Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Conclusa con successo la III edizione del progetto di didattica laboratoriale Orientagiovani Confindustria “Learning by doing University”

Comunicato stampa pubblicato il 06/06/2017

Anche quest’anno si è concluso con successo il Concorso Orientagiovani Confindustria “Learning by doing University”, prezioso strumento di collaborazione tra Università e mondo imprenditoriale, teso a stimolare la formazione imprenditoriale e manageriale degli studenti dell’Ateneo e a rafforzare i rapporti con il tessuto istituzionale e imprenditoriale delle provincia e della regione. In particolare, il progetto, ormai storico e più che decennale, si pone in continuità con il nuovo progetto “Contamination Lab”, che vede l’Ateno Urbinate sempre più attento e attivo nell’offrire agli studenti proposte efficaci di formazione e orientamento professionale e imprenditoriale, per stimolare la creatività e l’innovazione del tessuto socio-economico locale, regionale e nazionale.

All’evento di premiazione della fase provinciale, che ha coinvolto l’Università di Urbino e gli Istituti Scolastici Superiori della provincia di Pesaro e Urbino, tenutosi lo scorso 18 maggio presso la sede Confindustria di Pesaro, hanno partecipato, e presentato i lavori di gruppo (valutati da una giuria formata da esponenti del mondo imprenditoriale e della formazione), oltre 100 studenti. In particolare, sono stati presentati al concorso (fase provinciale) 23 elaborati, di cui 15 delle scuole superiori (Learning by doing School) e 8 dell’università (Learning by doing University) per altrettanti gruppi di lavoro a cui hanno partecipato 42 studenti, coordinati dal referente scientifico del Progetto Learning by doing University, la Prof.ssa Mara Del Baldo e dai docenti responsabili e tutor dei singoli gruppi di lavoro, appartenenti come la Del Baldo alla Scuola di Economia (Dipartimento DESP), Proff. Alessandro Pagano, Roberta Bocconcelli, Federica Palazzi e Massimo Ciambotti; della Scuola di Scienze, Tecnologie e Filosofia dell'Informazione  (Dipartimento DiSPEA), Prof. Alessandro Aldini e della Scuola di Lingue e letterature Straniere Scienze della Comunicazione, Studi Umanistici e Internazionali (Dipartimento DISCUI) Marco Cioppi.

Gli imprenditori e le aziende coinvolte (Fabbri Group Italia; Imar Srl; LC Engineering e Consulting SRL, BP Cube, Schnell SRL, Idrofoglia srl, Fab Spa Industrie Vernici) hanno sviluppato progetti relative a diverse tematiche e aspetti aziendali, di seguito sintetizzati, sui quali gli studenti, assieme ai docenti tutor e agli imprenditori, sono stati chiamati a misurarsi proponendo soluzioni e sperimentando in modo interattivo capacità tecniche, organizzative e di problem solving: user e persona e customer journey, riprogettazione dell’immagine e della comunicazione di un interior general contractor, implementazione di strategie creative content marketing per la valorizzaizone/commercializzazione di un brand; content managemnet sistema per le piccole e medie imprese; inserimento del controller commerciale in aizenda, web marketin; progettazione di app “ParkIn Town”.

Alla fase provinciale sono stati presentati anche i lavori degli studenti delle scuole superiori, che hanno visto la partecipazione al concorso degli studenti del Liceo Artistico Apolloni di Fano (sezione architettura) e dell’ IIS S.Marta e G.Branca – Istituto alberghiero e commerciale di Pesaro.

Hanno presieduto l’incontro provinciale il Direttore di Confindustria PU, Avv. Giordano Salvatore, il Presidente Piccola Industria di Confindustria Diego Boinega, l’Avv. Carlo Cioppi (Confindustria) e il Direttore, Cinzia Ciabotti, Ufficio Orientamento della Provincia PU

A tutti gli studenti partecipanti è stato rilasciato da Confindustria l’attestato di partecipazione con l’inserimento del percorso realizzato nel proprio Cv scolastico. Il progetto Learning by doing University è compreso tra le attività didattiche integrative che riconoscono agli studenti n. 2 crediti formativi (CFU), mentre il progetto Learning by doing School rientra tra le attività conteggiabili per l’alternanza scuola-lavoro, mentre il gruppo vincitore della fase provinciale concorre alla selezione della fase regionale.

Al gruppo vincitore della fase provinciale (candidato al concorso in fase regionale), che ha concorso con il progetto ParkIn Town (docenti responsabili Palazzi/Ciambotti), formato dagli studenti L. Battistini, L. Bonelli, M. Daquino, I. Romagnoli, F. Sciacalepore, B. Truffa, referente ziendla e Elisa Bergamotti (BP Cube) e ai due gruppi secondi classificati pari merito (tutorati dai prof. Aldini e Pagano) è stata riconosciuto come premio ulteriore per questa edizione, la possibilità di partecipare ad uno stage di 3 settimane di Bosch. 20 studenti avranno quindi la possibilità di completare un ulteriore percorso formativo (nell’autunno) presso un’azienda leader che da anni collabora al progetto Orientagiovani.

A tutti gli studenti è stata data la possibilità di partecipare all’evento finale (è stato organizzato da Confindustria Pu un servizio autobus dedicato), ossia alla premiazione della fase regionale del concorso che si è tenuta ad Ancona il 29 Maggio 2017,

La fase regionale ha visto la partecipazione di oltre 120 studenti, che si sono ritrovati ad Ancona, accompagnati dai docenti e responsabili scientifici del progetto: il 29 maggio presso la sede Confindustria Marche, finalisti provenienti dalle Università Politecnica di Ancona (Facoltà di Ingegneria e Facoltà di Management), e dall’Università di Urbino hanno presentato 7 elaborati, di cui 3 per la sezione Learning School e 4 per il Learning by doing University.

Dopo la vittoria dello scorso anno, quest’anno il premio finale University (buono di 1000 euro spendibile dai componenti del gruppo vincitore) è stato assegnato ai vincitori del concorso appartenenti alla Politecnica, che hanno presentato un progetto di ingegneria con il tema Mbb Ascensori (progetto Braking Wall); Il premio regionale per la sezione School è stato vinto dal progetto Breaking Wall.

Il premio School è andato agli studenti del Carducci Galilei (IVACLl di Fermo, azienda GNV).

Alla fase regionale hanno partecipato i presidenti Confindustria Giovani di tutte le sedi provinciali, il Presidente Regionale Confindustria Giovani Ferracuti e il Caporedattore del Corriere Adriatico Andrea Tanfi, intervenuto come testimone, che ha presentato la propria esperienza formativa e professionale.

Referente: Prof. Del Baldo Mara, mara.delbaldo@uniurb.it mob 3492920532

 

Nella foto: Lucia Palazzi, Mara Del Baldo e Giovanni Ferracuti

 

« torna indietro

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2018 © Tutti i diritti sono riservati

Top