Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Classe Sede
2005/2006 11, classe delle lauree in lingue e culture moderne

Obiettivi formativi

Il laureato avrà sicura padronanza di una lingua europea e di una lingua orientale, delle tecniche della informazione e della comunicazione e sarà in possesso dei metodi della ricerca scientifica pertinente all’ambito delle lingue e culture europee e orientali. Sarà quindi mediatore tra la cultura europea e quelle dell’Asia o del Medio Oriente e saprà operare in contesti multietnici e multiculturali. Avrà inoltre la preparazione necessaria a frequentare corsi di laurea specialistica finalizzati alla formazione dei docenti.
Il laureato saprà svolgere attività professionali nei settori dei servizi culturali e in quelli sociali, nell’editoria e nei mass media, nelle rappresentanze diplomatiche e nelle istituzioni internazionali, nel turismo e nelle attività commerciali. Sarà quindi una figura di raccordo tra diverse aree linguistiche e culturali in molti settori del mondo del lavoro contemporaneo. Il laureato potrà essere occupato nei servizi sociali che accolgono persone del mondo arabo e cinese e lavorare nelle agenzie turistiche che operano in queste aree geografiche.
La didattica del corso si articola in insegnamenti frontali, attività di laboratorio, incontri e seminari, stage e tirocini in enti e imprese locali ed estere al fine di dotare gli studenti di una preparazione linguistica, scientifica e culturale tale da consentire loro il proseguimento degli studi e della ricerca, ma anche immediatamente spendibile nella realtà lavorativa. Sono inoltre attivi: - Servizio di tutorato per l’inserimento degli studenti nel mondo universitario; - Corsi di informatica di livello elementare e avanzato; - Corsi propedeutici agli esami degli Enti certificatori esteri per le lingue; - Scambi internazionali con numerosissime università europee (Socrates-Erasmus), americane e australiane; - Attività di tirocinio e stage presso istituti, enti e aziende del territorio.
Alla fine del III anno di corso deve essere redatta una tesi di circa 30 pagine che prevede l’utilizzo prevalente di testi in lingua straniera; la discussione si terrà parzialmente in lingua straniera. La tesi dovrà essere accompagnata da due riassunti (di circa due pagine ciascuno), uno in italiano e l’altro in una delle due lingue straniere studiate. I riassunti sono compito esclusivo dello studente. Le tesi svolte in discipline diverse da Lingua o Letteratura straniera o Storia della cultura straniera avranno per correlatore un docente di Lingua o di Letteratura straniera.
Lingue e civiltà orientali (11)
E' prevista l'attivazione di una laurea specialistica in Lingue e civiltà orientali.
- Chi vuole vivere e lavorare consapevolmente nell'era globale deve conoscere le Lingue. - La Facoltà di Lingue è al 3° posto fra le Facoltà di Lingue in Italia. E' all'avanguardia per innovazione e attenzione al mondo del lavoro - Lingue e civiltà orientali nasce dalla crescente attenzione dell'impresa e dell'Università per il mercato e le culture orientali. - Un mondo affascinante si apre al laureato, che potrà trovare occupazione sia nel settore estero delle industrie che hanno rapporti con paesi del Medio Oriente e dell'Asia orientale, che nelle istituzioni culturali e nelle ambasciate.

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top