaway Ricevimento studenti: mercoledì 16.00-17.00 e giovedì 16.00-17.00, previo appuntamento
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Informazione, Media, Pubblicità (L-20)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso offre un’introduzione allo studio del cinema e dell’audiovisivo. Partendo dal presupposto che il cinema è una forma artistica ma anche il prodotto di un’industria mediale, le lezioni propongono di inquadrare il medium all’interno di entrambi questi ambiti. L'obiettivo è fornire alle studentesse e agli studenti strumenti per analisi di testi filmici, utili ad orientarsi nel mondo del cinema.

La prima parte del corso mira ad offrire una base di conoscenza storica ed estetica, identificando e approfondendo una serie di momenti importanti nello sviluppo del linguaggio cinematografico, dalla sua nascita alla maturazione come forma di arte. Il focus di questa parte è dunque sugli stili specifici e la loro collocazione culturale e storico-geografica. La seconda parte, invece, si concentra su alcune delle maggiori industrie del cinema, del passato e di oggi. L-obiettivo è quello di esaminare la loro struttura, i vari approcci alla produzione, alla distribuzione e all’esportazione, e il ruolo delle star e dei generi. In questa parte, inoltre, attraverso alcuni esempi di analisi testuale, le studentesse e gli studenti avranno modo di comprendere criticamente il ruolo rivestito dai film in un preciso contesto produttivo.

Programma

Il corso sarà diviso in due macro-tematiche: 

  • Il film come forma estetica;
  • Il cinema come industria.
  • In entrambe le sezioni saranno considerati stili e contesti di produzioni in geografie mondiali e in momenti storici differenti. Nelle due parti del corso, si affronteranno le seguenti questioni:

    1. Il film come forma estetica

    •  L’invenzione della narrazione cinematografica e il rifiuto delle avanguardie europee
    • Le definizioni estetiche del neo/realismo attorno alle Guerre mondiali
    • Il regista come artista e auteur: il caso di Akira Kurosawa
    • Generazioni di cineasti e le ribellioni artistiche delle nuove ondate
    • Il concetto scivoloso del filmmaker “indipendente”

    2. Il cinema come industria.

    • I cambiamenti e il controllo di Hollywood 
    • L’epoca d’oro del B-Movie in Europa
    • Commistione di generi a Bollywood e il suo impatto mondiale
    • La rivoluzione delle videocassette a Nollywood e nel mondo
    • Lo streaming digitale, ridefinendo le regole

    Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

    1. Conoscenza e capacità di comprensione: gli studenti otterranno una conoscenza storica e teorica di base per la comprensione critica del ruolo del cinema come forma d’arte e come industria mediale.

    1.1. Gli studenti conseguiranno questa comprensione tramite la partecipazione alle lezioni e alle discussioni delle tematiche del corso, oltre che attraverso l’analisi dei film, guidata dal docente.

    2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate: le conoscenze acquisite durante il corso verranno applicate all’analisi del cinema, permettendo l’identificazione e il riconoscimento delle maggiori tendenze estetiche nella storia di cinema, gli effetti delle scelte formali dei registi, e l’economica industriale di produzione e distribuzione.

    2.1. Gli studenti acquisiranno questa competenza nelle lezioni in aula, nell’analisi guidata dei film, attraverso discussioni collettive e in piccoli gruppi. 

    3. Autonomia di giudizio: gli studenti impareranno a esprimere valutazioni informate e autonome sulla politica della cultura audiovisiva e sui processi storico-sociali che hanno influenzato la produzione e distribuzione di alcuni dei film più importanti del cinema mondiale.

    3.1. Gli studenti acquisiranno capacità di giudizio critico attraverso la partecipazione alle discussioni in aula, il confronto con il docente e con i colleghi, oltre che dal percorso teorico di studio proposto nelle lezioni e nello studio personale.

    4. Abilità comunicative: gli studenti impareranno una capacità di espressione nella lingua italiana e/o inglese sulle tematiche del corso, nonché il linguaggio specialistico applicato agli studi di cinema.
    4.1. Si potranno sviluppare queste abilità attraverso le discussioni in aula e gli scambi con i compagni di studio e con il docente, oltre che attraverso la realizzazione di brevi presentazioni in classe sulle questioni sollevate durante le lezioni. 

    5. Capacità di apprendere: gli studenti impareranno a interagire con la storia del cinema e l’analisi del testo cinematografico, connettendo questi elementi in una riflessione autonoma sulla negoziazione tra spunte artistiche-culturali e economiche-industriali.

    5.1. Tali capacità verranno potenziate attraverso l’uso di diversi dispositivi mediali, permettendo agli studenti, alla fine del corso, di saper navigare con autonomia all’interno di più di un sistema mediale. Oltre a questo, un ruolo fondamentale sarà rivestito dal confronto con i compagni di corso e il docente, dalle esercitazioni in aula e lo studio individuale.

