Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Classe Sede
2009/2010 Classe LM-5 e LM-19

Obiettivi formativi

Il corso di Laurea magistrale interclasse interfacoltà in Editoria, informazione e sistemi documentari (EditISprepara specialisti in grado di operare nel campo dell´editoria, del trattamento, della gestione e della conservazione dell´informazione e dei documenti, nel settore degli archivi e delle biblioteche tradizionali e digitali, dell´industria culturale, dell´informazione e dei media, nel contesto dell'attuale situazione caratterizzata dal primato delle tecnologie digitali.

Grazie al percorso curriculare della laurea magistrale interclasse in Editoria, informazione e sistemi documentari i laureati acquisiranno una professionalità adeguata per
- l´editoria e l´industria culturale, in particolare nel contesto delle nuove tecnologie digitali, della multimedialità e della crossmedialità;
- la realizzazione di prodotti tradizionali, multimediali e ipertestuali, per la valorizzazione dei beni culturali e del territorio, nel settore pubblico e privato;
- la scrittura per l´informazione nei nuovi media;
- la produzione e il management dei sistemi di informazione;
- la conoscenza del sistema e delle regole dell´informazione nazionale e internazionale;
- l´analisi storica dei sistemi documentari in relazione alla evoluzione degli ordinamenti giuridici dall´antichità al mondo contemporaneo;
- la progettazione e lo sviluppo, anche in ambiente digitale, di strumenti per la formazione e la gestione degli archivi correnti e di deposito, e per la conservazione, descrizione e valorizzazione del patrimonio archivistico storico tradizionale e digitale;
- l´organizzazione e la direzione di istituti archivistici di conservazione e di servizi per la gestione documentaria, inclusa la formazione e gestione di repository digitali certificati;
- lo studio del documento tradizionale e informatico e dei suoi elementi costitutivi.
- la progettazione, gestione e valutazione di biblioteche e servizi documentari e informativi in ambito sia pubblico sia privato, segnatamente in ambiente multimediale e digitale, in funzione del soddisfacimento di bisogni informativi e di conoscenza di diverse tipologie di utenza;
- la conservazione, descrizione e valorizzazione delle risorse documentarie. A tal fine, lo studio delle discipline del libro e del documento (colte nel loro profilo storico, nelle loro espressioni scientifiche, teorico-metodologiche e applicative, nel loro reciproco costituirsi e differenziarsi e nei loro attuali sviluppi) sarà da un lato corredato di ricchi elementi formativi di tipo umanistico, storico e giuridico, e dall´altro integrato dall´apprendimento dei processi comunicativi e organizzativi e dallo sviluppo di capacità avanzate nella valutazione e nell´uso individuale e organizzativo delle tecnologie e delle risorse informatiche, telematiche e digitali.

I laureati in Editoria, informazione e sistemi documentari saranno in grado di svolgere ruoli di:
- produzione e management nel campo dell´editoria, dei media, dell´informazione;
- architettura dell'informazione, progettazione, coordinamento della produzione e della promozione di prodotti editoriali digitali e convergenti
- gestione e comunicazione nei settori delle imprese e dei servizi;
- progettazione, gestione e valutazione di archivi, biblioteche, centri di documentazione e informazione, imprese editoriali;
- progettazione di sistemi di gestione e conservazione e della conoscenza in ambito aziendale sia pubblico sia privato;
- valorizzazione delle risorse culturali e informative presenti in un territorio, in una istituzione o in un´impresa, in particolare attraverso l´uso delle reti, l´allestimento di siti Web e portali, la produzione e gestione di contenuti e collezioni digitali, l´erogazione di servizi interattivi, la formazione e gestione di repository digitali di natura archivistica o bibliotecaria.
Essi acquisiranno, infine, capacità idonee a partecipare e a sviluppare autonomamente attività di ricerca sia teorica sia sperimentale, collaborando con altri ambiti disciplinari.
Il corso di Laurea magistrale interclasse in Editoria, informazione e sistemi documentari offre una preparazione idonea e propedeutica, fatta salva la normativa vigente, ad attività previste dalla categoria ISTAT 2.5.4 ("Specialisti in discipline linguistiche, letterarie e documentali"), quali quelle di:

