Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Facoltà di Scienze e Tecnologie

A.A. Classe Sede
2009/2010 Classe LM-6

Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale è diretto a formare specialisti che abbiano una solida preparazione scientifica di base e applicativa negli ambiti biomolecolare, biosanitario e nutrizionistico, tenendo conto dei requisiti di accesso alla professione di Biologo. In particolare, il corso è volto a formare specialisti nell'ambito di attività di ricerca di base e applicata correlata con le discipline biologiche, biochimiche e biomolecolari; formerà inoltre esperti in attività professionali e di progetto in ambiti correlati alla diagnostica di laboratorio biomedico nonchè in ambiti relativi alla corretta applicazione della nutrizione umana.

Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione (LM-6)

I laureati in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione saranno in possesso delle conoscenze professionali utili per un inserimento nel mondo del lavoro in ambiti della biologia che caratterizzano i curricula di questo corso di laurea. Essi potranno esercitare la libera professione previa l'iscrizione all'Albo professionale dei Biologi e/o trovare lavoro presso Enti pubblici (Comuni, Province, Regioni, Parchi e Riserve naturali,ecc.) e privati, Strutture pubbliche socio-sanitarie (ASL, ARPA, ecc.), Università, Studi professionali privati, Istituti di ricerca, divulgazione scientifica. Potranno inoltre accedere attraverso le scuole di specializzazione ai ruoli dirigenziali di competenza biologica nel Sistema Sanitario Nazionale.
Nello specifico, l'ambito occupazionale del laureato magistrale in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione con indirizzo di Biochimica clinica risiede primariamente nel settore sanitario sia pubblico che privato, in particolare nei laboratori di analisi biologiche, biochimico-cliniche e microbiologiche, nonchè nell'industria biomedica, nella ricerca scientifica sia pubblica che privata nel campo biomedico.
I laureati magistrali in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione con indirizzo di Ricerca biomolecolare potranno elettivamente inserirsi in settori riguardanti attività di ricerca di base e applicata in strutture pubbliche o private nei settori della Biologia Cellulare e molecolare, della Genetica, della Farmacologia; attività di promozione e sviluppo dell'innovazione scientifica e tecnologica nel campo biomolecolare e cellulare; attività professionali e di progetto, in ambiti correlati con le discipline biologiche che caratterizzano il curriculum, negli istituti di ricerca sia pubblici che privati, nei settori dell'industria, della sanità e della pubblica amministrazione; attività nei laboratori di analisi biologiche e di controllo di qualità dei prodotti di origine biologica.
L'ambito occupazionale dei laureati magistrali in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione con indirizzo di Biologia della nutrizione risiede primariamente nello svolgimento della libera professione e/o in collaborazione con strutture del Sistema Sanitario Nazionale, società di servizi, strutture scolastiche svolgendo attività finalizzate alla corretta applicazione dell'alimentazione e nutrizione inclusi gli aspetti educativi e di collaborazione all'attivazione di politiche alimentari. Saranno in grado di proporre e realizzare innovazioni nel settore della trasformazione e conservazione degli alimenti trovando impiego nelle industrie alimentari, farmaceutiche e più in generale nell'indotto agro-alimentare, nonché negli enti di ricerca interessati all'alimentazione e nutrizione. Avranno competenze nella progettazione e realizzazione di interventi dietetico-nutrizionali nelle diverse condizioni fisiologiche e nelle diverse patologie. Specifici sbocchi professionali potranno essere, oltre alle strutture sanitarie pubbliche o private, i servizi di nutrizione e ristorazione collettiva e i servizi di igiene degli alimenti. Potranno inoltre operare nel settore della distribuzione e commercializzazione dei prodotti di interesse nutrizionale.

