Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Classe Sede
2010/2011 LM-51 Psicologia

Obiettivi formativi

• Avanzata preparazione in più ambiti teorici, progettuali e operativi della psicologia con particolare riferimento alla psicologia clinica, dinamica e sociale, in un'ottica di intervento individuale che sociale e di comunità,
sia in contesti tradizionali di applicazione (handicap e riabilitazione, dipendenze, comunità e servizi psichiatrici, scuole, contesto giudiziario), sia in ambiti emergenti, connessi al mutamento sociale e demografico (marginalità, immigrazione, anziani).
• Capacità di stabilire le caratteristiche rilevanti, in particolar modo in un'ottica clinica, di persone, gruppi e istituzioni, tenendo presente i diversi approcci teorici esistenti in letteratura e una metodologia appropriata.
• Capacità di assumere la responsabilità degli interventi centrati sull'individuo per la prevenzione, la diagnosi, l'intervento psicologico, la riabilitazione, l'analisi dei contesti sociali ed istituzionali.
• Capacità di valutare la qualità e l'efficacia degli interventi propri e altrui, grazie alla conoscenza di diversi modelli di approccio teorico e metodologico ed alla promozione nello studente di capacità critiche. le attività previste di laboratori specialistici, tirocini orientativi e lavoro in piccoli gruppi sono volte a permettere agli studenti un confronto non solo teorico ma concreto e interattivo con professionisti esterni e con le attività di intervento che vengono messe in atto nei diversi contesti. sono previsti, tra gli altri, laboratori di discussione di casi clinici, sulle istituzioni, comunità e servizi. il corso di laurea è stato progettato seguendo i criteri stabiliti dal Progetto europeo europsy per garantire un titolo a riconoscimento europeo, nonché per permettere ai laureati sbocchi professionali all'estero.

Il profilo accademico e professionale del laureato in Psicologia Clinica, coerentemente agli obiettivi formativi e ai risultati attesi, e tenendo presente i Descrittori di Dublino, può essere così delineato:
• in relazione alle attività ed alle funzioni: può svolgere attività di ricerca scientifica e psicosociale; condurre attività di diagnosi e di intervento psicologico e psicosociale; utilizzare gli strumenti appresi (colloquio, strumenti psicodiagnostici, interviste, tecniche di intervento, ecc.) per attività di intervento individuale, educativo e sociale, in diversi contesti di intervento pubblico, privato o del terzo settore, sull'individuo, nei gruppi, in comunità e nelle istituzioni;
• svolge la sua attività in strutture pubbliche, private e del terzo settore in ambito clinico e sociale, interventi soprattutto nelle condizioni di psicopatologia, di dipendenza, di disagio sociale; collabora con istituzioni (sanità, magistratura, scuola) per la prevenzione, la promozione del benessere e della salute, la diagnosi e l'intervento di situazioni di disagio individuale e sociale, nonché di psicopatologia; può anche operare come libero professionista in studio privato o associazione professionale.

Il ruolo professionale chiaramente identificabile e ben consolidato nel mondo del lavoro, è quello di laureato magistrale in discipline psicologiche con la possibilità di iscrizione alla sezione A dell'Ordine degli Psicologi.

 

Il Corso di laurea è stato progettato seguendo i criteri stabiliti dal Progetto Europeo “Europsy” e dalla Conferenza dei Presidi della Facoltà di Psicologia, per quanto riguarda: la quantificazione dei crediti degli insegnamenti e la loro distribuzione nei settori scientifico-disciplinari, la presenza di seminari e laboratori e la quantificazione dell’elaborato finale.

Il corso prevede due curricula:
• curriculum A: Diagnosi e intervento clinico;
• curriculum B: Analisi e intervento sociale.

Sia per il curriculum Diagnosi e intervento clinico che per il curriculum Analisi e intervento sociale sono previsti n. 12 esami nei due anni.

 Piano dell'offerta formativa
La prova finale del corso di laurea magistrale consiste nella redazione di un ampio ed approfondito elaborato scritto su un argomento teorico, o applicativo, o di ricerca condotto in modo originale e con documentato riferimento alla letteratura recente. Il lavoro deve essere coerente con gli obiettivi specifici della LM e deve essere condotto sotto la guida di un relatore.

 

 

 

Alla prova si attribuisce un numero di CFU (16) misurato sul tempo che lo studente deve effettivamente impiegare per redigerla tenuto conto delle caratteristiche di approfondimento ed originalità.

Psicologia clinica (LM-51)

CORSO ACCREDITATO EUROPSY

È prevista una giornata, all’inizio anno accademico, dedicata alla presentazione del corso di laurea. Sono previsti corsi estivi nel mese di agosto. La verifica della personale preparazione, come richiesto dalla normativa (D.M. 270/04), verrà accertata attraverso una prova semistrutturata che si svolgerà nella stessa data dell’esame di ammissione.


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2018 © Tutti i diritti sono riservati

Top