amministratore e curatore di sistemi documentari (record manager)
archivista
bibliotecario
copywriter
media buyer
media planner
redattore pubblicitario nei media
redattore di testi tecnici
redattore editoriale
tecnico per i sistemi di e-government
coordinatore editoriale di prodotti digitali
architetto dell´informazione.
In sintesi, il corso di laurea prepara alle professioni di
•    Redattori di testi per la pubblicità
•    Redattori di testi tecnici
•    Revisori di testi
•    Archivisti
•    Bibliotecari

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
La Laurea magistrale interclasse in Editoria, informazione e sistemi documentari garantirà ai laureati un’approfondita conoscenza e capacità di comprensione delle basi storiche, teoriche e metodologiche dei processi di redazione, produzione, trasmissione, pubblicazione, circolazione, organizzazione, conservazione e diffusione dei documenti, con particolare riferimento agli ambienti digitali e multimediali, nonché delle problematiche gestionali, prevalentemente a carattere interdisciplinare, riguardanti il mondo degli archivi, delle biblioteche e dell’editoria.
I contenuti applicati e le strategie di ricerca adottate consentono la formazione di figure di studiosi e professionisti qualificati per operare nei settori delle imprese editoriali, degli archivi, delle biblioteche, dei centri di documentazione pubblica e privata. I laureati rafforzeranno il patrimonio delle conoscenze e delle esperienze acquisite, allo scopo di penetrare nell’attualità della produzione e fruizione di contenuti e servizi multimediali, dell’organizzazione editoriale, della formazione di raccolte documentali, di sistemi archivistici e bibliotecari, della gestione di servizi di accesso e uso dei documenti.
L’insieme delle nozioni teoriche sarà acquisito mediante apprendimento in aula e in modalità e-learning e sarà completato da attività di carattere tecnico-pratico e di laboratorio, da visite di studio, da stage presso case editrici, gruppi editoriali, commissionarie librarie, archivi, biblioteche, centri di documentazione scientifica o tecnico/aziendale, amministrazioni pubbliche. La verifica dell'apprendimento sarà effettuata mediante esami orali e/o scritti o di produzione di elaborati congruenti con le finalità dei diversi insegnamenti.

Autonomia di giudizio (making judgements)
Il laureato dovrà essere in grado di elaborare in maniera autonoma e personale le nozioni apprese e di applicare praticamente le metodologie delle quali si sarà impadronito, esprimendo:
- capacità di contestualizzazione e di valutazione storico/critica e teorico/metodologica sia delle costruzioni archivistiche, bibliografiche e biblioteconomiche complesse, sia dei processi di formazione, pubblicazione, diffusione, ricezione dei documenti;
- capacità di integrazione delle conoscenze, gestione della complessità, valutazione in ordine a) alla responsabilità sociale ed etica dell’attività editoriale e della gestione di servizi documentali; b) agli aspetti deontologici delle professioni dell’editoria, del documento e del libro.
Detti risultati saranno sottoposti a verifiche di vario genere, per esempio seminari, esercitazioni, discussioni con docenti e colleghi e, da ultimo, attraverso la tesi di laurea.

Abilità comunicative (communication skills)
Il laureato dovrà dare prova delle conoscenze acquisite attraverso l’espressione orale e scritta. Saranno ritenute competenze indispensabili chiarezza, sobrietà, ricchezza lessicale, pertinenza, informatività, accanto ad abilità relazionali indispensabili nello svolgimento delle future professioni.
Il percorso di studi prevede una costante attività redazionale (tesine, relazioni, piani di progetto, audovisivi, siti web, ecc.), nonché esercitazioni e seminari dedicati agli elementi costitutivi, alle forme (verbali e non verbali)e ai processi della comunicazione interpersonale, organizzativa, istituzionale, sociale ecc.

