Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Classe Sede
2009/2010 76/S, classe delle lauree specialistiche in scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative

Obiettivi formativi

Il Corso di laurea specialistica in "Scienze e tecniche dell'attività motoria preventiva ed adattata" è finalizzato alla formazione di laureati che:
- abbiano una solida preparazione nell’area delle scienze motorie e siano in grado di progettare, condurre e gestire le attività motorie, con attenzione alle specificità di genere;
- abbiano competenze di livello avanzato per poter operare nell’ambito delle attività motorie ai fini ricreativi, di socializzazione, di prevenzione, del mantenimento e del recupero della migliore efficienza fisica nelle diverse età;
- abbiano un’approfondita conoscenza delle tecniche e dei metodi dell’educazione motoria per i disabili;
- siano in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell’Unione Europea oltre l’italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari;
- siano in grado di utilizzare i principali strumenti informatici negli ambiti specifici di competenza;
- siano in grado di lavorare con ampia autonomia, anche assumendo responsabilità di progetti e strutture;
- abbiano una professionalità di elevato livello nel campo della prevenzione e delle attività motorie adatte all’età evolutiva , all’età anziana, alle disabilità e ai particolari stili di vita.

A tale scopo, il laureato dovrà possedere competenze aggiornate e altamente qualificate nelle metodologie della prevenzione e dell’attività motoria adattata. Dovrà inoltre possedere le competenze fisiologiche, biochimiche, psicologiche, nutrizionali ed igienistiche che permettano la comprensione approfondita dei problemi legati alla prevenzione e all’attività motoria adattata.

Il principale obiettivo del corso di laurea è la formazione di figure professionali capaci di svolgere attività di progettazione, coordinamento e direzione delle:
- attività motorie e ludiche per l’età evolutiva presso istituzioni o enti con finalità educative, ricreative e di aggregazione giovanile;
- attività di prevenzione e mantenimento della capacità motoria, anche in individui con pregresse patologie congenite o acquisite, nonchè in interventi di sostegno e di recupero delle efficienza fisica e sportiva;
- attività motorie e ricreative adattate agli anziani per il mantenimento e per il recupero delle abilità e dell'autosufficienza e per la prevenzione dei deficit psicomotori correlati con la senilità, presso istituzioni o enti con finalità di assistenza, ricovero o aggregazione per la terza età;
- attività motorie adattate ai disabili presso istituzioni ed enti con finalità educative, sportive, ricreative e per l'inserimento dei disabili nel tessuto sociale;
- attività motorie finalizzate alla prevenzione delle patologie correlata con la sedentarietà e con scorretti stili di vita;
- attività rivolte a gruppi di popolazione con specifiche patologie, che possono trarre beneficio dall'esercizio fisico;
- attività motorie finalizzate al raggiungimento, al mantenimento e al recupero dell'efficienza fisica e del benessere psico fisico;
- attività motorie negli istituti di rieducazione e di pena;
- attività motorie nelle comunità di aggregazione e di recupero;
- attività delle attività motorie adattate a soggetti con pregresse patologie specifiche per la valorizzazione lo sviluppo il mantenimento e il recupero delle abilità e delle potenzialità motorie;
- attività motorie a carattere educativo e formativo nella scuola d'infanzia.

Il Corso di laurea specialistica prevede un anno di formazione comune e offre al secondo anno la scelta tra due curricula: "Attività motoria preventiva ed adattata" e "Rieducazione funzionale"

Comprende insegnamenti e attività negli ambiti biomedico, psicopedagogico e socio-organizzativo, sia nei loro aspetti di base, sia finalizzati agli specifici obiettivi del corso; si caratterizza ulteriormente attraverso insegnamenti direttamente riferiti alle attività motorie e sportive; prevede, in relazione a obiettivi specifici l'approfondimento di alcuni tra gli insegnamenti e le attività indicati, con tirocini formativi presso aziende, strutture della pubblica amministrazione e laboratori, oltre a soggiorni di studio presso altre università italiane ed estere, anche nel quadro di accordi internazionali.

La prova finale consiste in un esame sostenuto davanti ad una commissione su un elaborato scritto (tesi) svolto dallo studente sotto la guida di un docente (relatore). Un eventuale altro docente, competente nella materia e che abbia contribuito a guidare lo studente nella stesura della tesi, può, in accordo con il relatore, fungere da correlatore. Possono essere relatori i Professori Ordinari, i Professori Associati, i Ricercatori, i Titolari di Contratto Ufficiale. Possono essere correlatori anche i Titolari di Contratto Integrativo, i Docenti di altra Facoltà e i Cultori della materia. Per le tesi sperimentali è previsto il controrelatore, nominato dal Preside. La valutazione conclusiva del profitto deve tenere conto, oltre che della prova finale, anche della precedente carriera dello studente. Tale valutazione è espressa in centodecimi, con eventuale lode. Il punteggio minimo per il conseguimento del titolo è pari a 66/110. La prova finale è pubblica, così come la proclamazione del risultato finale. Le Commissioni di esame per il conferimento della Laurea specialistica sono composte da almeno sette membri, sono nominate dal Preside e sono presiedute dallo stesso Preside o da un Professore di ruolo da lui delegato. La maggioranza dei membri deve essere costituita da Professori e Ricercatori di ruolo della Facoltà.

Il corso di laurea specialistica in "Scienze e tecniche dell'attività motoria preventiva ed adattata" forma professionisti competenti nella valutazione dei fattori di rischio e nella progettazione e realizzazione di protocolli di attività motoria individualizzati, e professionisti competenti nella progettazione e realizzazione di protocolli di attività motoria finalizzati al pieno recupero motorio e posturale in seguito a traumi, anche in ambito sportivo.


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top