Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


Facoltà di Scienze e Tecnologie

A.A. Classe Sede
2009/2010 Classe LM-74

Obiettivi formativi

Il percorso formativo del corso di Laurea Magistrale in Geologia Applicata al Territorio prevede un approfondimento delle materie di base delle Scienze della Terra per consentire l’analisi specifica dei processi geologici che guidano l’evoluzione del nostro Pianeta. Gli approcci professionali saranno focalizzati sulle problematiche legate alla programmazione territoriale, alla tutela dell’ambiente, alla gestione delle georisorse, alla prevenzione dei rischi geologico-ambientali e alla progettazione geologica ecosostenibile. Lo scopo che la Laurea Magistrale intende perseguire è quello di elevare la preparazione nelle discipline caratterizzanti della classe e di fornire gli strumenti scientifici per saper prendere decisioni riguardanti la progettazione geologica, in maniera autonoma e/o interdisciplinare con specialisti di altri settori. L’obiettivo formativo finale è quello di fornire allo studente, anche attraverso una significativa esperienza di lavoro sperimentale in campagna e in laboratorio, la possibilità di acquisire non solo gli strumenti culturali delle scienze e tecnologie geologiche ma anche la capacità di analisi critica necessari allo svolgimento del lavoro professionale e di ricerca in campo ambientale e territoriale.

 

Geologia Applicata al Territorio (LM-74)


La Laurea Magistrale in Geologia Applicata al Territorio costituisce il proseguimento ideale per gli studenti che, dopo la laurea di I livello, intendono indirizzarsi verso la professione o avviarsi alla ricerca scientifica di base e applicata proseguendo gli studi nei più alti livelli di formazione delle scienze geologiche.Il laureato potrà svolgere attività di libero professionista, singolo o in studi associati, o nei vari settori dell'industria e della pubblica amministrazione. In particolare, potrà operare nell'esercizio di attività che implicano assunzione di responsabilità di programmazione, progettazione, direzione di lavori, collaudo e monitoraggio degli interventi geologici. Il laureato può trovare occupazione presso: enti locali o nazionali (ad esempio ANAS, ENEL, ENI, ENEA, servizi geologici, agenzie regionali e nazionali per la protezione dell'ambiente); gruppi privati nazionali ed internazionali nel settore della ricerca di combustibili fossili o di sviluppo delle energie rinnovabili (geotermia); agenzie per la difesa del suolo e compagnie di gestione di impianti idrici e discariche; società di indagini geologiche e grandi lavori di costruzione ed attività estrattive in Italia e all'estero; laboratori di analisi geognostiche e di ricerca pubblici e privati; scuole ed Istituti di vario grado ed Università secondo le normative vigenti.

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Il Corso di Laurea in Geologia applicata al territorio si prefigge di far acquisire conoscenze approfondite nei differenti settori delle Scienze Geologiche, in particolare della geologia applicata alla tutela dell'ambiente, del coordinamento tecnico di gruppi di lavoro nell'ambito della pianificazione territoriale, della gestione delle georisorse e delle applicazioni geologiche relative all'attività professionale. La capacità di comprensione viene favorita dall'apprendimento delle varie metodologie per l'acquisizione di dati geologici e geologico-tecnici sia in laboratorio sia in sito. La valutazione dell'apprendimento è effettuata attraverso esami di profitto: prove orali, pratiche e scritte.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
La capacità di applicare le conoscenze acquisite, di comprendere e di affrontare, anche in contesti multidisciplinari, le problematiche relative al mondo professionale e della ricerca nelle Scienze e Tecnologie geologiche vengono incoraggiate ed indotte al laureato magistrale nella discussione collegiale in aula o in campagna. Questa capacità è favorita dall'uso del linguaggio specifico comune agli altri specialisti dell'ambiente e del territorio. Particolare rilevanza formativa è assegnata alla risoluzione di compiti individuali durante gli esami ed al lavoro di tesi sperimentale, attività prevalentemente autonoma, nel quale è inevitabile l'applicazione delle conoscenze apprese e della capacità di comprensione ed elaborazione. Parametri poi utilizzati per la valutazione di tale lavoro.

Autonomia di giudizio (making judgements)
Le competenze acquisite consentono al laureato magistrale di avere capacità critica di giudizio nell'acquisizione ed elaborazione di dati sperimentali. Inoltre, durante lo svolgimento delle attività di tirocinio e stage lo studente può confrontare le proprie capacità e competenze con soggetti e pertinenze professionali del mondo del lavoro. L'autonomia di giudizio sarà esercitata anche dal frequente approccio con problemi pratici affrontati durante lo svolgimento della maggior parte dei corsi. L'autonomia di giudizio sarà stimolata e verificata anche mediante la realizzazione della prova finale, attraverso la quale lo studente avrà l'opportunità di analizzare, gestire, elaborare ed approfondire le informazioni e i dati raccolti. La valutazione critica delle problematiche connesse agli aspetti dell'attività professionale permette allo studente di comprendere anche le responsabilità sociali ed etiche derivanti dal suo operare.

