Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Facoltà di Scienze e Tecnologie

A.A. Classe Sede
2009/2010 LM-75 SCIENZE E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO

Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale in Ecologia dei Cambiamenti Climatici ha l'obiettivo di fornire una preparazione transdisciplinare e integrata che permette di pianificare e progettare scenari ambientali, al fine di individuare strategie di adattamento del sistema territoriale alle variazioni climatiche, nonché di riduzione della vulnerabilità. Gli obiettivi tematici sono rivolti alla valutazione delle modificazioni dei sistemi naturali e ambientali indotte dalle attività e dagli insediamenti antropici, in relazione agli effetti dei cambiamenti climatici.

Ecologia dei cambiamenti climatici (LM-75)

Sulla base degli obiettivi specifici, i principali sbocchi occupazionali del Corso di Laurea Magistrale in Ecologia dei Cambiamenti Climatici sono relativi a Enti pubblici e privati e studi professionali per:

§ orientare la pianificazione, la progettazione, e la gestione di azioni che tengano in considerazione un quadro valutativo innovativo, legato agli effetti delle trasformazioni ambientali indotte dai cambiamenti antropici e climatici, introducendo nuovi processi economici sostenibili;

§ la pianificazione, la progettazione e la realizzazione di interventi di recupero ambientale;

§ il controllo e monitoraggio degli ecosistemi, del territorio, e la difesa del suolo;

§ la valutazione delle risorse rinnovabili

 

I risultati di apprendimento attesi per un laureato Magistrale in Ecologia dei Cambiamenti Climatici, espressi tramite i Descrittori di Dublino, sono i seguenti:

- Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)

Il titolo finale di secondo ciclo verrà conferito agli studenti che hanno dimostrato conoscenze e capacità di comprensione che consentono di elaborare e applicare analisi e valutazioni originali relative alle problematiche legate al forcing climatico, all'impatto delle variazioni climatiche e alla pianificazione territoriale, anche in un contesto di ricerca che permetta di trovare soluzioni innovative alle suddette problematiche ambientali. Il grado di apprendimento è valutato mediante esami di profitto e prove pratiche orali e scritti.

- Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and under standing)

I laureati devono essere capaci di applicare le loro conoscenze, acquisite dagli esami di profitto, ed aver sviluppato capacità di comprensione e abilità nel risolvere i problemi correlati alle tematiche ambientali. La figura professionale dovrà essere capace di coniugare le proprie conoscenze ai diversi contesti ambientali, in ambito chimico-fisico, geologico e bioecologico.

- Autonomia di giudizio (making judgements)

I laureati devono acquisire, sulla base delle conoscenze impartite dai docenti del corso, la capacità di integrare le suddette conoscenze, in modo da gestire la complessità correlata a impatti, pianificazione, mitigazione e compensazione delle variazioni climatiche.

- Abilità comunicative (communication skills)

L'esperienza acquisita nel superamento degli esami dovrà permettere ai laureati di comunicare le conoscenze acquisite a interlocutori specialisti e non specialisti, in modo da rendere chiara una visuale ampia e integrata delle suddette problematiche che portano alla soluzione dei problemi. Particolare impulso a tali capacità matura sia attraverso le opportunità fornite durante i corsi di insegnamento, sia soprattutto con l'applicazione della teoria alla pratica durante le attività di campo e nella prova finale.

- Capacità di apprendimento (learning skills)

Dalla frequentazione di corsi e laboratori dedicati, i laureati devono aver sviluppato quelle capacità di apprendimento che consentano loro di continuare a studiare in modo autonomo, per approfondire e valutare qualsiasi situazione che richieda il loro intervento come esperti di procedure di valutazione ambientale.

 

Prerequisiti consigliati/obbligatori, prove di ammissione e/o di orientamento

Lo studente deve essere in possesso di diploma di laurea triennale nella classe L-32. Oppure lo studente deve essere in possesso di altro diploma di laurea triennale o diploma universitario di durata triennale, nonchè di un titolo equipollente conseguito all'estero ai sensi della normativa vigente; per tutti i suddetti diplomi o titoli, eventuali integrazioni curriculari in termini di CFU dovranno essere acquisite prima della verifica della preparazione individuale.

