Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


L’Ateneo di Urbino si riconosce nel messaggio trasmesso nella campagna di comunicazione di quest’anno nel mettere al centro l’aspetto più umano dell’esperienza accademica: gli studenti non sono matricole ma persone, i docenti sono guide, gli esami diventano sfide. Le innovazioni che vengono presentate oggi si pongono nell’ottica di favorire la piena realizzazione del potenziale di crescita individuale di tutti gli attori coinvolti nel percorso formativo universitario. 

All’interno della nostra società in continuo cambiamento, l’Università deve essere in grado di favorire la partecipazione ai processi formativi e l’inclusione per garantire il diritto allo studio e le pari opportunità, attraverso percorsi che favoriscano la massimizzazione dell’apprendimento personale. L’inclusione non è un luogo comune, ma è un percorso fondamentale che richiede conoscenza e impegno.

L'evento di presentazione dei progetti

Giovedì 13 ottobre 2022 in diretta streaming dall’Aula Magna dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, il Rettore Giorgio Calcagnini, il Direttore Generale Alessandro Perfetto, Berta Martini - Prorettrice alla Programmazione Personale Docente e Processi Assicurazione della Qualità, Direttrice del Dipartimento di Studi Umanistici (DISTUM), i membri del Gruppo di lavoro interno al DISTUM d’intesa con Vincenzo Biancalana - Delegato del Rettore alla disabilità, Simona Pigrucci - Responsabile del Settore Didattica, Post Laurea e Formazione Insegnanti e Responsabile del Settore Mobilità Internazionale e Servizi agli studenti e Marcella Peruzzi - Responsabile del Settore Biblioteche, hanno illustrato le novità e i progetti che l’Ateneo ha messo in campo. 

I progetti

Tali progetti sono finalizzati a promuovere l’inclusività e l’accessibilità, a favorire lo svolgimento di un percorso accademico soddisfacente dal punto di vista dell’apprendimento e della realizzazione personale, con un’attenzione particolare per gli studenti e le studentesse con disabilità sensoriale (DS) e disturbo specifico dell’apprendimento (DSA). 

L’Ateneo ha realizzato queste iniziative avvalendosi di una linea specifica di finanziamento resa disponibile dal Ministero dell’Università e della Ricerca (Decreto Ministeriale n.752/2022) e ha deciso di puntare con particolare enfasi proprio sull’inclusione e sull’accessibilità. Si tratta di finanziamenti annuali, che tuttavia sono in grado di porre le basi per nuove prassi e cambiamenti nelle modalità di intendere la partecipazione e l’inclusione e di estendere le ricadute positive di queste iniziative all’intera popolazione studentesca e ai docenti, contribuendo a contrastare il fenomeno dell’abbandono universitario.

Gli investimenti sono stati realizzati in molti ambiti, tutti destinati a migliorare la partecipazione e la fruizione delle informazioni e delle attività formative, incluse quelle laboratoriali da parte di tutte le studentesse e gli studenti. In particolare è alle studentesse e agli studenti con DS e/o DSA che l’Ateneo intende comunicare in modo efficace i nuovi servizi e la tempistica per la loro attivazione.

Oltre ad effettuare investimenti in strumentazioni con caratteristiche di inclusività, sono state avviate iniziative specifiche di supporto agli studenti con DS o DSA  potenziando le risorse “inclusive” che le biblioteche offrono e ottimizzando la fruizione del portale web per gli utenti con bisogni specifici di accessibilità.

Le iniziative intendono dare supporto e risposta a un’esigenza che si sta manifestando in modo crescente in tutti gli Atenei italiani, come evidenziato nella Relazione Anvur 2022, ovvero un incremento significativo di accesso all’università da parte di studenti con una certificazione di DS o DSA. Per l’anno accademico 2022/2023 risultano iscritti all’ateneo urbinate circa 400 studenti e studentesse che manifestano l’esigenza di avvalersi delle modalità suppletive o integrative assicurate dalla normativa. Questo dato rappresenta un incremento significativo rispetto a soli tre anni fa, in cui gli studenti e studentesse con DS o DSA erano un centinaio, favorendo l’implementazione di nuove procedure informatizzate per la presentazione della documentazione clinica e la richiesta di misure di supporto coerenti con il proprie profilo funzionale. 

L’insieme di questi interventi ha contribuito a semplificare e sistematizzare la gestione delle esigenze personali degli iscritti ai corsi di studio dell’Università di Urbino, creando i presupposti affinché queste vengano assicurate a lezione e in fase di accertamento della personale preparazione. Da oggi però l’Ateneo intende fare molto in più. 

DS-A Studio Lab

Innanzitutto attivando il DS-A Studio Lab che offre un servizio di consulenza psico-pedagogica personalizzata, focalizzata a mettere in luce gli stili di apprendimento individuali e la motivazione allo studio al fine di definire misure compensative e supporti didattici personalizzati. Questo servizio, al momento vede come destinatari gli studenti e le studentesse dei corsi di laurea/laurea a ciclo unico, iscritti al I e II anno e intende favorire l’ingresso e la transizione dalle superiori all’Università.