Abilità comunicative (communication skills)
Le capacità di comunicazione vengono acquisite, praticate e migliorate durante gli esami di profitto in forma orale e/o scritta. Tali capacità sono maturate attraverso le opportunità fornite durante il percorso formativo mediante interazioni fra gruppi di lavoro e la presentazione dei risultati a docenti e studenti ed in occasione dei seminari didattici che avvicinano e predispongono gli studenti a discussioni e confronti dialettici a carattere altamente scientifico. Al laureato magistrale viene fornita la possibilità di utilizzare in forma scritta ed orale, oltre all'italiano, almeno una lingua dell'Unione Europea (preferibilmente l'inglese). Infine la presentazione e l'esposizione del lavoro relativo alla prova finale di tesi rappresentano una ulteriore opportunità per dimostrare le proprie capacità comunicative, tramite rappresentazioni grafiche, multimediali ed a voce.

Capacità di apprendimento (learning skills)
La capacità di apprendimento dello studente viene basata essenzialmente sull'insegnamento, sullo studio e sull'esperienza. Tale capacità è stimolata e sviluppata prevalentemente attraverso lo scambio di informazioni nell'ambito di attività didattiche di gruppo in aula, sul terreno ed in laboratorio. In queste fasi, le applicazioni su problematiche reali sono fondamentali per il percorso formativo del laureato magistrale che in tal modo acquisisce le capacità necessarie per continuare gli studi o intraprendere approfondimenti successivi in modo del tutto indipendente. L'acquisizione della capacità di apprendimento è monitorata mediante le prove di esame e le verifiche delle attività autonome ed applicative previste per i tirocini, gli stage e la prova finale.

Prerequisiti consigliati/obbligatori, prove di ammissione e/o di orientamento

Per essere ammesso al Corso di Laurea Magistrale in Geologia Applicata al Territorio il candidato deve essere in possesso di una laurea o di un diploma universitario di durata triennale; ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo ai sensi della normativa vigente. Per l’accesso al Corso sarà inoltre necessario dimostrare il possesso di requisiti curriculari corrispondenti ad adeguati numeri di Cfu in determinati Settori Scientifico-Disciplinari (SSD). Tali requisiti sono automaticamente posseduti dai laureati della “classe 16” (Scienze della Terra) e classe “L-34” (Scienze Geologiche). Per i laureati di tutte le altre classi è indispensabile comprovare il possesso dei requisiti curriculari relativi ad almeno 58 Cfu complessivi riferiti all’insieme delle discipline dei SSD dell’area di Scienze della Terra (GEO), delle discipline matematiche, chimiche, fisiche ed informatiche (MAT, CHIM, FIS e INF), e delle discipline definite dai SSD affini o integrativi dell’area GEO (es.: ICAR, AGR). Oltre all’accertamento del possesso dei requisiti curriculari sarà effettuata una verifica della preparazione personale attraverso un colloquio a carattere non selettivo.

 

Il corso di Laurea Magistrale ha durata biennale e prevede un solo percorso formativo, sono previsti 88 Crediti formativi universitari (Cfu) in insegnamenti relativi a discipline caratterizzanti e di formazione interdisciplinare, 4 Cfu per tirocini e stage, 8 Cfu per insegnamenti liberamente scelti dallo studente e 20 Cfu dedicati alla prova finale.Il percorso formativo offre un ampliamento della preparazione di base ed un approfondimento specialistico nelle scienze geologiche attraverso la frequenza ad insegnamenti e moduli didattici frontali, laboratori, seminari specifici, tirocini e stage.

 

Il conferimento del titolo accademico è subordinato al superamento della Prova Finale. Essa può essere sostenuta dopo che siano stati superati tutti gli esami del biennio. La Prova Finale consiste nella presentazione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente, sotto la guida di uno o più relatori (DM 270, art. 11, comma 5), che può prevedere un periodo di attività di ricerca sul terreno e/o di attività di laboratorio e/o di stage/tirocinio presso aziende professionali sia pubbliche che private. Durante il lavoro di tesi lo studente acquisisce, nel campo delle Scienze e Tecnologie Geologiche, esperienza e conoscenza dei metodi scientifici di indagine sperimentale, delle tecniche di analisi ed elaborazione dei dati e loro relativa interpretazione. La prova Finale si conclude con un esame pubblico, dinnanzi ad una apposita commissione, mediante una presentazione orale dell'elaborato, scritto e realizzato dal laureando. La valutazione conclusiva del profitto terrà conto della carriera universitaria dello studente, della qualità e originalità scientifica del lavoro di tesi, della capacità e livello di autonomia raggiunte nella gestione del l'operato svolto e dell'esposizione orale. La prova finale può svolgersi in lingua straniera; parimenti in lingua straniera può essere redatto l'elaborato di tesi.

Durante il corso sono previste escursioni geologiche e viaggi di studio. Tutte le attività didattiche si svolgeranno presso un Campus Scientifico immerso nel verde, dove è attivo un servizio di tutorato che fornirà allo studente una completa assistenza per aiutarlo a trovare le soluzioni più idonee relative al proprio piano di studi, alla tesi di laurea e all’orientamento nel mondo del lavoro.


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top