Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Introduzione all’e-proctoring

Un sistema di e-proctoring consente di controllare il corretto svolgimento di un esame scritto a distanza, cioè un esame a distanza che prevede la stesura di un elaborato o la risposta scritta a domande, sia nel caso l’esame si svolga al computer che nel caso l’esame si svolga con carta e penna. Ciò avviene attraverso il monitoraggio audiovisivo frontale e/o ambientale nonché il monitoraggio delle applicazioni utilizzate sui computer degli esaminandi, simultaneamente per tutti gli studenti che stanno sostenendo l’esame. 

Come per gli orali a distanza, vale quanto segue. Gli studenti interessati si devono iscrivere all’esame in Esse3. Se l’esame è relativo ad un insegnamento non più presente nell’offerta formativa, gli studenti sosterranno l’esame nello spazio Moodle di qualche altro insegnamento dello stesso docente e verranno iscritti a quello spazio dalla struttura didattica competente (se non già iscritti nel periodo delle lezioni). 

Si ricorda agli studenti di contattare: 

  • il CISDEL solo per problemi tecnici connessi alla fruizione della piattaforma Moodle e degli strumenti in essa disponibili, in particolare Blackboard Collaborate e Smowl; 
  • la segreteria della struttura didattica (scuola, corso di laurea) solo per questioni organizzative legate alla calendarizzazione degli esami;
  • la segreteria studenti solo per questioni amministrative legate alla propria carriera presso l’Ateneo gestita tramite Esse3 (compreso il caricamento del proprio documento di identità).

Lo strumento di e-proctoring Smowl

Smowl, sviluppato dalla spagnola SmowlTech, consente di effettuare il monitoraggio visivo frontale contemporaneamente per tutti gli esaminandi e, tramite il componente Smowl CM, il monitoraggio di tutte le applicazioni aperte sui computer degli esaminandi stessi. 

Smowl è disponibile sulle piattaforme Moodle blended ed education dal giorno 11/05 al 30/09 e possiede le seguenti caratteristiche: 

  • Conformità al GDPR, così da tutelare i dati personali di ogni esaminando durante tutto il monitoraggio delle sue attività d’esame, sia in termini di foto scattate dalla webcam che di screenshot scattati sugli schermi del computer. 
  • Flessibilità durante l'esame nell’uso di applicazioni (in quanto previste dal docente per lo svolgimento della prova oppure necessarie allo studente diversamente abile o con bisogni educativi speciali o disturbi specifici dell'apprendimento), contrariamente ad altri strumenti tipicamente impiegati nei test di ammissione al computer in presenza, che sono basati su lockdown browser i quali bloccano i computer su una sola applicazione. 
  • Integrabilità in Moodle, che così rimane il punto di accesso unico per tutte le attività didattiche digitali di UniUrb, sottoposto peraltro all’utilizzo delle credenziali istituzionali UniUrb per docenti, collaboratori e studenti. 
  • Utilizzabilità sui sistemi operativi e sui browser più diffusi, purché questi siano mantenuti aggiornati.

Il componente Smowl CM rileva non solo le applicazioni aperte sui computer degli studenti dopo l'inizio dell'esame, ma anche quelle aperte prima dell'inizio dell'esame, ivi incluse quelle aperte automaticamente dal sistema operativo all'avvio del computer come ad esempio può accadere con Skype, Slack, Discord, TeamViewer ed altre nel sistema operativo Windows.


Blocco Smowl in Moodle 

Smowl ha un apposito plug-in per Moodle che origina un blocco Smowl in Moodle stesso, il quale è differenziato, in termini di operazioni effettuabili, tra docenti e studenti. Prima di sostenere il primo esame scritto a distanza con Smowl, seguendo le istruzioni pubblicate su: 

REGISTRAZIONE STUDENTI A SMOWL PER ESAMI SCRITTI A DISTANZA - A.A. 2019/2020
https://blended.uniurb.it/moodle/course/view.php?id=10753 

ciascuno studente deve compiere le seguenti tre operazioni avvalendosi del blocco Smowl per la prima di esse: 

  • Registrarsi a Smowl scattando con la propria webcam tre foto che poi Smowl convaliderà entro 72 ore e userà durante gli esami per il monitoraggio visivo frontale dello studente (se all’inizio dell’esame la convalida non è ancora pervenuta, lo studente può comunque partecipare all’esame sotto monitoraggio sperando che la convalida vada a buon fine). 
  • Scaricare e installare sul proprio computer Smowl CM, che monitora le applicazioni aperte sul computer dello studente e verrà poi attivato ogni volta che dentro Moodle lo studente entrerà in un’attività quiz o compito sottoposta a monitoraggio dal docente (il componente software Smowl CM è al momento disponibile solo per MacOS e Windows). 
  • Scaricare e installare sul proprio smartphone l’app di Google Meet per il monitoraggio visivo ambientale da parte del docente. 

Le prime due operazioni sono provviste delle necessarie richieste di consenso allo studente nonché di rimandi all’informativa di SmowlTech sul trattamento dei dati personali.


