Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Sede
2017/2018 Urbino

Obiettivi formativi

Il nostro Paese è ricco di prodotti agroalimentari ed enogastronomici di alta qualità che sono tra i protagonisti della sua cultura. Questi prodotti sono indissolubilmente legati alla Terra e quello che arriva sulla nostra tavola è strettamente legato ad essa: mangiamo determinati cibi e beviamo determinati vini di quel preciso luogo e territorio. Nella vita di tutti i giorni, dunque, ognuno di noi ha la sua buona dose di Geologia!

A causa di questo significativo legame con la Terra, i prodotti agroalimentari ed enogastronomici di alta qualità sono un'eccezionale via d'accesso alle conoscenze tecnico-scientifiche ed economico-sociali che sono alla base di un'equilibrata gestione e valorizzazione del territorio. Ma occorre produrre rispettando il territorio e le sue caratteristiche geologiche e geomorfologiche per produrre qualità che diventa specificità per maturare in unicità. Condivisione quindi delle conoscenze scientifiche correlate con i prodotti agroalimentari ed enogastronomici attraverso nuove forme di approccio alla consapevolezza del territorio, tra natura e cultura.

E' necessario anche migliorare la presentazione dei nostri prodotti “buoni”, che meritano non solo un racconto ma di essere raccontati bene attraverso parole che suscitino emozioni e rivelino la passione che l'artigiano del gusto ha cercato di mettere nel suo prodotto. Il racconto, quindi, come elemento fondamentale, innovativo e promozionale. Ma occorre saper raccontare al pubblico cosa c'è dentro il prodotto buono, saper parlare della sua anima e del suo cuore per far parlare la mente e il cuore prima che arrivi al palato, saper raccontare perché un prodotto buono ha un valore così diverso da un altro simile e saper narrare la cultura e la bellezza del luogo nel quale questo prodotto buono nasce. E per essere credibile, il narratore del gusto deve saper raccontare non solo i prodotti del proprio luogo ma anche quello degli altri luoghi. Tutto questo senza tralasciare di fornire indicazioni sul rapporto prezzo- qualità che offrano soluzioni appropriate per affrontare la crisi secondo principi di avanzata sostenibilità.

Il principale obiettivo di questo corso, unico al mondo nel suo genere per il peculiare approccio integrato e inteso come espressione della necessità di sviluppare approfondimenti teorici, metodologici e pratici e di acquisire ambiti di competenza piu elevati ed estesi nel settore agroalimentare ed enogastronomico, è quello di creare nuove figure professionali quali “narratore del gusto e della cultura”, “comunicatore di benessere” e “selezionatore delle tipicità italiane” attraverso lezioni, teoriche e pratiche, e visite guidate relative alla conoscenza diretta dei diversi terreni, dei vari terroir e dei vari oli extravergini di oliva, all'analisi sensoriale dei prodotti, allo studio della fisiologia del gusto e del quinto gusto, al biologico e al biodinamico, ai cibi del domani, alle cene “guidate” e allo stretto legame tra produttori, prodotti e il territorio che li esprime.

Con lo sguardo rivolto anche alle tematiche di Expo Milano 2015 e nell'ambito del racconto delle identità italiane che ha caratterizzato il Padiglione Italia, un particolare obiettivo del corso è anche quello di valorizzare le 6T (Tradizione, Tipicità, Territorio, Trasparenza, Tracciabilità, Turismo) pensando ad un “tavolo delle delizie” che ha sapore di futuro ma che è perfettamente coniugato con la forza della tradizione, migliorando la cultura del cibo e valorizzando i gioielli della Terra e gli artigiani del gusto che li creano. L'allievo impara a far scoprire i tanti segni del paesaggio-territorio, a evidenziare il connubio tra natura e artificio, oltre a far notare la maglia insediativa che contraddistingue questo Paese, fatto non solo di città e paesi, di rocche e conventi, ma anche di strade e mulini, edicole sacre e aie, di eccellenza della terra e di meraviglie a tavola. Raccontando la storia dell'agricoltura di un territorio farà comprendere la complessità organizzativa della struttura agraria fondata sulla mezzadria, con la ricchezza delle dimore rurali. Nel presentare le città farà scoprire i punti forti del genius loci, così come la struttura del tessuto urbano, dalle mura alle piazze, dai punti panoramici ai luoghi del lavoro e dell'artigianato artistico.