Capacità di apprendimento (learning skills)
Durante il percorso curriculare il laureato svilupperà a) nuove conoscenze e competenze indispensabili per la sua esperienza professionale; b) capacità di apprendimento tecnico-scientifico autonomo nei campi disciplinari e professionali dell’editoria, del libro e del documento, della produzione ed elaborazione dell’informazione, tradizionale e digitale.
Le modalità didattiche per conseguire tale scopo non si limiteranno ai corsi istituzionali, ma si estenderanno ad attività di carattere pratico quali seminari, tirocini, stage, project works. Saranno proposte modalità di accertamento volte a stimolare un lavoro che implichi forme di rielaborazione personale di temi riguardanti i diversi aspetti della trasmissione delle informazioni e delle conoscenze, che si concreteranno in relazioni e/o progetti di ricerca, prove orali e/o scritte o di altri elaborati congruenti con i diversi insegnamenti.

Prerequisiti consigliati/obbligatori, prove di ammissione e/o di orientamento

Per essere ammessi al corso di Laurea magistrale interclasse in Editoria, informazione e sistemi documentari gli studenti dovranno essere in possesso di diploma di laurea, diploma di laurea triennale o diploma universitario di durata triennale, nonché titoli equipollenti conseguiti all´estero ai sensi della normativa vigente.

Sono considerati titoli idonei all´accesso diretto alla Laurea magistrale interclasse in Editoria,Informazione e Sistemi documentari le seguenti lauree triennali:
- L-1 Beni culturali
- L-3 Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda
- L-5  Filosofia
- L-10 Lettere
- L-11 Lingue e culture moderne
- L-12 Mediazione linguistica
- L-19 Scienze dell´educazione e della formazione
- L-20 Scienze della comunicazione
- L-42 Storia
- L-43 Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali

Per i laureati in lauree triennali non comprese nell´elenco di cui sopra, per i laureati in lauree triennali ex DM 509 e per i laureati in lauree quadriennali di vecchio ordinamento, si considera quale titolo di idoneità per l´accesso alla Laurea magistrale interclasse in Editoria, informazione e sistemi documentari la certificazione di requisiti curriculari nell´ambito delle scienze della comunicazione, delle scienze mediologiche e informatiche, delle scienze linguistiche, semiotiche e letterarie, delle scienze umane, economico-sociali, giuridiche, storiche, dei beni culturali, delle arti e spettacolo, acquisite attraverso il superamento di esami afferenti ai seguenti SSD: M-STO/08, M-STO/09, SPS/08, L-ART/06, L-LIN/01, ING-INF/05, per un numero non inferiore ai 20 CFU in ciascuno o nel complesso degli SSD indicati.
Per tutti i laureati in possesso dei requisiti curriculari di accesso è prevista comunque una verifica dell´adeguatezza della preparazione individuale attraverso una specifica prova di accesso, scritta e/o orale: la prova scritta è finalizzata a dimostrare la conoscenza della lingua italiana e le capacità di redazione di un testo su un tema specifico.
Gli studenti provenienti da altri corsi di laurea specialistica o magistrale potranno chiedere il riconoscimento dei CFU già acquisiti (non più di 40 su 120). Lo studente che intenda chiedere il riconoscimento di CFU acquisiti in altri corsi di laurea di qualsiasi Ateneo dovrà presentare adeguata documentazione alla Commissione incaricata dal Consiglio di corso di laurea. che ne valuterà la coerenza e determinerà l´anno di corso a cui lo studente sarà iscritto. La Commissione competente per la valutazione dei requisiti di ammissione al corso (di cui all´art. 4 del presente Regolamento) assicura il riconoscimento del maggior numero possibile dei CFU già maturati dallo studente, predisponendo colloqui per la verifica delle conoscenze effettivamente possedute, motivando altresì l´eventuale mancato riconoscimento di CFU già maturati.

