Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Raffaella Servadei di Uniurb tra i ricercatori più citati al mondo

Comunicato stampa pubblicato il 21/12/2017

E’stata resa nota da Clarivate Analytics, Intellectual Property and Science business di Thomson Reuters, la lista degli Highly Cited Researchers (i ricercatori più citati al mondo) 2017. Tra loro c'è Raffaella Servadei, professore associato di Analisi Matematica presso il Dipartimento di Scienze Pure e Applicate dell'Università degli Studi di Urbino 'Carlo Bo'.

Tale lista raccoglie circa 3.400 persone di 21 diversi ambiti delle scienze e delle scienze sociali, che si sono distinte a livello mondiale piazzandosi nel top 1% dei ricercatori in base al numero di articoli maggiormente citati nel loro rispettivo campo specifico. Elaborando i metadati della produzione scientifica contenuti in Web of Science nei vari ambiti della ricerca, ogni anno Clarivate Analytics stila la lista dei ricercatori che, per il loro altissimo impatto scientifico, sono tra i più citati al mondo.

Scopo di questa classifica è quello di riconoscere quali sono i ricercatori che, con i loro contributi, hanno avuto un forte impatto sulla comunità scientifica internazionale: i documenti prodotti da questi studiosi rispondono infatti a standard molto alti.

Nell'ambito della Matematica nella lista degli Highly Cited Researchers 2017 compaiono solo cinque matematici italiani. Tra questi cinque c'è appunto Raffaella Servadei, che è anche l'unico ricercatore della Carlo Bo presente nella lista del 2017.

La classifica è consultabile al link

https://clarivate.com/hcr/?utm_campaign=HCR%202017_Validation%20Email%201_SAR_2017&utm_medium=email&utm_source=Eloqua.

Raffaella Servadei si occupa dello studio di equazioni alle derivate parziali e di problemi nonlineari nonlocali di tipo frazionario, tematiche inquadrabili in un'ampia letteratura scientifica e che godono di molta attenzione da parte della comunità matematica internazionale anche per le loro numerose applicazioni. Infatti, negli ultimi anni problemi frazionari nonlocali hanno suscitato molto interesse nella comunità matematica, sia da un punto di vista puramente accademico, che per la grande rilevanza in vari ambiti della fisica, della biologia e della finanza: tali modelli appaiono in problemi di diffusione del plasma e di dislocazioni nei cristalli, in problemi di transizioni di fase, di superfici minime, in fluido-dinamica, in problemi di mercato finanziario (gli `American options' modellati da processi di salto), solo per citare alcune loro applicazioni.

Contatto: raffaella.servadei@uniurb.it

« torna indietro

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2018 © Tutti i diritti sono riservati

Top