In particolare, il Selezionatore delle Tipicità italiane si dedicherà alla selezione della qualità, dell'unicità e dell'autenticità delle produzioni, sempre sostenute dalla spinta emozionale, studiando l'anatomia e la fisiologia degli organi di senso, le tecniche e gli strumenti di analisi sensoriale, la revisione della mappatura dei gusti sulla lingua, la percezione dei profumi, l'influenza delle nuove conoscenze dei bicchieri da degustazione, l'interazione tra gli organi di senso e il concetto di percezione polisensoriale, la sinestesia, i prodotti DOP e IGP dichiarati in Italia, le certificazioni biologiche e biodinamiche, la qualità dei prodotti agroalimentari anche alla luce dei cambiamenti climatici in atto, le etichette alimentari e il sapore, l'analisi sensoriale del vino, del miele, dell'olio e del formaggio.

Le metodologie formative utilizzate consentono anche a coloro che sono già professionalmente occupati o che risiedono lontano dalla sede di Urbino di intraprendere un percorso universitario di loro interesse, con la tranquillità di essere costantemente seguiti dai coordinatori del corso e da un apparato formativo adeguatamente predisposto.

Il settore agroalimentare ed enogastronomico ha un grande presente e un grande futuro nel nostro paese. Un settore molto dinamico,quindi, sul quale decisamente puntare in un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando. I Narratori del Gusto e della Cultura, i Comunicatori del Benessere e i Selezionatori delle Tipicità italiane potranno avere ampie possibilità professionali nel settore attualmente più dinamico nel nostro Paese, con sbocchi nel settore dell'agroalimentare e in quelli del turismo enogastronomico, della comunicazione del paniere delle produzioni e della ristorazione e dell'hotellerie. Queste nuove professionalità possono essere la chiave per dare senso alle aspettative occupazionali di tanti giovani ma anche al futuro di tutti noi.

I principali temi del corso sono: aspetti geologici e geomorfologici del territorio italiano, suolo e prodotti agroalimentari ed enologici, produzione agroalimentare ed enologica, conoscenza dei terroir, proprietà organolettiche dei prodotti tipici, analisi sensoriale dei prodotti, fisiologia degli organi di senso, fisiologia del gusto, affinamento delle sensazioni gustative e di criticità, denominazione di origine e marchi di certificazione, economia e e cultura agroalimentare, conservazione del cibo, storia antica e storia dell'arte, città e paesi, arte e artigianato artistico, letteratura-folklore-turismo, processi culturali e comunicativi. Il piano del corso prevede attività formative per un totale di 175 ore formative distribuite in 36 ore di lezioni frontali, 25 ore di stage, 25 ore per project work, 25 ore di seminari (visite guidate e convivi enogastronomici con tutoraggio), 56 ore di studio individuale e 8 ore per la prova finale. Il corso si svolgerà da venerdì 22 settembre 2017 a sabato 4 novembre 2017 presso il Campus “E. Mattei” dell'Università degli Studi di Urbino e presso diverse aziende agroalimentari ed enologiche del territorio marchigiano e tosco–romagnolo. Le attività formative si svolgeranno nelle giornate di venerdì e sabato. Sono previste verifiche didattiche intermedie per i diversi insegnamenti che avverranno nel periodo 13-14 ottobre 2017 durante le lezioni sotto forma di colloquio individuale e la presentazione di un report individuale come prova finale. Il corso prevede il riconoscimento di 7 Crediti Formativi Universitari (CFU). Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione, subordinato alla frequenza obbligatoria di almeno 2/3 delle ore complessive di attività formative.

La prova finale si svolgerà dopo la conclusione delle attività formative, nel periodo 17-18 novembre 2017, e consisterà nella valutazione, da parte di una commissione composta dal Direttore del corso e da due docenti esterni, di un report individuale relativo alla valorizzazione di uno o più prodotti presi in considerazione durante il corso e del grado di maturazione raggiunto.