    Materiale Didattico

    Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

    Attività di Supporto

    Insieme alle lezioni frontali, si terranno ogni settimana delle proiezioni di film.

    I materiali utilizzati dal docente a lezione e altre attività rilevanti saranno messi a disposizione degli studenti sulla piattaforma digitale di blended learning dell’Ateneo.


    Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

    Modalità didattiche

    Lezioni frontali sulla storia, teoria e concetti di studi degli audiovisivi, proiezioni, seminari e discussioni di gruppo delle tematiche del corso e dei film.

    Obblighi

    Partecipazione ad almeno 3/4 delle lezioni 

    Testi di studio
  • David Bordwell e Kristin Thompson, Storia del cinema: un'introduzione (edizione italiana a cura di Elena Mosconi e David Bruni), Milano: McGraw-Hill Education, 2018 (limitatamente ai capitoli 3-8; 10-12; 14.1, 14.4 e 14.10; 15.1-15.3; 16; 18.1-2 e 18.5; 19-20 e 23).
  • Versione inglese: Film History: an Introduction, 4th edition, New York: McGraw-Hill Education, 2018. N.b. se usate la versione inglese, scrivete al più presto al docente per controllare quali capitoli vanno studiati. 

    E una sola delle seguenti opzioni:

  • Mariapia Comand e Roy Menarini, Il cinema europeo, Bari: Laterza, 2006/2014 (limitatamente al capitolo 7)
  • Elena Aime, Storia del cinema indiano, Torino: Lindau, 2005 (limitatamente ai capitoli 3 e 8).
  • Alessandro Jedlowski, Nollywood. L’industria video nigeriana e le sue diramazioni transnazionali, Napoli: Liguori, 2015 (limitatamente ai capitoli 1 e 4).
  • Ramon Lobato, Netflix Nations: Geografia della distribuzione digitale, Roma: Minimum Fax, 2020 (limitatamente ai capitoli 4 e 5). Versione inglese: Netflix Nations, New York: New York University Press, 2019).
  • La visione dei seguenti film è obbligatoria (N.b. l’elenco sarà confermato all’inizio del corso):

    • La passione di Giovanna D'Arco / La passion de Jeanne d'Arc (C. T. Dreyer, 1928)
    • Umberto D. (Vittorio De Sica, 1952)
    • Rashōmon / 羅生門 (Akira Kurosawa, 1950)
    • Cléo dalle 5 alle 7 Cléo de 5 à 7 (Agnès Varda, 1962)
    • Fa’ la cosa giusta / Do the Right Thing (Spike Lee, 1989)
    • Ombre rosse / Stagecoach (John Ford, 1939)
    • Per un pugno di dollari (Sergio Leone, 1964)
    • Dangal (Nitesh Tiwari, 2016)
    • The Wedding Party (Kemi Adetiba, 2016)
    • The Ballad of Buster Scruggs (Joel e Ethan Coen, 2018)

    Si consiglia la visione dei seguenti film:

    • Il gabinetto del dottor Caligari/ Das Cabinet des Dr. Caligari (Robert Wiene, 1920)
    • La corazzata Potëmkin / Бронено́сец «Потёмкин» (Sergej Ėjzenštejn, 1925)
    • Sciopero! / Стачка (Sergej M. Ėjzenštejn, 1925)
    • Un chien andalou (Salvador Dalì e Luis Buñuel, 1929) e L’Age d’or (Luis Buñuel, 1930)
    • La Coquille et le Clergyman (Germaine Dulac, 1928)
    • Nosferatu il vampiro / Nosferatu, eine Symphonie des Grauens (Friedrich Wilhelm, 1922)
    • Roma città aperta (Roberto Rossellini, 1945)
    • Ladri di biciclette (Vittorio De Sica, 1948)
    • Fino all’ultimo respiro / À bout de souffle (Jean-Luc Godard, 1960)
    • Jules et Jim (François Truffaut, 1962)
    • Ikiru / 生きる (Akira Kurosawa, 1952)
    • Viaggio a Tokyo / 東京物語 (Yasujiro Ozu, 1953)
    • Gangster Story / Bonnie and Clyde (Arthur Penn, 1967)
    • Guerre stellari / Star Wars (George Lucas, 1977)
    • Il buono, il brutto, il cattivo (Sergio Leone, 1966)
    • Django (Bruno Corbucci, 1966)
    • Sholay (Ramesh Sippy, 1975)
    • Living in Bondage (Chris Obi Rapu, 1992-93)
    • Bird Box (Susanne Bier, 2018)
    Modalità di
    accertamento

    L’accertamento dell’apprendimento consisterà in un colloquio orale individuale. La studentessa/lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito le conoscenze di base proposte dal corso attraverso lo studio dei testi e l’analisi del materiale audiovisivo. La partecipazione alle lezioni è parte integrante della valutazione. Il colloquio è finalizzato a valutare sia l'apprendimento dei contenuti del corso da parte dello studente sia la sua capacità di espressione, di argomentazione e di applicazione delle conoscenze acquisite.

    Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente/della studentessa di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

    Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente/della studentessa di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.

    Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente/della studentessa, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

    Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente/della studentessa rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; gravi lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

    Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

    Modalità didattiche

    Blended learning, lo studio dei testi e la visione dei film del programma.

    Testi di studio

    Gli studenti non frequentanti devono preparare:

  • David Bordwell e Kristin Thompson, Storia del cinema: un'introduzione (edizione italiana a cura di Elena Mosconi, David Bruni), Milano: McGraw-Hill Education, 2018 (limitatamente ai capitoli 3-8; 10-12; 14.1, 14.4 e 14.10; 15.1-15.3; 16; 18.1-2 e 18.5; 19-20 e 23). Versione inglese: Film History: an Introduction, 4th edition, New York: McGraw-Hill Education, 2018).
  • E un volume intero a scelta tra: 

  • Mariapia Comand e Roy Menarini, Il cinema europeo, Bari: Laterza, 2006.
  • Elena Aime, Storia del cinema indiano, Torino: Lindau, 2005.
  • Alessandro Jedlowski, Nollywood. L’industria video nigeriana e le sue diramazioni transnazionali, Napoli: Liguori, 2015.
  • Ramon Lobato, Netflix Nations: Geografia della distribuzione digitale, Roma: Minimum Fax, 2020.
  • La visione dei seguenti film è obbligatoria l’elenco sarà (confermato in autunno 2020):

    • La passione di Giovanna D'Arco / La passion de Jeanne d'Arc (C. T. Dreyer, 1928)
    • Umberto D. (Vittorio De Sica, 1952)
    • Rashōmon / 羅生門 (Akira Kurosawa, 1950)
    • Cléo dalle 5 alle 7 Cléo de 5 à 7 (Agnès Varda, 1962)
    • Fa’ la cosa giusta / Do the Right Thing (Spike Lee, 1989)
    • Ombre rosse / Stagecoach (John Ford, 1939)
    • Per un pugno di dollari (Sergio Leone, 1964)
    • Dangal (Nitesh Tiwari, 2016)
    • The Wedding Party (Kemi Adetiba, 2016)
    • The Ballad of Buster Scruggs (Joel e Ethan Coen, 2018)

    Si consiglia la visione dei seguenti film:

    • Il gabinetto del dottor Caligari/ Das Cabinet des Dr. Caligari (Robert Wiene, 1920)
    • La corazzata Potëmkin / Бронено́сец «Потёмкин» (Sergej Ėjzenštejn, 1925)
    • Sciopero! / Стачка (Sergej M. Ėjzenštejn, 1925)
    • Un chien andalou (Salvador Dalì e Luis Buñuel, 1929) e L’Age d’or (Luis Buñuel, 1930)
    • La Coquille et le Clergyman (Germaine Dulac, 1928)
    • Nosferatu il vampiro / Nosferatu, eine Symphonie des Grauens (Friedrich Wilhelm, 1922)
    • Roma città aperta (Roberto Rossellini, 1945)
    • Ladri di biciclette (Vittorio De Sica, 1948)
    • Fino all’ultimo respiro / À bout de souffle (Jean-Luc Godard, 1960)
    • Jules et Jim (François Truffaut, 1962)
    • Ikiru / 生きる (Akira Kurosawa, 1952)
    • Viaggio a Tokyo / 東京物語 (Yasujiro Ozu, 1953)
    • Gangster Story / Bonnie and Clyde (Arthur Penn, 1967)
    • Guerre stellari / Star Wars (George Lucas, 1977)
    • Il buono, il brutto, il cattivo (Sergio Leone, 1966)
    • Django (Bruno Corbucci, 1966)
    • Sholay (Ramesh Sippy, 1975)
    • Living in Bondage (Chris Obi Rapu, 1992-93)
    • Bird Box (Susanne Bier, 2018)
    Modalità di
    accertamento

    L’accertamento dell’apprendimento consisterà in un colloquio orale individuale. La studentessa/lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito le conoscenze di base proposte dal corso attraverso lo studio dei testi e l’analisi del materiale audiovisivo. Il colloquio è finalizzato a valutare sia l'apprendimento dei contenuti del corso da parte dello studente sia la sua capacità di espressione, di argomentazione e di applicazione delle conoscenze acquisite.

    Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente/della studentessa di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.

    Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente/della studentessa di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.

    Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente/della studentessa, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

    Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente/della studentessa rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.

    « torna indietro Ultimo aggiornamento: 06/10/2020


    Condividi


    Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


    Il tuo feedback è importante

    Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

    Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

    Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

    Posta elettronica certificata

    amministrazione@uniurb.legalmail.it

    Social

    Performance della pagina

    Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
    Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
    Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
    2021 © Tutti i diritti sono riservati

    Top