Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Protocollo di gestione degli adempimenti da adottare per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2 nelle strutture dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo

L’emergenza sanitaria, proclamata ufficialmente con decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, relativa alla pandemia definita COVID-19, ha imposto l’adozione di una serie di misure precauzionali finalizzate a contrastarne l’espansione come condizione primaria per la tutela della salute e la sicurezza della popolazione e dei lavoratori.

L’Ateneo di Urbino, dal 6 luglio 2020, ha gradualmente ripreso le attività  amministrative con personale prevalentemente in presenza, sulla base del rispetto delle disposizioni in materia di distanziamento fisico e di adozione delle misure di prevenzione previste dal Modello di gestione nella stesura del 28 aprile 2020. Ha inoltre condotto in presenza alcune sedute di laurea di luglio sulla base delle linee guida del 8 luglio 2020.

Ottemperando a quanto previsto dai DPCM del 7 agosto e del 7 settembre 2020, l’Ateneo di Urbino si è adoperato per la ripresa delle attività didattiche in presenza (lezioni, sedute di laurea, esami di profitto) sulla base delle disposizioni del Modello di Gestione elaborato dalla Commissione di esperti in materia di salute e sicurezza per l’emergenza COVID-19, nominata con i decreti rettorali n. 169/2020 del 14 aprile 2020 e n. 171 del 21 aprile 2020.

Alla luce del DPCM 2 marzo 2021 e del Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro del 6 aprile 2021, che aggiorna i Protocolli condivisi di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro del 14 marzo e del 24 aprile 2020, nonché di quanto riportato dalla letteratura scientifica esistente in tema di gestione di epidemie, e in seguito alle esperienze maturate in maniera specifica nell’emergenza COVID-19, e di quanto sostenuto dagli esperti, senza eccezione alcuna, le misure di sicurezza necessarie alla gestione della fase transitoria della riapertura graduale avranno ad oggetto:

  • la sanificazione preventiva dei locali riaperti alla presenza delle persone;
  • il controllo preventivo della temperatura corporea per tutte le persone autorizzate ad accedere in luoghi pubblici e negli uffici;
  • la possibilità, previo consenso degli interessati, di effettuare il controllo preventivo mediante test sierologici per tutte le persone autorizzate ad accedere in luoghi pubblici e negli uffici, secondo modalità e procedure che verranno tempestivamente individuate nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia, anche d’intesa con le autorità sanitarie regionali;
  • il distanziamento sociale di almeno un metro e le altre misure generali di prevenzione, tra cui l’utilizzazione di dispositivi di protezione individuale;
  • la gestione delle persone che dovessero accusare sintomatologie riconducibili alla positività COVID-19, secondo procedure di immediato cordone sanitario atto ad impedire il propagarsi del contagio ad altri;
  • le misure di accesso di estranei, fornitori ed utenti, agli uffici;
  • le procedure di gestione delle pulizie dei locali e dei rifiuti prodotti negli uffici.

 

Documento File
Protocollo di gestione degli adempimenti da adottare per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2 nelle strutture dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top