Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Classe Sede
2007/2008

Obiettivi formativi

Il Corso ha lo scopo di fornire un’approfondita formazione sulle competenze di base inerenti alla comunicazione educativa, al fine sia di promuovere abilità sociali e prosociali, sia di facilitazione di dinamiche di insegnamento-apprendimento di carattere cooperativo e di counseling scolastico, nell’ambito della relazione d’aiuto individualizzata e di gruppo, dell’orientamento e della prevenzione primaria dal disagio scolastico.

La crescita professionale si configura, oggi più che mai, come un processo continuo nell’ambito del quale ogni insegnante può raggiungere livelli d competenza più elevati attraverso la frequenza a cicli medio lunghi di formazione, con particolare riferimento con le normative sul tutoring scolastico. I corsi di perfezionamento e di specializzazione universitaria ubbidiscono a tale esigenza facendosi espressione, in tal modo, di una scelta personale ormai condivisa da molti docenti di individuare nell’Università la sede idonea per ampliare e approfondire le tematiche specifiche inerenti al loro ruolo.
Negli ultimi tempi la scuola è stata investita da numerose trasformazioni che hanno coinvolto molteplici approcci metodologici ed operativi che si sono imposti per una costante revisione della didattica, della valutazione, dell’orientamento e della prevenzione. In questa prospettiva, si sono rese necessarie due fondamentali direzioni di intervento: da un lato, il miglioramento dei processi della comunicazione educativa, come competenza trasversale a tutte le attività che si svolgono in ambito scolastico; dall’altro, la capacità di padroneggiare strategie di counseling, utili per impostare relazioni d’aiuto con alunni che attraversano forme di disagio e difficoltà scolastiche ed esistenziali. Pertanto, la richiesta di personale esperto in comunicazione educativa e counseling scolastico risulta sempre più evidente sia in ambito istituzionale in relazione alla normativa vigente, sia presso Enti e Istituzioni che, a diverso titolo, promuovono iniziative di sostegno con alunni in situazione di difficoltà e di disagio esistenziale.

Il Corso è destinato a laureati in Pedagogia, Scienze dell’Educazione, Scienze della Formazione, Psicologia, Lettere e Filosofia, Sociologia, Servizio Sociale, Educatore Professionale, Educatore sociale territoriale, Tecniche grafologiche, Counselor laureati iscritti ai registri professionali di categoria, insegnanti della scuola d’infanzia, elementare, media inferiore e superiore in possesso di laurea, o con altro titolo che dia accesso alle classi d’insegnamento di ogni ordine e grado e a coloro in possesso del titolo di laurea di primo o di secondo livello interessati alla tematica del corso.
Non è ammesso al Corso chi è contemporaneamente iscritto a dottorati di ricerca.

Il Corso affronterà le seguenti tematiche: la comunicazione educativa: teorie e modelli; l’ascolto attivo: la pedagogia della relazione di aiuto in ambito scolastico; la comunicazione facilitata e le barriere comunicative; la formazione all’assertività e alle competenze prosociali; analisi transazionale, costruttivismo e processi comunicativi; gruppi di brain-storming e problem solving; il conversazionalismo: autobiografie e procedure narrative; teorie dello sviluppo cognitivo e pratica educativa; modelli di apprendimento, intelligenze, sistemi simbolici e processi comunicativi; procedure di ristrutturazione cognitiva nei disturbi della comunicazione e nella gestione dei conflitti; il programma di arricchimento strumentale e le biografie cognitive; differenze individuali nell’apprendimento e nella soluzione dei problemi; l’intelligenza emotiva: come promuoverla in ambito scolastico; dal recupero alle strategie di apprendimento: la comprensione del testo e la costruzione di mappe cognitive; il cooperative-learning; l’applicazione del counseling nei centri di ascolto in ambito scolastico; il counseling orientativo individuale e di gruppo; il counseling nelle situazioni di disagio e di difficoltà in ambito educativo; l’alunno con problemi di iperattività ed aggressività: strategie comportamentali, relazionali e cognitive di intervento; il bullismo: tecniche e strategie d’intervento a scuola; problemi d’identità e disregolazione del comportamento alimentare: tecniche psicoeducative; la prevenzione primaria e secondaria dalla tossicodipendenza; l’alunno con problemi di ansia e timidezza: strategie comportamentali, relazionali e cognitive di intervento; l’alunno con problemi di demotivazione allo studio: strategie comportamentali, relazionali e cognitive di intervento; apprendimenti e programmazione neuro-linguistica; gli stili relazionali dell’educatore: tutoring scolastico e mutuo insegnamento; principi di prevenzione scolastica e trattamento delle difficoltà di apprendimento; la formazione dei formatori alla competenza relazionale.

E’ prevista una valutazione orale o scritta sulle materie del Corso e la discussione di una tesina scritta.

Il Corso privilegia un apprendimento di tipo esperienziale. Sono previste pertanto, lezioni teoriche, di video-modeling ed esercitazioni pratiche, individuali e di gruppo, orientate all’acquisizione di specifiche competenze finalizzate alla formulazione di strategie d’intervento.


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top