• per i laureati o diplomati triennali, l'ammissione al corso di laurea Magistrale sarà basata sull'esame del curriculum individuale da parte della Commissione Didattica, con successiva delibera del Consiglio di Corso di Laurea
• come requisito di accesso necessario per l'iscrizione alla Laurea Magistrale in Ecologia dei Cambiamenti Climatici, occorre che lo studente abbia acquisito almeno 40 CFU nei settori scientifici disciplinari di ambito FIS, GEO, BIO e CHIM della tabella del RAD per la laurea triennale (L32) in Scienze dell'Ambiente e della Natura, tenendo comunque conto che l'eventuale deficit riscontrato dalla Commissione Didattica (e deliberato dal Consiglio di Corso di Laurea) nella preparazione, sulla base del curriculum presentato, deve essere colmato, con le modalità indicate dalla Commissione stessa, entro il termine ultimo per le iscrizioni ai corsi di laurea (31 dicembre). Le attività formative integrative della preparazione dello studente non possono essere conteggiate ai fini del conseguimento del titolo.

Il corso di Laurea Magistrale si articola in due curricula, l'uno ambientale e l'altro naturalistico. In tali curricula vengono approfondite le seguenti tematiche, che si sviluppano nel corso di quattro semestri:

1) Le variazioni climatiche nell'ambiente: il forcing climatico naturale e antropico; le variazioni climatiche fluido-dinamiche: effetti e previsioni. Vengono descritti ed analizzati i processi chimici, fisici e geologici che configurano la variabilità climatica a livello temporale e zonale.

2) Impatto delle variazioni climatiche sui sistemi naturali e vulnerabilità: vengono analizzate le dinamiche dei sistemi fisico-geologici e bioecologici in relazione all'impatto delle variazioni climatiche su di essi ed alla loro vulnerabilità.

3) (Curriculum ambientale) Vengono analizzati i principi e bilanci economici, le politiche per la mitigazione del rischio, la pianificazione energetica territoriale e vengono sviluppati modelli territoriali previsionali. (Curriculum naturalistico) Sono considerate le metodologie per un'analisi qualitativa e quantitativa della distribuzione spaziale e temporale dei popolamenti animali e vegetali e le tecniche di monitoraggio delle comunità biologiche.

4) (Curriculum ambientale) Vengono affrontate applicazioni gestionali e bilanci energetici per la pianificazione, mitigazione e compensazione dell'impatto climatico, con particolare riferimento ai sistemi e alle tecnologie per l'energia rinnovabile. (Curriculum naturalistico) Vengono approfondite le tematiche legate alla conservazione e gestione della biodiversità.

Nell'ambito applicativo, l'ultimo semestre viene dedicato in massima parte allo svolgimento del laboratorio di tesi, mirato ad approfondire tematiche di pianificazione, progettazione e gestione delle problematiche ambientali e naturali correlate alle variazioni climatiche.

Lo studente che abbia superato tutti gli esami del biennio potrà sostenere la Prova Finale che consiste in un esame pubblico, dinnanzi ad una apposita commissione, su un elaborato scritto che può essere di tipo sperimentale, oppure compilativo e deve essere comunque il risultato di un lavoro di analisi ed elaborazione su un progetto di ricerca di interesse nell'ambito scientifico del Corso di Laurea in Ecologia dei Cambiamenti Climatici

La prova finale può svolgersi in lingua straniera comunitaria; parimenti in lingua straniera comunitaria possono essere redatti l'elaborato scritto e la tesi.

Il Corso di Laurea Magistrale in Ecologia dei Cambiamenti Climatici ha ricevuto un finanziamento dal Ministero dell'Ambiente per l'unicità e importanza delle tematiche che vengono trattate, per le specifiche competenze in materia presenti nell'Ateneo di Urbino e, soprattutto, per la necessità di formare laureati in grado di gestire le problematiche legate all'impatto delle variazioni climatiche, sia a livello locale che globale. Tale finanziamento offre agli studenti borse di studio che permettono di coprire le tasse universitarie e offre l'utilizzo di mezzi informatici appropriati alle finalità del corso. 

Bando per l’assegnazione di 30 borse di studio biennali destinate a studenti iscritti al corso di laurea Magistrale in “Ecologia dei Cambiamenti Climatici”(LM 75) • Il bando verrà pubblicato a breve

 


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top