Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

A.A. Classe Sede
2009/2010 LM-37 LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROPEE E AMERICANE

Obiettivi formativi

Il corso fornirà agli studenti competenze linguistiche avanzate e conoscenze approfondite delle letterature e delle culture dei paesi delle lingue studiate mediante strumenti metodologici innovativi, nell'ambito dell'integrazione culturale o nell'ambito della educazione. Il corso sviluppa una formazione specifica per continuare gli studi in attività di ricerca, per la programmazione, la gestione e l'organizzazione di attività culturali e spettacoli dal vivo, o prepara all'insegnamento delle lingue nell'ambito scolastico

I previsti curricula garantiranno una approfondita preparazione nell'ambito linguistico culturale, nell'organizzazione dello spettacolo o nella didattica delle lingue.

Lingue per scuole, spettacoli e libri (LM-37)

Il corso si prefigge di formare figure professionali nell'ambito dei servizi culturali e nell'editoria, l'organizzazione di eventi culturali, consulenza linguistica nei settori delle performing arts, direzione e gestione nelle strutture artistiche, formazione educativa finalizzata all'apprendimento delle lingue e letterature straniere, facilitazione linguistica.

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Il laureato
- conosce in maniera approfondita non solo la lingua o le lingue studiate, ma anche i linguaggi settoriali e possiede i saperi necessari alla comunicazione in ambito letterario-culturale, artistico e glottodidattico;
- possiede competenze di livello avanzato per la descrizione e l'analisi dei processi linguistici;
- conosce in maniera approfondita la realtà storico-culturale, socio-antropologica dei paesi che utilizzano le lingue studiate;
- ha elevata consapevolezza dei problemi della integrazione e della comunicazione interculturale;
- possiede conoscenze in ambito economico, giuridico e gestionale relative all'impresa spettacolo e alla sua organizzazione.
Tali risultati verranno raggiunti mediante l'approfondimento dello studio di una o due delle lingue scelte nel triennio; tale studio sarà integrato e completato nei tre curricula da insegnamenti che permettano di acquisire conoscenze avanzate sul contesto sociale, storico e culturale di tale lingua, sulle modalità teoriche e pratiche del suo insegnamento, e che rendano possibile il suo utilizzo in campo artistico, in particolare nell'organizzazione di mostre e spettacoli. In ognuno dei tre indirizzi grande importanza avranno i laboratori, dove gli studenti affineranno e metteranno alla prova le diverse conoscenze settoriali acquisite. Le modalità di verifica consisteranno in esami scritti e orali, nella valutazione di elaborati, progetti e attività pratiche degli studenti. Della prova finale saranno giudicate la coerenza e la complessità, la problematicità e l'originalità.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Il laureato
- sa utilizzare con duttilità espressiva la o le lingue straniere studiate sia nella conversazione che nella scrittura, tenendo conto dei diversi contesti d'uso: letterario-culturale, artistico e glottodidattico;
- sa organizzare informazioni anche complesse in modo coerente e consono alla situazione comunicativa;
- sa progettare interventi di intermediazione culturale nel campo dei tre indirizzi previsti;
- è in grado di applicare le conoscenze avanzate acquisite negli ambiti lavorativi individuati dai tre indirizzi, integrando competenze teoriche e pratiche.
Per il conseguimento di queste abilità, oltre agli insegnamenti impartiti, un ruolo importante avranno le attività svolte dagli studenti nei laboratori. Le modalità di verifica sono quelle indicate nel punto precedente.


Autonomia di giudizio (making judgements)
Il laureato
- sa esprimere opinioni autonome su temi socio-culturali riguardanti i paesi delle lingue studiate;
- possiede capacità critiche che gli consentono una argomentata valutazione di testi in ambito linguistico, letterario, socio-culturale ed artistico, inserendoli nei contesti ad essi soggiacenti;
- sa valutare l'efficacia di processi educativi/formativi negli ambiti ad essi connessi.
Per il conseguimento di questi obbiettivi un ruolo particolare avrà il continuo confronto tra la propria cultura e quella del paese della lingua studiata, veicolato da molti degli insegnamenti previsti, e l'avvenuta acquisizione, grazie all'insegnamento frontale e alle attività di laboratorio, di competenze sia teoriche che pratiche, tali da permettere un'operatività efficace ed autonoma negli ambiti lavorativi dei tre indirizzi.
Le modalità di verifica sono quelle indicate nei punti precedenti.