Durata del corso
Il corso di laurea magistrale interclasse intefacoltà in Editoria, informazione e sistemi documentari ha durata biennale, tenendo conto che ad un anno corrispondono convenzionalmente 60 CFU; tuttavia, l’articolazione dei singoli percorsi curriculari tiene conto delle specificità formative e delle propedeuticità nella distribuzione e acquisizione dei CFU.

Numero di esami previsti
Il numero di esami previsti per il conseguimento del titolo è di 12, e comprende anche le attività formative a scelta dello studente, conteggiate nel numero di 1 a prescindere dal numero di valutazioni finali effettivamente sostenute dallo studente.

Non concorrono a determinare il numero massimo di esami: la prova finale e le attività formative che danno luogo soltanto ad un giudizio di idoneità: tirocini, stages, seminari e altre attività. Per queste ultime attività formative è comunque sempre richiesta la verifica del profitto.


Impegno orario complessivo e frequenza
A 1 credito formativo universitario corrispondono 25 ore di impegno complessivo per studente, di cui 8 sono impegnate nelle attività formative con il docente. La quantità media di impegno complessivo di apprendimento svolto in 1 anno da uno studente a tempo pieno è convenzionalmente fissata in 60 crediti.
La frequenza richiesta è pari ad almeno i  ¾ delle ore di lezione. I casi di impossibilità alla frequenza e di richiesta di studio a distanza dovranno essere documentati e vagliati dal consiglio di corso di laurea che delibererà eventualmente una particolare dispensa.
Alcune delle attività formative sono articolate in AMI (aree modulari integrate), gestite da uno o due docenti di riferimento. In ogni caso, i corsi AMI prevedono un unico esame di profitto e un’unica valutazione finale.

Prospetto delle attività formative
La laurea magistrale interclasse interfacoltà LM-5/LM-19 in Editoria, Informazione e Sistemi documentari prevede in totale 4 curricula: 2 curricula per la classe LM-5, 2 curricula per la classe LM-19, e precisamente
LM-5     1) Archivistica     2) Biblioteconomia
LM-19   1) Informazione e multimedia  2) Editoria, contenuti digitali e multimedia.

(per le informazioni sui percorsi curriculari vedi Piano degli studi)

La prova finale consiste nella presentazione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di uno o più relatori, in forma tradizionale o multimediale, e dà diritto al riconoscimento di 18 cfu.

Editoria, Informazione e Sistemi Documentari (LM-5 e LM-19)

Fra i servizi offerti da EditIS ci sono le convenzioni con strutture e aziende qualificate nei settori specifici delle materie curriculari, strutture e aziende interessate ad accogliere i nostri laureandi e laureati per tirocinii, stages e collaborazioni a vario titolo.

I project works di EditIS sono attività laboratoriali coordinate da professionisti nei vari settori dell'editoria, del giornalismo, degli archivi e delle biblioteche; l'attività di pw prevede la presenza attiva degli studenti nelle reali sedi delle attività lavorative (case editrici, redazioni RAI, commissionarie librarie, archivi, biblioteche, centri di documentazione scientifica o tecnico/aziendale, amministrazioni pubbliche, ecc.).

I corsi sono caratterizzati dalla realizzazione di prodotti finali che, dietro segnalazione dei coordinatori, possono essere pubblicati in rete e/o in forma tradizionale, e anche proposti in forma di progetti ad enti pubblici e privati.

Tutti gli insegnamenti svolti sono predisposti e realizzati specificamente per i corsi della laurea magistrale in Editoria, informazione e sistemi documentari.

Gli studenti che ne abbiano diritto possono usufruire dei collegi universitari, raggiungibili a piedi dal centro città e dalle sedi del corso.


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2018 © Tutti i diritti sono riservati

Top