Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


All’Università di Erlangen, Germania, il 15 e 16 novembre, il secondo meeting del Progetto di Ricerca Meat Up Ffire

Comunicato stampa pubblicato il 16/11/2018

Prosegue in questi giorni il lavoro del progetto di Ricerca dal titolo Fairness, Freedom and Industrial Relations across Europe: Up and Down the Meat Value Chain, sintetizzato nell’acronimo Meat Up Ffire: il 15 e il 16 novembre si sta tenendo infatti presso l’Università di Erlangen, Germania, una due giorni di incontri e workshop. Il progetto, che prevede il coinvolgimento di ben sette università europee, un istituto di ricerca e la collaborazione di tre sindacati, è portato avanti in prima linea dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Urbino, sotto il coordinamento dalla prof. Piera Campanella. Si tratta di un progetto internazionale, che coinvolge sociologi, economisti, giuristi e sindacati, sulla filiera di produzione della carne di maiale in Europa, per cercare di approfondire la conoscenza delle relative relazioni industriali e giungere a delineare dei principi guida per le politiche internazionali a tutela dei diritti sociali dei lavoratori del settore.

Si tratta in questo caso del secondo appuntamento pubblico per il team di ricerca, che si ritrova questa settimana dopo il kick-off meeting tenutosi ad Urbino nello scorso Aprile. Il progetto entra così in una fase più operativa, non solo perché il secondo Internal Meeting dei partner ha permesso di valutare i primi risultati e di coordinarsi su metodologie e obiettivi, ma anche perché ha aperto ufficialmente il ciclo dei 6 Local Open Workshops previsti dai progetti. Si tratta di incontri ai quali viene invitata a partecipare la Local Policy Platform, ovvero un insieme di persone e istituzioni che rappresentano gli stakeholders locali di ciascun paese europeo coinvolto nel progetto e con i quali il progetto prevede di intessere proficue collaborazioni.

Inoltre, in questa occasione, il progetto si fa ancora più pubblico, con l'avvio della fase beta delle attività di comunicazione del progetto, che prevede un sito web, con attività di microblogging, una newsletter dedicata, dei profili sui social network e infine le pubblicazione dei project reports. 

Il progetto Meat Up Ffire rappresenta per l’Università di Urbino una grande possibilità, non solo per la creazione di un potente network di ricerca, ma soprattutto perché si colloca nell'ambito delle politiche finanziate dal Pilastro Europeo per i Diritti Sociali. Il Pilastro è uno strumento dell’Unione Europea pensato per sostenere il buon funzionamento e l'equità dei mercati del lavoro e dei sistemi di protezione sociale. Si basa su 20 principi o diritti fondamentali che ruotano intorno a tre assi: pari opportunità e accesso al mercato del lavoro, eque condizioni di lavoro, protezione e inclusione sociale. L’ottavo principio, dentro al quale trova posto il finanziamento del progetto, è specificamente dedicato al Dialogo Sociale e alla Partecipazione dei Lavoratori.

« torna indietro

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2018 © Tutti i diritti sono riservati

Top