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Il titolo finale di secondo ciclo verrà conferito agli studenti che abbiano dimostrato conoscenze e capacità di comprensione che estendono e rafforzano quelle associate al primo ciclo della laurea triennale. In particolare, i laureati avranno acquisito competenze integrate nel campo delle discipline biologiche con riferimento ai settori biomolecolare, biosanitario e nutrizionistico. Avranno inoltre una preparazione scientifica avanzata negli ambiti morfologico-funzionale, chimico-biochimico e cellulare-molecolare e saranno in grado di utilizzare tecniche e metodologie di analisi innovative negli ambiti biosanitario e nutrizionistico. In aggiunta, le specifiche conoscenze acquisite permetteranno ai laureati di formulare, elaborare e applicare idee originali in contesti di ricerca. Infine, saranno in grado di utilizzare in forma scritta e orale una lingua dell'Unione Europea (inglese) oltre all'Italiano con riferimento ai lessici disciplinari. A tal fine lo studio delle discipline caratterizzanti si integrerà con materie affini e integrative specifiche per i vari curricula, sviluppate mediante corsi teorici e pratici riguardanti anche temi di avanguardia nel settore della Biologia. La loro preparazione verrà inoltre approfondita con tirocini, seminari, stages nonchè assegnazione di tesine di approfondimento e discussioni di articoli scientifici. Si favoriranno inoltre momenti di lavoro di gruppo al fine di stimolare capacità di collaborazione all'interno di un team. Durante l'elaborazione della tesi lo studente avrà la possibilità di sviluppare capacità di progettazione di idee originali anche in un contesto di ricerca. Il grado di apprendimento verrà valutato sia durante prove di verifica in itinere che mediante il superamento degli esami di profitto orali e/o scritti e prove pratiche degli insegnamenti comuni e degli insegnamenti opzionali scelti dallo studente.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
I laureati saranno in grado di applicare ai diversi ambiti lavorativi di pertinenza e in maniera altamente professionale, le conoscenze e le capacità di comprensione acquisite. Avranno una solida preparazione scientifica a livello delle tecniche e metodologie per applicazioni biologiche, biochimiche e biomolecolari nei settori biomedico, nutrizionistico, della ricerca, dell'industria e della sanità. I laureati saranno inoltre in grado di ideare e sostenere argomentazioni tali da permettere la risoluzione di problemi attinenti al proprio settore di studi. Tali capacità verranno stimolate durante la frequenza ai corsi teorici e alle esercitazioni pratiche di laboratorio. Saranno inoltre previste attività di tirocinio o stages presso Istituti universitari e non, che consentiranno agli studenti di applicare le conoscenze teoriche e tecniche acquisite in un contesto diverso da quello delle esercitazioni di laboratorio. Ampio rilievo verrà dato al lavoro di tesi che lo studente svolgerà in maniera prevalentemente autonoma dimostrando capacità di applicare conoscenza e comprensione acquisite al contesto pratico della ricerca. Il conseguimento di tali obiettivi sarà verificato mediante prove in itinere, corsi di laboratorio, prove di esame, presentazione di relazioni scritte e/o orali sia di gruppo che individuali all'interno degli insegnamenti comuni e opzionali, stesura dell'elaborato finale. Infine, la valutazione della capacità di applicare conoscenza e comprensione relativamente ai tirocini e stages verrà fatta sulla base della relazione da parte del tutor predisposto per tali attività.

Autonomia di giudizio (making judgements)
I laureati acquisiranno una solida preparazione culturale tale da consentire loro autonomia e responsabilità di progetto e autonomia e responsabilità di strutture e personale negli ambiti biosanitario, nutrizionistico e della ricerca; acquisiranno inoltre un approccio critico e responsabile delle problematiche bioetiche insieme alla capacità di individuazione di nuove prospettive e strategie di sviluppo e di raccolta e interpretazione dei dati scientifici. L'autonomia di giudizio verrà stimolata attraverso dibattiti su tematiche affrontate durante lo svolgimento dei corsi sia teorici che pratici, attività di ricerca (individuale o di gruppo), prendendo in considerazione anche la capacità di studio autonomo durante la preparazione degli esami. Lo studente avrà inoltre la possibilità di confrontare le capacità e competenze acquisite con le richieste del mondo del lavoro durante la frequenza di tirocini e stages.
Infine, la stesura della prova finale permetterà allo studente di sviluppare capacità di giudizio critico mediante l'analisi, gestione ed elaborazione dei dati. Il conseguimento di tale obiettivo potrà essere verificato attraverso l'attiva partecipazione dello studente a discussioni durante le ore di didattica frontale e in occasione delle prove d'esame, nonché mediante la valutazione del grado di autonomia e delle capacità di lavorare in gruppo durante le attività laboratoriali e la preparazione della prova finale.