Abilità comunicative (communication skills)
Il laureato
- sa comunicare con proprietà sia nella propria lingua che nella lingua straniera, con la consapevolezza dei vari registri stilistici e terminologici richiesti dai differenti contesti, utilizzando i saperi settoriali dei tre indirizzi;
- è in grado di lavorare in équipe;
- è in grado di affrontare situazioni comunicative complesse con interlocutori dotati di competenze e abilità pari alle sue negli ambiti individuati dai tre indirizzi.
Anche per il conseguimento di queste abilità, oltre agli insegnamenti frontali particolarmente utili saranno le attività svolte in comune dagli studenti nei laboratori e nei seminari.
Le modalità di verifica sono quelle indicate nei punti precedenti.

Capacità di apprendimento (learning skills)
Il laureato ha gli strumenti teorico-metodologici e le competenze pratiche necessari per:
- continuare gli studi in una eventuale attività di ricerca;
- riqualificarsi in modo autonomo in ambiti lavorativi anche diversi da quelli individuati come sbocco ai diversi indirizzi del corso;
- conseguire le conoscenze richieste nelle attività formative previste per l'abilitazione all'insegnamento secondario;
- proseguire il proprio percorso formativo e di aggiornamento professionale utilizzando anche I.C.T.
Il raggiungimento di queste capacità è reso possibile dal tipo di insegnamento impartito nel corso, che tende a stimolare la partecipazione attiva del discente al processo formativo, attraverso la produzione guidata di lavori propri. La verifica di queste capacità si baserà, all'interno di ogni prova di esame e valutazione di attività seminariali e di laboratorio, prevalentemente sulla parte di programma o di lavoro svolta autonomamente dagli studenti.

II corso di laurea magistrale offre 3 percorsi formativi ognuno dei quali ha specifiche finalità:
• Il curriculum Una lingua: testi e contesti consentirà agli studenti di raffinare la propria competenza storica, filologica e metalinguistica di una delle lingue studiate e di acquisire conoscenze avanzate della storia letteraria e culturale dei paesi in cui si parla la lingua prescelta attraverso l'analisi dei testi letterari, la loro traduzione, la loro interpretazione anche attraverso l'esame del contesto culturale della civiltà che li ha prodotti. Tutto questo, unito alle capacità di utilizzare gli strumenti informatici dell'ambito di competenza, consentirà ai laureati di esercitare funzioni di elevata responsabilità nell'ambito di: editoria; istituzioni culturali e rappresentanze diplomatiche e consolari; organizzazioni internazionali governative e non governative; istituzioni educative; istituzioni culturali della pubblica amministrazione; enti di promozione culturale.
• Il curriculum Organizzazione dello spettacolo dal vivo fornirà agli studenti capacità di progettazione e organizzazione dello spettacolo dal vivo con particolare riferimento alle attività di comunicazione interculturale necessarie a questo tipo di fenomeni sempre più di carattere internazionale. La padronanza linguistica acquisita, unita a conoscenze di base di carattere economico-giuridico e storico-culturale, consentirà ai laureati di operare in: istituzioni locali, regionali, nazionali ed internazionali preposte alla organizzazione di attività culturali; editoria di settore; organizzazione congressuale di eventi culturali; uffici stampa dei teatri; consulenza linguistica e organizzazione nei settori delle performing arts; servizi di gestione e sviluppo nei settori di comunicazione di massa.
• Il curriculum Linguistica e didattica delle lingue fornirà agli studenti le necessarie competenze per svolgere attività di formazione educativa finalizzata all'apprendimento delle lingue straniere sia nell'ambito scolastico che in quello della educazione permanente. Al termine del corso di studio, grazie alle competenze acquisite e alle attività di tirocinio didattico predisposte, i laureati saranno altamente qualificati per operare nell'ambito di: settori dell'editoria destinata all'apprendimento-insegnamento delle lingue; istituzioni nazionali e internazionali che operano nell'ambito dell''integrazione culturale; servizi locali per l'immigrazione e le relazioni multietniche (comuni, scuole,tribunali, consultori,carceri). Potranno inoltre partecipare alle attività previste per conseguire l'abilitazione all'insegnamento.

-Chi vuole vivere e lavorare consapevolmente nell'era globale deve conoscere le lingue.
-La classifica del Censis del 2009 colloca la nostra Facoltà al primo posto nella graduatoria delle Facoltà di Lingue e Letterature di tutto il territorio nazionale.
-Nell'ultimo resoconto del CIVR (Comitato nazionale di Valutazione della ricerca) l'Ateneo di Urbino è stato collocato al primo posto tra le università di medie dimensioni per il settore Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche, a cui fanno capo la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere e la Facoltà di Lettere e Filosofia. Il giudizio di merito è stato: eccellente 71%, buono 29%.
-La nostra Facoltà è all'avanguardia per innovazione e attenzione al mondo del lavoro.
-Sono previsti laboratori di analisi dei testi e per l'organizzazione dello spettacolo dal vivo, nonché laboratori di didattica dell'italiano e delle lingue straniere (CLIL).


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top