Ateneo
Dipartimenti
Didattica
Orientamento
Studenti
Laureati
Personale
International
Partner e Aziende
#UNIAMO è uno spazio in cui tutto quello che costituisce l’Università degli studi di Urbino – persone, saperi, organizzazioni, relazioni – viene raccontato con una formula agile ed esplorativa.

Dipartimento

Informazioni utili su...

Il Dipartimento di Studi Umanistici, DISTUM, ufficialmente attivo dal 1 novembre 2015, è una realtà operante nella macroarea umanistica. È originato dalla dismissione di tre precedenti dipartimenti (DIPSUM, DSCUm e DISTI), secondo la riorganizzazione delle strutture promossa dall’Ateneo allo scopo di una loro ottimizzazione. Fin da subito, il progetto costitutivo ha configurato il dipartimento come un soggetto nuovo che, nell’interazione tra quattro aree (storico-artistico-letteraria, filosofica, pedagogica, psicologica), riconosce i presupposti epistemologici per agire con rinnovata progettualità nell’ambito delle scienze dell’uomo.


I profili stessi dei docenti afferenti alla struttura mostrano la ricchezza dei campi dell’azione scientifica, esplicitata dalle declaratorie dei SSD di pertinenza che sono peraltro identificativi dei percorsi di preparazione intellettuale del personale. I SSD dichiarano, inoltre, potenzialità e finalità attraverso le quali possono esprimersi forme di collaborazione ed integrazione che convergono anche nelle relazioni osmotiche tra ricerca ed applicazione didattica, con proficue ricadute educative nel public engagement: buone prassi, che vengono tutelate dal gruppo di assicurazione della qualità della struttura. Non a caso, l’organigramma del dipartimento prevede nella giunta la rappresentanza delle quattro aree, organizzate in sezioni; è un elemento pensato per rafforzare la capacità di individuare, nel rispetto delle specificità, comuni strategie di ricerca al fine di affermarela centralità delle discipline umanistiche, secondo i mutati bisogni della società del III millennio.


Questa linea di innovazione, che poggia sulle solide fondamenta degli statuti metodologici propri della macroarea in tutte le sue declinazioni, si riverbera nell’offerta didattica, capace di attrarre un congruo numero di studenti nei vari corsi di laurea attivati (triennali, biennali, a ciclo unico). I corsi stessi bilanciano competenze teoriche e sperimentazioni sul campo tramiteun’organica ripartizione di lezioni frontali, laboratori e tirocini che sono propedeutici ad una formazione tanto teorica quanto professionalizzante. L’organizzazione didattica dei corsi è sovrintesa dalle Scuole; la commissione paritetica docenti-studenti di ciascun corso provvede al monitoraggio, avviando un virtuoso percorso teso al miglioramento continuo. A questo stesso fine concorre la commissione paritetica docenti-studenti del dipartimento.