Abilità comunicative (communication skills)
Sulla base della solida preparazione culturale, acquisita durante il corso di studi, saranno in grado di comunicare in forma orale, scritta e multimediale informazioni, progetti, problemi e soluzioni in maniera comprensibile a interlocutori specialisti e non. Tale capacità verrà sviluppata e verificata durante lo svolgimento delle lezioni tramite discussioni in aula, nei colloqui, negli esami di profitto, e in discussioni e confronti dialettici su argomenti a carattere scientifico trattati in occasione di seminari. La verifica prevedrà anche la valutazione della discussione della tesi di laurea esposta alla commissione didattica in seduta pubblica.

Capacità di apprendimento (learning skills)
I laureati avranno acquisito adeguate capacità per lo sviluppo e approfondimento continuo e autonomo delle competenze proprie del loro ambito di studi mediante consultazione di banche dati specialistiche, utilizzo di strumenti conoscitivi avanzati, frequentazione di corsi, laboratori dedicati, stages e seminari forniti loro durante il corso di studi e infine svolgimento del lavoro di preparazione della tesi di laurea. L'acquisizione della capacità di apprendimento sarà monitorata attraverso prove intermedie durante i corsi ed esami di profitto con riferimento alla votazione e al tempo intercorso tra la frequenza dell'insegnamento e il superamento dell'esame. La verifica terrà inoltre conto dell'attiva partecipazione dello studente alle discussioni in aula e della capacità di discutere criticamente gli articoli scientifici trattati. Infine un peso rilevante verrà dato alle verifiche delle capacità di approfondimento e auto-apprendimento maturate durante lo svolgimento delle attività relative ai tirocini, stages e prova finale.

Prerequisiti consigliati/obbligatori, prove di ammissione e/o di orientamento

Gli studenti che intendono iscriversi al corso di laurea magistrale in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione devono essere in possesso della Laurea o di un Diploma universitario di durata triennale o di altro titolo conseguito all'estero, ritenuto idoneo in base alla normativa vigente.

Per l'ammissione al corso di laurea magistrale occorre essere in possesso di specifici requisiti curriculari e di adeguata preparazione, ai sensi dell'art. 6, comma 2, del D.M. n. 270/2004, che saranno verificati e valutati sulla base del possesso dei seguenti Crediti Formativi Universitari (CFU) negli ambiti disciplinari e nei settori scientifico disciplinari (SSD) sotto indicati:
-a) Almeno 10 CFU nell'ambito delle discipline matematiche, fisiche, informatiche e discipline chimiche-SSD: FIS/01-07; INF/01-07; MAT/01-07; INF-ING/05; SECS-S/01-02; CHIM/01-03; CHIM/06; CHIM/08-09.
-b) Almeno 90 CFU, complessivamente, nell'ambito delle discipline biologiche e biomolecolari e discipline affini- SSD: BIO/01; BIO/04-06; BIO/10-11; BIO/15; BIO/18-19 e nell'ambito delle discipline fisiologiche e biomediche e discipline affini-SSD: BIO/09; BIO/12-14; BIO/16-17; MED/01-05; MED/07-08; MED/15; MED/42-44; MED/46; MED/49-50.
E' ammessa una tolleranza fino al 10 % sul valore dei CFU minimi richiesti.
Al corso di laurea magistrale in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione possono accedere automaticamente i laureati presso l'Università degli studi di Urbino nelle seguenti classi:
12 (Analisi Chimico Biologiche; Scienze Biologiche) ai sensi del D.M. 509/99;
L-13 (Scienze Biologiche) ai sensi del D.M. 270/04;
L-2 (Biotecnologie) ai sensi del D.M. 270/04;
24 (Scienza della Nutrizione) ai sensi del D.M. 509/99;
14/S (Farmacia; Chimica e Tecnologia Farmaceutiche) ai sensi del D.M. 509/99.
In tutti gli altri casi il riconoscimento dei CFU acquisiti avverrà, con deliberazione del Consiglio di Corso di Laurea (CCdL), sulla base della valutazione da parte della Commissione Didattica del curriculum presentato. Possono essere riconosciute equivalenze fra SSD diversi ma ritenuti equivalenti nei contenuti. Qualora il curriculum relativo al piano di studi dello studente non rientri nei requisiti sopra indicati, la Commissione indica le conoscenze e competenze che lo studente deve acquisire entro il termine ultimo per le iscrizioni ai corsi di Laurea. La verifica dell'acquisizione delle conoscenze e competenze necessarie per soddisfare i requisiti d'accesso avviene tramite colloquio davanti a una apposita Commissione nominata dal Consiglio di Corso di Laurea. In caso di esito negativo del colloquio, lo studente dovrà soddisfare gli obblighi formativi entro il 31 dicembre dell'anno di iscrizione secondo le indicazioni registrate nel verbale del colloquio. Il Consiglio di Corso di Laurea può attivare corsi e altre attività per permettere allo studente l'acquisizione delle conoscenze e competenze necessarie per soddisfare i requisiti d'accesso; si ritiene valida anche una preparazione individuale fatta in proprio.

