Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


DIRITTO COMUNITARIO

A.A. CFU
2007/2008 6
Docente Email Ricevimento studenti
Luigi Mari

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Dopo aver delineato il sistema delle fonti del diritto privato europeo, il corso evidenzia le conseguenze prodotte sulla tecnica internazional privatistica dall’esercizio delle competenze comunitarie in materia di diritto internazionale privato-processuale.

Programma

Il corso fornisce una visione complessiva delle fonti del diritto privato europeo e delle nuove competenze comunitarie previste dal titolo IV del Trattato CE, con esame degli atti conseguentemente adottati dalle Istituzioni comunitarie.

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Dopo una introduzione generale, il corso sarà tenuto in forma seminariale prendendo direttamente in esame i rilevanti testi normativi.

Testi di studio

A scelta dello studente: - T. BALLARINO, Manuale breve di diritto dell'Unione europea, 2° ed., Cedam, 2007 oppure G. TESAURO, Diritto comunitario, 4° ed. Giuffrè, Milano 2007 oppure L. DANIELE, Diritto dell'Unione europea, 2° ed. Giuffrè Milano 2007 e L. DANIELE, Diritto del mercato unico europeo, Giuffrè Milano 2006; G. GAYA, Introduzione al diritto comunitario, Roma-Bari, Laterza, 2007.

E' inoltre richiesto l'approfondimento delle competenze comunitarie fondate sulle modifiche del trattato di Amsterdam al titolo V del Trattato CE, in materia di diritto privato e di diritto processuale civile, e che rappresentano la base giuridica dei Regolamenti CE n. 1346/2000; Reg. CE n. 44/2001; Reg.Ce n. 2201/2003; Reg. CE n. 805/2004; reg. CE n. 1896/2006; della Proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla legge applicabile alle obbligazioni contrattuali (Roma I) presentata dalla Commissione (Bruxelles, 15.12.2005 - COM (2005) 650 definitivo) e della Posizione comune n. 22/2006 definita dal Consiglio il 25 settembre 2006 in vista dell'adozione del Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla legge applicabile alle obbligazioni extracontrattuali (<<ROMA II>>).

Modalità di
accertamento

Esame scritto e/o orale o discussione di una tesina.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Dopo una introduzione generale, il corso sarà tenuto in forma seminariale prendendo direttamente in esame i rilevanti testi normativi.

Testi di studio

 

 

A scelta dello studente: - T. BALLARINO, Manuale breve di Diritto dell'Unione europea, 2° ed., Cedam, 2007 oppure G. TESAURO, Diritto comunitario, 4° ed. Giuffrè, Milano 2007 oppure L. DANIELE, Diritto dell'Unione europea, 2° ed. Giuffrè Milano 2007 e L. DANIELE, Diritto del mercato unico europeo, Giuffrè Milano 2006;G. GAYA, Introduzione al diritto comunitario, Roma-Bari, Laterza, 2007.

E' inoltre richiesto l'approfondimento delle competenze comunitarie fondate sulle modifiche del Trattato di Amsterdam al titolo V del Trattato CE, in materia di diritto privato e di diritto processuale civile, e che rappresentano la base giuridica dei Regolamenti CE n. 1346/2000; Reg. CE n. 44/2001; Reg.Ce n. 2201/2003; Reg. CE n. 805/2004; reg. CE n. 1896/2006; della Proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla legge applicabile alle obbligazioni contrattuali (Roma I) presentata dalla Commissione (Bruxelles, 15.12.2005 - COM (2005) 650 definitivo) e della Posizione comune n. 22/2006 definita dal Consiglio il 25 settembre 2006 in vista dell'adozione del Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla legge applicabile alle obbligazioni extracontrattuali (<<ROMA II>>).

Modalità di
accertamento

Esame scritto e/o orale o discussione di una tesina.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 27/07/2007


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2022 © Tutti i diritti sono riservati

Top