Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Sede
2012/2013

Obiettivi formativi

Il corso si pone l’obiettivo formativo di accrescere le conoscenze relative alla mediazione dei conflitti in ambito familiare, alla prevenzione del disagio giovanile e alla rete dei servizi socio-sanitari nella Regione Marche, con riferimento alla sua applicazione ed alla professionalità del mediatore.

Il corso si rivolge prioritariamente agli operatori e ai professionisti che già lavorano nell’ambito della mediazione dei conflitti, la prevenzione del disagio giovanile e la rete dei servizi socio-sanitari nella Regione Marche, in vista del loro aggiornamento professionale e della costruzione di procedure operative condivise. 

Saranno realizzati due corsi, con identiche finalità, struttura e organizzazione, requisiti e modalità di ammissione, che si svolgeranno rispettivamente in due sedi diverse:

- Fano, Via Arco di Augusto 2, presso la sede distaccata dell’Università di Urbino;

- Macerata, presso la sede dell’Università di Macerata, Via Don Minzoni, 2.

Ciascun corso avrà la durata complessiva di 400 ore

La frequenza del corso per almeno i 2/3 delle lezioni e laboratori previsti, il superamento delle verifiche di profitto e della prova finale, permettono il conseguimento di 16 crediti formativi universitari e il rilascio di un attestato di partecipazione.

Ai partecipanti uditori che avranno frequentato almeno i 2/3 delle lezioni e laboratori previsti nel corso, che avranno superato le verifiche di profitto e della prova finale sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Le lezioni avranno inizio nel mese di giugno 2013, si svolgeranno il venerdì negli orari 9-13 e 14-18, ed il sabato nell’orario 9-13, a settimane alterne tra le due sedi, e si concluderanno nel mese di marzo 2014 con la prova finale.

I temi affrontati nei corsi riguardano:

Le famiglie e il loro contesto socio culturale (Mediazione dei conflitti in ambito familiare, ruoli e compiti educativi - Mediazione dei conflitti familiari e multiculturalità);

La mediazione familiare. Esperienze di applicazione a confronto;

Il contesto normativo della mediazione familiare: limiti e potenzialità  (Diritti dei minori, tecniche negoziali  e mediazione dei conflitti in ambito familiare);

La dimensione psicologica delle relazioni familiari  (Genitorialità, sviluppo infantile e dinamiche di gruppo in ambito familiare - Comunicazione e dinamiche di gruppo in ambito lavorativo e familiare nel superamento di conflitti);

Costruzione della rete dei servizi di mediazione e individuazione di linee guida regionali  (Empowerment delle famiglie e welfare comunitario - I servizi di mediazione familiare nelle Marche: mappatura, potenzialità e limiti, identificazione delle linee guida regionali - La costruzione della rete dei servizi di mediazione familiare nelle Marche: gli attori e il contesto regolativo)

 

 

Il corso è attivato dall'Università di Urbino Carlo Bo in collaborazione con gli altri Atenei delle Marche e del Tribunale per i Minorenni di Ancona.

 

 


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top