Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Facoltà di Lettere e Filosofia

A.A. Classe Sede
2008/2009 interclasse L-1 BENI CULTURALI e L-10 LETTERE

Obiettivi formativi

Il Corso di laurea è triennale, e offre percorsi di studio nella Classe di Laurea in Lettere o nella Classe di Laurea in Beni Culturali.

Al termine del Corso lo studente consegue la Laurea in Lettere o la Laurea in Beni Culturali.

I curricula di Lettere sono proposti agli studenti che abbiano interesse per le letterature antiche e moderne, la linguistica, la filologia, la storia antica e moderna, la storia dell’arte antica e moderna. Essi offrono loro la possibilità di acquisire in tali ambiti una solida formazione culturale, fondata sulla conoscenza degli elementi fondamentali delle vicende letterarie, storiche e storico-artistiche antiche e moderne; forniscono inoltre competenze specifiche e metodologie adeguate al miglior inserimento nel mondo del lavoro secondo le esigenze degli orientamenti culturali più recenti. Tramite l'accesso alle successive lauree specialistiche, il Corso avvia inoltre alla docenza nelle scuole medie e superiori e ad attività di ricerca nell'Università.

I curicula di Beni Culturali sono proposti agli studenti che abbiano interesse per il patrimonio culturale – per i suoi processi di formazione e di trasformazione –  negli ambiti archeologico e storico-artistico. Essi offrono la possibilità di acquisire in tali ambiti una solida formazione di base, metodologica e storica, fondata sulla conoscenza specifica delle materie attinenti ai diversi settori; includono un’adeguata conoscenza delle discipline giuridiche necessarie alla tutela del patrimonio; grazie alla presenza di laboratori informatici nei diversi settori disciplinari e a mirate attività di tirocini e stages (condotte a livello nazionale) permettono l’acquisizione di competenze tecniche per gli interventi di organizzazione e di gestione nonchè lo sviluppo di capacità di comunicazione e promozione. Tramite l’accesso alle successive lauree specialistiche, il Corso avvia a svolgere attività professionali nel settore della tutela e della valorizzazione dei beni culturali; avvia, inoltre, ad attività di ricerca nell’Università.

Lettere e beni culturali (L-1 / L-10)

Coloro che avranno conseguito la Laurea triennale in Lettere potranno svolgere attività nei campi del giornalismo, dell’editoria, della pubblicità, della ideazione e organizzazione di eventi culturali, presso amministrazioni pubbliche, fondazioni private, musei, biblioteche ed altre istituzioni impegnate nella gestione e produzione della cultura, come anche nella conservazione e divulgazione del patrimonio letterario ed artistico. Potranno altresì iscriversi al Lauree specialistiche o magistrali per conseguire poi l’abilitazione all’insegnamento nelle scuole medie inferiori e superiori.

 

Coloro che avranno conseguito la Laurea triennale in Beni Culturali potranno svolgere - sia su un piano generale che per ambiti definiti - attività di sostegno alla ricerca, di assistenza agli interventi di gestione programmata, di catalogazione, di promozione e divulgazione del patrimonio. Tali attività possono essere svolte sia all’interno delle istituzioni pubbliche, cui compete la tutela del patrimonio culturale (enti locali, Ministero per i beni e le attività culturali), sia nel più generale contesto degli interventi di valorizzazione (organizzazione di mostre e convegni, attività editoriali e di marketing) presso istituzioni specifiche e aziende che operano nel settore della tutela e della valorizzazione dei beni culturali.

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)

Una stretta e proficua interazione tra studio filologico-letterario, storico e archeologico-artistico nell'ambito della tradizione culturale umanistica è alla base del Corso di Laurea Interclasse L-10 e L-1. I metodi di studio e di formazione peculiari delle due classi favoriscono una proficua interazione, tesa alla conoscenza approfondita del patrimonio culturale europeo dall’età antica fino all’età contemporanea. L’adozione dei SSD e degli insegnamenti è finalizzata all’acquisizione di tale conoscenza.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)

Particolare attenzione sarà dedicata a stimolare la curiosità scientifica degli studenti e a sviluppare le tendenze e le capacità individuali. Attraverso specifiche esercitazioni lo studente apprenderà l’uso corretto e critico degli strumenti bibliografici tradizionali e di quelli mediatici attuali, in modo che al termine del percorso formativo il laureato possa essere in grado di elaborare criticamente le nozioni apprese e di applicarle nell’attività professionale.

