Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Dal 22 giugno a Urbino il convegno "Evaluating Biodiversity"

Comunicato stampa pubblicato il giorno 11/06/2015

Fin dalla sua comparsa nel 1986, negli Stati Uniti, il termine "biodiversità" ha suscitato discussioni sulla sua scientificità, che pure; d'altra parte, la necessità di conservare la biodiversità è ormai un imperativo. Temi che coinvolgono più discipline. A quelle relative alla valore economico della biodiversità, alla sua valutazione scientifica è dedicato il convegno. L'approccio è interdisciplinare, incoraggiando il dialogo tra gli studiosi provenienti di filosofia della scienza, biologia, ecologia, etica, scienze politiche, oltre ad artisti e esperti di alimentazione, proponendosi tuttavia di essere accessibile e interessante anche  ai non esperti. Il Dipartimento di Scienze di Base e Fondamenti dell’Università di Urbino dedica a questi temi il convegno Internazionale “Evaluating Biodiversity”, che si svolgerà nell’Aula Magna del Collegio Raffaello, Piazza della Repubblica, 13, Urbino. Dettagli e contatti sul sito: https://sites.google.com/site/centroricerchecirfis/evaluating-biodiversity  

Programma

22 Giugno

09.15- 09.45,  Elena Casetta  (Università di Lisbona, PT /  Labont, IT )

        Introduzione. Biodiversità e dei suoi discorsi

09.45 - 10.30,  Marco Nathan  (Università di Denver, CO, USA)

        È la biodiversità un campo realmente interdisciplinare?

10,30-11,15,  Julien Delord  (IHPST (CNRS / Université Paris 1 Sorbonne), FR)

        Biodiversità: un concetto senza teoria?

11,15-11,30  Coffee break

11,30-12,15  Philippe Huneman  (IHPST (CNRS / Université Paris 1 Sorbonne), FR)

        Tra explanans e explanandum: biodiversità e l'unità teorica dell'ecologia

12,15-13,00  Silvia Caianiello  (ISPF - CNR, IT)

        Biodiversità in un'ecologia post-equilibrio: Storia e conseguenze di un cambiamento concettuale

Pranzo

15,00-15,45  Stefano Tiozzo  (Observatoire Oceanologique de Villefranche-sur-Mer, FR)

        Evoluzione delle strategie di sviluppo, e la diversità marina: lezioni da ascidie

15,45-16,30 Jorge Marques da Silva  (Università di Lisbona, PT) 

        La fissazione di obiettivi di conservazione: un confronto basato sui valori tra il nucleo americano ed europeo della legislazione          

16,30-16,45  Coffee break

16. 45-17,30  Anouk Barbarossa  (Université Lille 1, FR)

        Storia naturale nell'età di urgenza

Cena

23 giugno

10,00-10,45  Ludovica Lorusso  (Università di Sassari, IT)

        La diversità umana e razza: ciò che rende gara una realtà biologica?

10,45-11,30 Andrea Borghini (Università della Santa Croce, MA, USA)  

        Diete umane e la creazione, cooptazione, e la conservazione della biodiversità

11,30-11,45  Coffee break

11,45-12,30  Chris Haufe  (Case Western Reserve University, OH, USA)

        Biologici Gerarchia e conservazione etica

12,30-13,15  Helena Siipi  (Università di Turku, FI)

        Biodiversità Innaturale?

13,15-13,30 Considerazioni conclusive

Pranzo

Pomeriggio

Ascoltare Session at SPACE

Conservatorio "G. Rossini" (Pesaro)

David Monacchi : Frammenti di estinzione

Main sponsor:  Università di Urbino

Istituzioni partecipanti:

CFCUL  (Centro de Filosofia das Ciências da Universidade de Lisboa)

HES  (Hesam Université. Hautes études Sorbonne Arts et Métiers)

IHPST  (Institut d'Histoire et de Philosophie des Sciences et des Techniques)

ISPF  (Istituto per la Storia del Pensiero Filosofico e scientifico moderno, CNR)

Labont  (Laboratorio di Ontologia, Università di Torino)

Centro Orto Botanico di Urbino

SPACE, Conservatorio Rossini

Direttore scientifico:  Prof. Vincenzo Fano

Comitato esecutivo:  Andrea Borghini, Claudio Calosi, Elena Casetta, Pierluigi Graziani

Comitato scientifico:  Gian Italo Bischi (Università degli Studi di Urbino), Andrea Borghini (Università della Santa Croce),  Claudio Calosi (Università degli Studi di Urbino),  Elena Casetta  (Università di Lisbona, PT / Università di Torino) ,  Vincenzo Fano (Università degli Studi di Urbino), Almo Farina ( Università degli Studi di Urbino),  Pierluigi Graziani (Università G. D'Annunzio di Chieti-Pescara), Sara Matera  (Università degli Studi di Urbino),  Gino Tarozzi (Università degli studi di Urbino).

« torna indietro

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2020 © Tutti i diritti sono riservati

Top