Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Sede
2014/2015

Obiettivi formativi

Ideata per indagare e valorizzare, sotto un profilo internazionale e multidisciplinare, le radici archeologiche della Contea di Montefeltro e dello stesso Ducato di Urbino, si prefigge di fornire ai partecipanti gli appropriati strumenti metodologici per poter affrontare l'approccio alla stratigrafia archeologica, la gestione della relativa documentazione, la rielaborazione del dato in sede scientifica, la musealizzazione e la tutela. La prospettiva è transdisciplinare abbracciando l'archeologia, la topografia, la toponomastica, la geomorfologia. Alla fine dell'attività didattica, svolta direttamente su campo, i partecipanti saranno in grado di: riconoscere e gestire la stratigrafia e le relative problematiche, documentare il dato, catastarlo e rielaborarlo.

La frequenza al corso permetterà di acquisire conoscenze e competenze in ambito archeologico spendibili a livello nazionale ed internazionale nei settori del mondo del lavoro collegati alla gestione di uno scavo archeologico (anche di emergenza), alla ricerca, alla musealizzazione e alla valorizzazione e tutela del bene culturale.  

Il corso ha una durata di almeno due settimane continuative (dal lunedì al venerdì: 8 ore al giorno, orari 9/13 - 14/18), ma è possibile iscriversi anche a cinque settimane e si articola prevalentemente in attività di scavo archeologico e documentazione.

Sedi del corso:

- area Archeologica del Castello di Monte Copiolo (via Castello, Villagrande di Montecopiolo, PU)

- Centro di Ricerca di Archeologia Medievale Ce.A.M., (via delle Querce n. 6, 61012 Villagrande di Montecopiolo, Provincia di Pesaro e Urbino, regione Marche, Italia).  

- Alcuni corsi potranno essere tenuti en plein air presso la fortezza di San Leo (RN) ed il castello di Pietrarubbia. (PU) 

L'Università di Urbino garantisce la copertura assicurativa contro infortuni.

Sul cantiere sarà obbligatorio calzare delle scarpe anti-infortunistica; ogni partecipante dovrà portare delle proprie calzature o non sarà ammesso nel cantiere.

Il castello: il castello di Monte Copiolo (metri 1033 s.l.m.) si estende per 9000 mq. Fondato nel X secolo e castello di origine della famiglia comitale dei Montefeltro (i signori di Urbino), fu il principale centro di potere del Montefeltro, regione storica situata nell’Appennino tra Marche ed Emilia Romagna. Appartenuto sempre e direttamente ai duchi di Urbino, nel XIV secolo venne descritto come un “castello posto su un monte altissimo e fortissimo difeso da una rocca fortissima”. I resti, imponenti, mostrano l’evoluzione architettonica di una fortezza di primo interesse strategico dotata di sei cinte murarie e l’evoluzione diacronica della sua vita quotidiana dal X al XVI secolo.

Il paese di Villagrande: il paese di Villagrande di Montecopiolo, rinomata stazione turistica estiva ed invernale, sorge a 925 metri s.l.m. alla base della rupe che accoglie i resti del castello, fa parte del Parco Naturale Regionale del Sasso Simone e Simoncello. Circondato da boschi di querce e conifere popolati da daini, scoiattoli e uccelli rapaci, offre scorci paesaggistici e una natura intatta e tutelata.

Vitto alloggio e logistica: la campagna di scavo 2015 inizierà lunedì 29 giugno e si concluderà venerdì 7 agosto. Il soggiorno di studenti e responsabili è previsto presso il Centro di Ricerca di Archeologia Medievale “Ce.A.M.”, situato alle porte dell’abitato di Villagrande (Zona Artigianale Molino di Sotto, via Delle Querce n. 6). Gli studenti aderenti ai vari turni sono pregati di raggiungere il Centro di Ricerca con mezzi propri nella prima mattinata del lunedì (non oltre le 8 e 30)  oppure nella serata della domenica, giungendo non prima delle 18:30. Nel pomeriggio di ogni venerdì è previsto il ritorno a casa degli studenti, che raggiungeranno poi nuovamente il sito nella serata di domenica o nella primissima mattinata del lunedì. Gli studenti impossibilitati a tornare alla propria abitazione potranno permanere nel Centro di Ricerca (Ce.A.M.) di Montecopiolo anche durante il week – end.

Sia durante i giorni feriali che in quelli festivi le spese di vitto e pulizia alloggio (queste ultime comprendono detersivi per piatti/pavimenti, spugne, scottex etc.) sono ad esclusivo carico di ogni singolo Studente.

La colazione verrà consumata presso il Centro di Ricerca, il pranzo direttamente nel castello e la cena presso il Centro di Ricerca. Le operazioni di preparazione dei pasti e di pulizia degli alloggi saranno svolte dagli studenti divisi dalla Direzione in turni all’inizio di ogni settimana. Gli studenti dovranno portare, oltre ad un abbigliamento adatto per uno scavo e a delle scarpe anti-infortunistica, obbligatorie sul cantiere, proprie lenzuola e asciugamani. Posto il clima appenninico di Montecopiolo si consiglia anche qualche indumento più pesante per la serata. Il centro è fornito di cuscini e coperte.


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top