Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Sabato 16 aprile Fouad Khaled Allam sulle rivolte nella sponda arabo-musulmana del Mediterraneo

Comunicato stampa pubblicato il giorno 14/04/2011

Sarà Fouad Khaled Allam, docente di sociologia islamica all’Università di Trieste, a guidare il secondo seminario primaverile dell’Istituto superiore di scienze religiose “Italo Mancini” sul tema Il Mediterraneo: a rischio di fondamentalismo e di radicalismo?, il 16 aprile prossimo (ore 17,00 Palazzo Petrangolini, Piazza Rinascimento 7). Da esperto conoscitore dei mondi islamici - è anche editorialista de Il Sole 24 Ore - Allam introdurrà i lavori facendo il punto sia sulla situazione complessiva sia della situazione della Libia sconvolta da una guerra civile e dall’intervento internazionale in appoggio alle forze che si sono ribellate al raìs Gheddafi. Tra l’altro, Allam, nei suoi interventi sulla stampa, ha messo ripetutamente in guardia dall’enfatizzare i risultati che possono derivare da queste rivolte. In assenza di una struttura politica autonoma della nuova generazione arabo-musulmana, i partiti di ispirazione islamica saranno pur sempre la chiave di volta del cambiamento e il processo democratico, se questo ci sarà, dovrà sopportare molte lentezze e comunque non sarà identico a quello che si è sviluppato nella vicina Europa. Anche se non sono da sottovalutare le novità: sono scese in piazza nuove generazioni, connesse con la società mondiale attraverso Internet, senza dover passare attraverso i movimenti politico-religiosi tradizionali. Generazioni più pragmatiche, che evitano i richiami all’Islam come ideologia, in grado di indicare soluzioni per tutti i problemi della società e che invocano la democrazia. Inoltre,nelle vicende attuali, sembrano essere stati spiazzati gli islamisti radicali che invocano lo Jihad e hanno visto contraddetta la logica dell’azione basata sul trinomio azione - repressione - insurrezione. Sarà quindi di notevole interesse il potersi confrontare  con le categorie culturali utilizzate da Allam per interpretare gli eventi attuali e i loro possibili sviluppi, destinati a cambiare il panorama geopolitico delle nazioni che gravitano sulla sponda sud del Mediterraneo e non solo. L’incontro con Allam si terrà alle ore 17.00 presso il Circolo ACLI - Centro universitario di Urbino (Palazzo Petrangolini, piazza Rinascimento 7) ed è aperto al pubblico. Il seminario, essendo organizzato dall’Istituto Superiore di Scienze religiose “Italo Mancini”, rientra nelle iniziative di formazione e aggiornamento dei docenti riconosciute dall’Amministrazione scolastica. Pertanto, a conclusione dell’incontro, sarà rilasciato, su richiesta, un attestato di frequenza.

« torna indietro

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2020 © Tutti i diritti sono riservati

Top