Autonomia di giudizio (making judgements)

Lo studente è guidato all’apprendimento personale e critico delle nozioni e delle metodologie di studio in vista di una loro autonoma applicazione. I risultati saranno sottoposti a verifiche attraverso seminari, esercitazioni, discussioni con docenti ed esperti esterni, e da ultimo attraverso l’elaborazione della prova finale.

Abilità comunicative (communication skills)

Lo studente deve esercitarsi a comunicare sia oralmente che per iscritto le conoscenze acquisite e le conclusioni personali alle quali è pervenuto, attraverso l’attiva partecipazione a lezioni e seminari, e in apposite esercitazioni. Deve mostrare chiarezza, proprietà e sobrietà di linguaggio.

Capacità di apprendimento (learning skills)

Lo studente è guidato all’acquisizione di un metodo di studio per l’acquisizione di conoscenze in settori specifici, che gli consentano prime esperienze di ricerca. Le modalità didattiche per conseguire tale scopo non si limiteranno ai corsi istituzionali, ma si estenderanno ad attività di carattere pratico, quali seminari, tirocini, stages, attività di laboratorio.

Prerequisiti consigliati/obbligatori, prove di ammissione e/o di orientamento

Per essere ammessi al corso di laurea gli studenti devono essere in possesso dei titoli di studio previsti dalla normativa vigente.

Agli iscritti al corso di laurea è richiesto di dimostrare il possesso di conoscenze generali di base nelle discipline dell’italiano, della storia e della geografia. La verifica obbligatoria è attuata mediante prove le cui modalità sono definite dal Consiglio di Corso di Laurea.

Il medesimo Consiglio stabilisce obblighi di frequenza ad attività formative aggiuntive per colmare, entro il primo anno di corso, eventuali lacune accertate: a questo scopo saranno attivati corsi specifici, che non attribuiscono CFU, per gli iscritti che non superino positivamente la verifica.

Per venire incontro alle più diverse esigenze culturali degli studenti il Corso di laurea si articola in quattro diversi percorsi formativi o curricula:

 

 LAUREA in LETTERE

 

1. Curriculum Letterario classico
2. Curriculum Letterario moderno

 

LAUREA in BENI CULTURALI

 

3. Curriculum Archeologico
4. Curriculum Storico artistico

 

Per ciascun Curriculum è stato predisposto uno specifico Piano di studio. 

 

Il Corso è costituito da lezioni frontali, seminari ed esercitazioni a seconda delle esigenze dei curricula e delle singole discipline.

La prova finale consiste nella discussione pubblica, dinanzi ad una commissione appositamente nominata, di un elaborato scritto sopra un argomento coerente con il percorso formativo, e scelto dallo studente in accordo con un docente con il quale abbia sostenuto almeno un esame.

In vista del proseguimento degli studi, il Corso interclasse triennale ha specifiche affinità con

- la  Laurea Magistrale in Archeologia e letterature Classiche del Mediterraneo,

- la Laurea specialistica in Tradizione e interpretazione dei testi,

- la Laurea specialistica in Storia dell’arte,

- la Laurea Specialistica in Scienze archivistiche, librarie e dell’informazione documentaria.

Il Corso prevede, per gli studenti che nelle scuole medie superiori non abbiano seguito insegnamenti di lingue classiche, corsi di studio assistito in lingua greca elementare e lingua latina elementare. La Biblioteca centrale, e le biblioteche dei vari istituti, hanno alle spalle una illustre tradizione storica, e forniscono materiali altamente specializzati, tali da consentire allo studente ogni sussidio per la preparazione degli esami e per l'elaborazione della prova finale.

Il Corso offre inoltre agli studenti, per i diversi profili, la partecipazione:

- a convegni e conferenze sui temi affrontati nei diversi ambiti disciplinari;

- ai viaggi di istruzione in Italia e all’estero organizzati dai diversi Istituti e guidati dai docenti;

- alle campagne di scavo a Cerveteri, Cirene, Fossombrone, Monte Copiolo, Sassoferrato;

- al tirocinio sulla classificazione e catalogazione dei beni archeologici in convenzione con il Centro beni culturali della Regione Marche;

- al laboratorio didattico nel Museo dei Gessi.

ll corso di laurea dispone di un laboratorio-aula informatica per tutti gli studenti    (Piano Santa Lucia 6).

Il programma Erasmus offre agli studenti la possibilità di un  soggiorno  formativo presso numerose Università estere consorziate ( 0722 350818, studerasmus@uniurb.it).


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top