Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Uniurb per lo sviluppo di Sant'Angelo in Vado: giovedì 20 dicembre la presentazione del progetto

Comunicato stampa pubblicato il giorno 18/12/2018

Verrà presentato giovedì 20 dicembre, alle ore 20,30, nella Sala del Consiglio Comunale di Sant’Angelo in Vado, il progetto dall’Università di Urbino finalizzato a individuare le politiche di sviluppo per il territorio di Sant’Angelo in Vado.

Lo studio, coordinato dal prof. Fabio Musso del Dipartimento di Economia, Società, Politica (DESP), fa parte delle azioni che l’Ateneo urbinate ha intrapreso per rafforzare i legami con il territorio (la cosiddetta Terza Missione) attraverso il cofinanziamento di 20 assegni di ricerca annuali per sviluppare progetti innovativi insieme a imprese e amministrazioni locali.

“Il filo conduttore che sintetizza le linee programmatiche da realizzare – secondo Alessandro Dragoni, il ricercatore dell’Ateneo urbinate che ha deciso di trasferirsi nel Comune Vadese per l’intero periodo del progetto, al fine di comprendere meglio le problematiche in atto – trova il fulcro dell’azione strategica nella valorizzazione del genius loci, nel turismo, nell’enogastronomia, nell’operare in nicchie di mercato, nella valorizzazione del territorio e delle sue produzioni nei mercati globali”.

L’obiettivo di individuare le politiche locali di sviluppo è stato raggiunto grazie al valore aggiunto fornito dai Vadesi, che con la loro partecipazione attiva, la loro disponibilità e intelligenza hanno creato le condizioni per rendere possibile e proficuo il lavoro di ricerca. Ciò ha permesso di caratterizzare l’osservazione delle dinamiche locali e individuare le future linee di sviluppo progettandole sulle reali esigenze del luogo. È la valorizzazione del potenziale espresso dal capitale sociale, culturale ed ambientale, del resto, il presupposto per generare sinergie in grado di rappresentare le basi per il futuro di Sant’Angelo in Vado.

Fra i settori su cui maggiormente potranno fondarsi le politiche di sviluppo vi è quello della tartuficoltura. In ciò il tartufo esprime tutto il suo potenziale non solo come risorsa ma anche come scommessa per il futuro, perché in grado di far nascere una intera filiera produttiva capace di creare i presupposti per realizzare un distretto industriale del tartufo. In tale contesto il Centro Sperimentale di Tartuficoltura di Sant’Angelo in Vado rappresenta una leva fondamentale della competizione che permette di valorizzare un intero territorio capace di esprime la sua vocazione naturale verso il prezioso tubero.

« torna indietro

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top