Studentesse e studenti con certificazione valida allegata al proprio fascicolo elettronico, potranno accedere alle consulenze, in linea di massima previste in quattro incontri, scrivendo all’indirizzo dsa.studiolab@uniurb.it.

Attivazione del DS-A Studio Lab: Il servizio è rivolto anche al personale docente di Ateneo interessato ad approfondire gli aspetti e le metodologie didattiche più adeguate, finalizzate alla piena realizzazione del potenziale di apprendimento, in relazione alle specifiche esigenze di ciascuno studente dsa.consulenzadocenti@uniurb.it 

Attività di Formazione

Nell’ottica dell’inclusività, della condivisione e della diffusione di pratiche, saperi e strumenti, nel corso del secondo semestre, saranno organizzati dei seminari formativi e degli incontri esperienziali sulle tematiche del metodo e della motivazione allo studio rivolti a tutti gli studenti dell’ateneo.

Il progetto mira a innalzare anche le competenze interne a Uniurb. A Dicembre 2022 è previsto un percorso di formazione rivolto allo staff tecnico-amministrativo, focalizzato sulla creazione di contenuti testuali e web, allo scopo di adottare strumenti e buone pratiche  finalizzate alla pubblicazione e contenuti pienamente accessibili.

Biblioteche di Ateneo

In linea con questa progettazione, anche il Settore Biblioteche di Ateneo si è impegnato nel potenziamento di strumenti e servizi che favoriscano la fruizione di testi e materiali. Presso la Biblioteca Universitaria San Girolamo è da tempo attiva una sala con attrezzature speciali di supporto alla lettura: queste strumentazioni verranno ulteriormente integrate e alcune di esse saranno rese disponibili anche presso le altre sedi bibliotecarie. Aumentano le licenze per la conversione dei libri di testo cartacei in formato alternativo, in modo da soddisfare più velocemente le richieste da parte degli studenti e delle studentesse con bisogni specifici di accessibilità. È stata inoltre attivata una convenzione con la piattaforma Pandora Campus che permette l’accesso, con la formula del prestito temporaneo, a numerosi manuali universitari in formato accessibile. Infine, SensusAccess è un servizio che consente direttamente all'utente in possesso della e-mail istituzionale di ateneo, la conversione di pagine web e documenti, in formati alternativi accessibili, ovvero, in modalità testuale e audio. 

Portale web di Ateneo e Blended Learning

Un ulteriore intervento riguarda l’accessibilità del sito www.uniurb.it che rappresenta l’accesso principale a tutti i servizi (digitali e non) e, con oltre 12  milioni di visualizzazioni di pagina e oltre 4 milioni di utenti/anno, costituisce un asset strategico e centrale della comunicazione di ateneo. Non utenti ma persone. Dalla Legge Stanca fino ai più moderni dispositivi in materia di usabilità e accessibilità della Comunità Europee e di Agid Agenzia per l’Italia digitale, l’attenzione per i bisogni dell’utente sono stati sempre al centro di ogni fase di aggiornamento e sviluppo del portale web di ateneo. Un percorso che non inizia e non termina oggi ma continua grazie all’introduzione di nuovi strumenti, formazione mirata e di figure professionali specializzate.

Grazie ad un tool fornito da AccessiWay che garantisce un alto livello di conformità alle WCAG 2.1 (linee guida per l'accessibilità dei siti Web), ogni persona può impostare delle opzioni di fruizione coerenti con il proprio bisogno specifico di accessibilità per accedere alle informazioni di interesse.

Questo strumento è stato inoltre esteso anche alla piattaforma blended.uniurb.it, porta d’accesso principale a tutti materiali didattici resi disponibili alle studentesse e agli studenti del nostro ateneo. 

Smart Display d’Aula

Fra la strumentazione acquisita con i fondi del progetto si segnala in particolare lo Smart Display d’Aula, un display e-ink ad alto contrasto dotato di tecnologia Beacon BLE, hardware Raspberry Pi Zero. Il display sarà posizionato all’esterno delle aule (progetto pilota presso Palazzo Battiferri) e servirà per la visualizzazione e/o lettura su dispositivi smart (smartphone, tablet) dell’attività didattica programmata. 

Tutta la tecnologia (hardware e software) si ispira a principi di sostenibilità e riutilizzo, in quanto viene rilasciata con licenza open source, come da indicazioni di AGID. Inoltre i dispositivi sono a basso consumo, la scocca è realizzata in PLA, un materiale che ha caratteristiche simili al poliestere e al PET (durezza, resistenza) ma totalmente biodegradabile.


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2022 © Tutti i diritti sono riservati

Top