Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Sede
2009/2010

Obiettivi formativi

Il corso mira ad aggiornare, accrescere e potenziare le capacità e le qualità manageriali degli amministratori locali ed eletti dei paesi dell’area euro-mediterranea (Regioni, Province / Governatorati, Comuni ecc.).

Come casi di studio saranno illustrati processi di trasformazione sui quali hanno investito le Regioni italiane e le Autorità Locali negli ultimi due decenni, confrontandoli con le sfide di altri paesi.

 

I principali obiettivi del corso sono:

- offrire a coloro che ricoprono posizioni manageriali o direttive, così come anche agli eletti che operano nelle amministrazioni pubbliche locali, un’analisi comparativa del ruolo degli amministratori locali nell’ambito dei processi di sviluppo locale, proponendo come parametro di riferimento il concetto di sviluppo umano dell’UNDP;

- analizzare casi-studio e buone pratiche di settori strategici, come la decentralizzazione di risorse umane e finanziarie, la progettazione e politiche di sviluppo locale, la gestione dei servizi sociali ed economici, la cooperazione internazionale, le politiche sulla imprenditoria femminile locale;

- offrire la possibilità di esperienze di formazione peer-to-peer, mediante tavole rotonde, visite guidate nelle istituzioni locali, job shadowing e stages presso amministrazioni locali e strutture pubbliche di riferimento

 

Coopération Université de Sousse et Université d'Urbino en Italie - Co-organisent le Summer-school sur «Administration locale & développement humain» - link

Il corso si rivolge alle figure apicali (quadri e manager) dell’amministrazione pubblica e agli eletti, in quanto portatori della responsabilità decisionale e gestionale dell’esistente sistema amministrativo locale, nonché del suo sviluppo.

Il corso è rivolto in particolare ad amministratori ed eletti locali di Comuni, Province e Regioni dei paesi dell’Unione per il Mediterraneo (in modo particolare Marocco, Tunisia, Libano, Israele, Palestina, Libia, Egitto, Giordania, Siria). 

Il suo scopo è favorire processi di sviluppo locale basati sul concetto di ‘human development’: partecipazione delle forze amministrative e imprenditoriali locali, co-gestione degli interventi, partecipazione delle amministrazioni locali dei paesi sviluppati, rispetto dei diritti umani, pari opportunità e sviluppo sostenibile.

Il corso offre l'acquisizione di conoscenze e competenze trasversali per lo sviluppo delle capacità e attitudini degli amministrativi e degli eletti.

Esso vuole anche favorire la condivisione di buone pratiche e di conoscenze all’interno dell’area euro-mediterranea. 

Prerequisiti consigliati/obbligatori, prove di ammissione e/o di orientamento

Non è richiesto un titolo di studio specifico data la connotazione del corso come aggiornamento professionale. Si richiede invece una sufficiente conoscenza della lingua francese. 

 

 

 

La metodologia formativa si articola in due parti:

1. lezioni frontali e formazione a distanza (FAD) su settori di comune interesse quali il decentramento amministrativo, i trasporti pubblici, i servizi dell’acqua e dei rifiuti urbani, la tutela della salute, i servizi sociali, la formazione di adulti, le teorie di sviluppo locale, la progettazione, l’accesso e la gestione dei finanziamenti per lo sviluppo;

2. formazione peer-to-peer e job shadowing tra colleghi italiani e stranieri

Il corso si svolgerà dal 13 al 23 luglio 2009 ad Urbino per tutte le attività formative in presenza, e si concluderà entro la fine del mese di ottobre 2009 con la prova finale.

 

Al termine del ciclo di lezioni on-line, i partecipanti potranno concordare una prova online consistente nella elaborazione e discussione di un paper.

Il superamento di questa prova darà diritto ad una certificazione di profitto in lingua francese e all’attribuzione di 10 CFU utilizzabili nella successiva formazione universitaria. La prova verrà valutata con voto di idoneità.

 

Il corso è organizzato dal DiSSPI in collaborazione con la Facoltà di Scienze Politiche e si avvale pertanto delle strutture e del personale del Dipartimento e della Facoltà interessati. Inoltre collaborano attivamente all'organizzazione del corso:

 

1. Regione Marche: partnership e finanziamento complessivo dell’iniziativa, tramite un finanziamento alle Nazioni Unite finalizzato all’organizzazione del corso ad Urbino e di un successivo accordo con l’ONU, Programma ART Universitas

2. Università Euro-mediterranea (EMUNI): partnership e finanziamento di borse di studio per studenti stranieri. Si noti che l’Università di Urbino fa già parte dell’EMUNI come soggetto fondatore.

3. ONU, Programma ART-Universitas: partnership e amministrazione del finanziamento erogato dalla Regione, sulla base dell’accordo di collaborazione con l’Università di Urbino 

 


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top