Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


“Urbino città ideale” Valorizzazione e tutela del patrimonio culturale nella cooperazione internazionale

Comunicato stampa pubblicato il giorno 15/04/2010

15 e 16 aprile 2010 - Facoltà di Economia – Palazzo Battiferri Grande attesa all’Università Carlo Bo di Urbino per la manifestazione di giovedì 15 e venerdì 16 aprile quando nella città ducale, alla presenza del Ministro per le Politiche Comunitarie Andrea Ronchi, converranno personalità quali Zarko Obradovic, Ministro dell’Educazione della Repubblica Serba, Alabano Zapaj, Capo Dipartimento delle Scienze del Ministero dell’Educazione dell’Albania, i Rettori delle principali università balcaniche, autorità locali e istituzionali delle principali città balcaniche, della provincia di Pesaro e Urbino e i rappresentanti delle forze dell’ordine degli otto paesi dell’Iniziativa Adriatico-Ionica specializzate nella tutela dei beni artistici come Giovanni Nistri, Comandante dei Carabinieri Tutela Patrimonio Artistico che illustrerà la banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti e le modalità di collaborazione internazionale. Un contesto di antica e prestigiosa vocazione artistica e culturale riconosciuto dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità sostiene e condiziona la costruzione di un Ateneo a vocazione internazionale. Urbino è un’università adriatica e proprio dalle Marche è partita, nel 2000, l’Iniziativa Adriatco-Ionica (IAI), un processo politico-diplomatico che raccoglie tutti i paesi dell’area balcanica oltre all’Italia, Grecia e Slovenia e che ricopre importanti aspetti di cooperazione nel campo universitario destinati a rafforzarsi in futuro, quando l’Euro-Regione Adriatica giocherà nei prossimi anni un ruolo crescente nei rapporti di scambio tra Oriente e Occidente. La manifestazione del 15 e 16 aprile oltre a concludere la Presidenza di turno italiana dell’IAI, sarà l’occasione per presentare i progetti già avviati e la strategia futura di collaborazione con i paesi dell’area, in particolare per quanto riguarda la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale. Partecipano alla manifestazione: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Iniziativa Adriatico-Ionica (IAI), Regione Marche, Provincia di Pesaro e Urbino, Comune di Urbino, Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale (CC TPC), International Center for the Study of the preservation and Restoration of Cultural Property (ICCROM), Centro per l’Educazione ai Diritti Umani (CEDU). Momento culminante della manifestazione sarà la firma di un accordo di collaborazione congiunta in ambito di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale tra le Università, gli Enti locali di Urbino, Belgrado, Tirana, Novi Sad e l’ICCROM. Segreteria organizzativa: Anne Drerup - 346.4914118 - annedrerup@gmail.com

« torna indietro

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2020 © Tutti i diritti sono riservati

Top