Il corpo docente è composto da docenti universitari, professionisti ed esperti di comprovata fama nei settori della geologia, dell'agroalimentare e dell'enogastronomia, della cultura e della comunicazione: Prof. Rodolfo Coccioni (Professore ordinario di Paleontologia), Cav. Giuseppe Cristini (consulente enogastronomico), Dott. Marco Menichetti (Ricercatore di Geologia Strutturale), Dott. Claudio Modesti (esperto enogastronomico), Prof.ssa Olivia Nesci (Prof. associato di Geomorfologia), Per. Ind. Stefano Sandrucci (esperto sensoriale), Dott. Francesco Veneri (Ricercatore di Geologia Applicata), Prof. Arch. Gianni Volpe (esperto culturale).

Numerosi sono gli enti ed i soggetti esterni che collaborano a vario titolo allo svolgimento del corso.

Iscriversi a La Terra a tavola - Geologia e gusto: Narratore del gusto e della cultura, comunicatore del benessere e selezionatore delle tipicità italiane

Accesso
Corso ad accesso limitato
Posti
50 posti disponibili
Ammissione
Termine utile per presentare la domanda di preiscrizione / ammissione: 00/00/0000
Indicazioni

L'attività formativa è rivolta ai diplomati di scuola media secondaria superiore e ai diplomati universitari e ai laureati di qualsiasi disciplina del vecchio e nuovo ordinamento, con particolare riguardo agli imprenditori agricoli.

Il titolo di accesso deve essere acquisito entro il termine fissato per il perfezionamento dell’iscrizione e in ogni caso entro l’inizio delle attività didattiche.

Il corso sarà attivato solo se si raggiungerà il numero minimo di n. 10 iscritti.

UDITORI non previsti.

I candidati possono presentare domanda di iscrizione a partire dal 17 luglio 2017 fino al 5 settembre 2017 seguendo la procedura on.line di seguito descritta.  

L'iscrizione al Corso avverrà in base all’ordine cronologico di inserimento della domanda di iscrizione fino all’esaurimento dei posti disponibili [n. 50 posti]

Le domande saranno quindi accolte in base all’ordine di arrivo.

Iscrizione
Puoi iscriverti dal 17/07/2017 al 05/09/2017 . Tramite la procedura online puoi iscriverti al corso e scaricare il modulo elettronico (MAV) per il pagamento della contribuzione.
Iscrizione online
Iscriviti online Guida all'Iscrizione online
Contribuzione

La quota di iscrizione è di Euro 600,00 da versare in un'unica rata al momento dell'iscrizione utilizzando il MAV bancario generato al termine della procedura d'iscrizione on-line.

La quota di contribuzione deve considerarsi al netto delle spese bancarie.

I contributi saranno restituiti solo in caso di non attivazione del corso, detratta l'imposta di bollo.

L'iscrizione verrà considerata perfezionata al momento del pagamento della tassa di contribuzione.

La suddetta quota non comprende le spese per i convivi enogastronomici e per il trasferimento per gli stage e le visite guidate.

Documentazione utile

Bando download

Richiesta informazioni sulla didattica del corso

Organizzazione

Il Direttore del corso è il Prof. Rodolfo Coccioni (Professore ordinario di Paleontologia).

Il Comitato Scientifico è così composto: Prof. Rodolfo Coccioni, Cav. Giuseppe Cristini (consulente enogastronomico), Dott. Marco Menichetti (Ricercatore di Geologia Strutturale), Prof.ssa Oliva Nesci (Prof. associato di Geomorfologia).

A chi rivolgersi

Segreteria del Dipartimento di Scienze Pure e Applicate, Campus Scientifico “E. Mattei”, Località Crocicchia, 61029 Urbino: Tel. 0722 304521, Fax 0722 327857, e-mail: segreteria.dispea@uniurb.it 

Il tutor di riferimento è il Dott. Marco Menichetti.

Contatti
Rodolfo Coccioni
 347 3520122   rodolfo.coccioni@uniurb.it
Marco Menichetti
 0722 304262   marco.menichetti@uniurb.it

Supporto per immatricolazioni e iscrizioni

Segreteria
Ufficio Dottorati - Post laurea - Esami di Stato
Via Veterani, 36 - Urbino
Orari di apertura
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13
Contatti
 Tel. +39 0722 304631 / +39 0722 304634 / +39 0722 304635 / +39 0722 304636 / +39 0722 304632   corsi.postlaurea@uniurb.it
Immagine di copertina Designed by valeria_aksakova / Freepik - link

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top