Cosa accade prima dell’esame scritto a distanza 

Almeno un giorno prima dell’esame scritto, il docente effettua le seguenti operazioni nello spazio Moodle del proprio insegnamento: 

  • Creare un nuovo argomento denominato "Esame scritto GG/MM/AAAA ore HH:MM", che fungerà da contenitore per quanto segue. 
  • Predisporre una chat Collaborate denominata "riunione preliminare e monitoraggio audio" con inizio il giorno GG/MM/AAAA alle ore HH:MM e durata adeguata, attraverso la quale docente e studenti si incontreranno prima di avviare l’esame stesso per l’identificazione di ogni studente e la verifica che nella sua stanza non ci siano altre persone né ausili didattici non ammessi vicino alla sua postazione. Tale chat rimarrà poi aperta con tutti i microfoni attivi al fine di consentire il monitoraggio audio durante l’esame.
  • Predisporre un’attività quiz o compito (o più attività di questi due tipi qualora l’esame si articoli in più prove da svolgere una dopo l’altra) denominata "prova scritta GG/MM", specificando come orario d’inizio indicativamente 30 minuti dopo HH:MM per consentire le operazioni preliminari menzionate al punto precedente.
  • Sottoporre a monitoraggio Smowl l’attività suddetta. In questo modo Smowl effettuerà poi il monitoraggio visivo frontale e quello operativo sulle applicazioni aperte sul computer di ciascun esaminando. Tale monitoraggio è indispensabile nel caso di uno scritto a distanza al computer, inoltre è consigliato anche nel caso di uno scritto a distanza con carta e penna specie per la fase di consegna.
  • Predisporre una risorsa URL denominata "monitoraggio visivo ambientale" che punta ad una chat Google Meet per il monitoraggio in questione tramite smartphone degli studenti. Questa chat è indispensabile nel caso di uno scritto a distanza con carta e penna e consigliata anche nel caso di uno scritto a distanza al computer, inoltre permette di agevolare le operazioni di identificazione e verifica e di far fronte ad interruzioni di Collaborate.

Uno o due giorni prima dell’esame scritto, conviene che docente e studenti facciano una riunione tramite Collaborate per testare il funzionamento dei vari strumenti sui dispositivi degli studenti stessi in modo da minimizzare il rischio di malfunzionamenti di Collaborate/Smowl/Meet durante lo svolgimento dell’esame scritto.


Cosa accade durante l’esame scritto a distanza 

Il giorno GG/MM/AAAA alle ore HH:MM docente e studenti si collegano alla chat Collaborate dentro Moodle (via computer) e alla chat Google Meet fuori Moodle (docente via computer, studenti via smartphone), in base a quanto predisposto dal docente a seconda che si tratti di scritto a distanza al computer oppure con carta e penna. Se anche la chat Google Meet è stata predisposta, ogni studente deve abbassare la suoneria del proprio smartphone e disattivare il microfono di Google Meet. 

Tramite le webcam del computer di ogni studente, oppure ancor meglio tramite lo smartphone di ogni studente se anche la chat Google Meet è stata predisposta, il docente procede a: 

  • Identificare lo studente, facendosi inviare via e-mail scansione o foto digitale del documento solo se quest’ultimo non è disponibile nella lista appello in Esse3. 
  • Verificare che nella stanza dello studente non ci siano altre persone né ausili didattici non ammessi vicino alla postazione d’esame.
  • Controllare che il computer dello studente abbia come unici cavi eventualmente collegati quelli di corrente, mouse e tastiera, escludendo ogni altro cavo, specie di tipo HDMI. 
  • Se la chat Google Meet è stata predisposta, far collocare allo studente il suo smartphone lateralmente ad una distanza tale da inquadrare tanto lo studente quanto il suo computer. 

Terminate queste operazioni preliminari, sul suo computer ogni studente deve tenere aperto solo il browser a schermo intero e con il tab Moodle in primo piano (quindi le applicazioni non consentite vanno tutte chiuse), più eventuali altre applicazioni consentite dal docente, mentre il tab Collaborate deve rimanere in secondo piano col microfono sempre attivo così lo studente può in ogni momento chiedere chiarimenti sui quesiti d’esame, a cui il docente può subito rispondere. 

Quando il docente indica poi agli studenti di entrare nell’attività quiz o compito che è stata appositamente predisposta, ogni studente deve permettere a Smowl l’uso della webcam e acconsentire al monitoraggio di Smowl CM. Ad ogni studente compare una finestrella Smowl che gli indica che da quel momento è sotto monitoraggio visivo frontale e operativo sul suo computer; in basso a sinistra gli compare anche l’immagine di ritorno della propria webcam. Da quel momento il docente monitora l’audio tramite i microfoni attivi in Collaborate e le postazioni d’esame tramite la vista a griglia della chat Google Meet se predisposta. 

Effettuata la consegna, lo studente deve cliccare su "End Activity" nella finestrella. In caso di scritto a distanza con carta e penna, la consegna da parte dello studente avviene fotografando il foglio col proprio smartphone e caricando con lo stesso la foto nell’attività compito in Moodle; è opportuno che lo studente compia queste operazioni entro un tempo breve e sotto monitoraggio Smowl tramite la webcam del computer.


Cosa accade dopo l’esame scritto a distanza 

Nella voce "Rapporto attività" del blocco Smowl di Moodle il docente trova: 

  • in tempo reale — Gli screenshot scattati da Smowl CM ad istanti casuali mediamente distanziati 30 secondi delle applicazioni aperte sul computer di ogni studente (comprese quelle che erano aperte da prima che iniziasse l’esame), con evidenziazione di eventuali incidenti dati da applicazioni, siti web o comandi da tastiera che andranno valutati dal docente facendo attenzione a potenziali falsi positivi nel caso sia ammesso l’uso di certe applicazioni. 
  • entro 24 ore — Le immagini scattate dalla webcam del computer di ogni studente ad istanti casuali mediamente distanziati 30 secondi, con evidenziazione di eventuali comportamenti non appropriati (nessuna persona, più persone, persona diversa, ecc.) che andranno valutati dal docente.

Blended Learning - Istruzioni specifiche per studenti

leggi


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2020 © Tutti i diritti sono riservati

Top