Il corso di Laurea magistrale in Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione è di durata biennale e si articola in tre curricula concernenti differenti settori della biologia.
• Il Curriculum di "Biochimica clinica" è a carattere biosanitario con approfondimenti sui principi teorico pratici delle metodologie avanzate nel campo della diagnostica di laboratorio biomedico.
• Il curriculum di "Ricerca biomolecolare" fornisce conoscenze avanzate nell'ambito della ricerca di base e applicata correlata con le discipline biologiche, biochimiche e biomolecolari.
• Il curriculum di "Biologia della nutrizione" fornisce conoscenze avanzate nel campo della nutrizione umana finalizzate all'acquisizione di competenze specifiche su composizione, valore nutrizionale, significato fisiologico e salutistico degli alimenti e all'apprendimento di tecniche innovative nel settore della produzione degli alimenti

Il Corso prevede inoltre un percorso in modalità "a tempo parziale" che si sviluppa su tre anni studiato appositamente per gli studenti lavoratori.

Per essere ammesso a sostenere la prova finale per il conseguimento della Laurea magistrale lo studente deve aver acquisito 98 crediti per i curricula di Biochimica clinica e Biologia della nutrizione e 96 crediti per il curriculum di Ricerca bio-molecolare (oltre ai 180 crediti derivanti dalla laurea triennale). La prova finale, che consente di acquisire i restanti 22 crediti per i curricula di Biochimica clinica e Biologia della Nutrizione e 24 crediti per il curriculum di Ricerca biomolecolare consiste nell'esposizione dinanzi a un'apposita commissione di una tesi scritta redatta in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore universitario e di uno o più correlatori. L'elaborato presentato è di tipo sperimentale ed è il risultato di un lavoro di analisi ed elaborazione su un progetto di ricerca di interesse nell'ambito scientifico dei singoli curricula del corso di laurea. Le attività formative relative alla prova finale prevedono un periodo di internato che può essere effettuato nell'ambito degli istituti e/o dipartimenti universitari o presso altri centri di ricerca, aziende o enti esterni secondo la modalità stabilite dal Consiglio di Corso di Laurea. La valutazione conclusiva del profitto terrà conto della precedente carriera universitaria dello studente, della qualità del lavoro finale e della capacità e livello di autonomia nell'esposizione dello stesso. Tale valutazione è espressa in centodecimi, con eventuale lode. Il punteggio minimo è pari a 66/110. Lo svolgimento della prova finale è pubblico alla stregua della proclamazione del risultato finale.


La prova finale può svolgersi in lingua straniera comunitaria; parimenti in lingua straniera comunitaria possono essere redatti l'elaborato scritto e la tesi. (RAD, art. 31 comma 1).

• La sede del Corso è presso il Campus scientifico (Località Crocicchia) situato a pochi minuti da Urbino.
• E' attivo un servizio di tutorato presso il quale gli studenti possono trovare le soluzioni più idonee per i problemi relativi al Corso, a borse di studio, alla scelta del curriculum e alla scelta della tesi. Il servizio è curato da studenti su specifico incarico della Facoltà.


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top