Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Sede
2018/2019 Urbino

Obiettivi formativi

Gli obiettivi teorico-pratici del corso desiderano avvicinare i partecipanti a una prospettiva interculturale della pratica dell'aikid?, quale disciplina utile a sviluppare l'intelligenza corporea, i cui assunti teorici e pratici possono contribuire a evincere alcuni costrutti paradigmatici capaci di affrontare i tanti dilemmi educativi su cui i pedagogisti e gli educatori occidentali s'interrogano frequentemente e che sono ascrivibili ai paradossi della civiltà contemporanea.

L'aikido, una disciplina che si configura come una riuscita modernizzazione delle antiche arti guerriere giapponesi, nasce in un differente contesto culturale, che propone altri modi di pensare e di agire, spesso molto diversi dai nostri.

La cultura educativa sottesa all'aikido, se praticata nell'extrascuola o inserita nei contesti scolastici, può dunque trasformarsi in un orizzonte cognitivo e didattico interessante per attivare un processo di insegnamento non solo teorico (cognitivo), come accade agli studenti occidentali, ma anche pratico, dove l'esperienza corporea e la comunicazione non verbale acquistano un significato rilevante a livello pedagogico. L'intelligenza del corpo, una forma mentis ampiamente rivalutata dalle più recenti linee pedagogiche quale significativa potenzialità mentale del bambino per apprendere e rapportarsi creativamente al mondo circostante, che nella nostra cultura viene ignorata o trascurata, con l'aikido ritrova un proprio spazio: il corpo recupera il suo essere quale fondamentale proprietà cognitiva.

Le conoscenze delle linee pedagogiche contemporanee possono così arricchirsi e integrarsi con le linee guida dell'aikido, orientando l'interesse verso certi valori riguardanti l'etica, gli aspetti socio-relazionali della didattica, l'integrità mente-corpo, il confronto e il superamento cognitivo ed emotivo dei conflitti, la sinergia tra teoria e pratica, la ricerca estetica e l'integrazione interculturale.

Lo studio interdisciplinare e multiculturale dell’esperienza akidoistica può offrire importanti prospettive qualificanti, utili a una pluralità di professionalità impegnate a vario titolo nel processo formativo scolastico ed extrascolastico, aprendo a diverse competenze riguardanti:

- la capacità di riflettere sulla presenza, nella nostra cultura, di alcuni indicativi paradigmi pedagogici, come la distinzione tra mente e corpo, l’apprendimento formale e pratico;

- il possesso degli strumenti conoscitivi necessari per operare un raffronto tra la cultura pedagogica occidentale e quella estremo-orientale, in particolare quella giapponese;

- la scoperta del potenziale emancipativo di quest'arte, volta in particolare a sviluppare l'intelligenza del corpo dei soggetti in età evolutiva e adulta;

- l’unità mente-corpo, soprattutto grazie alla conoscenza di particolari esercizi di respirazioni, molto importanti nella pratica aikidoistica, e grazie anche alla pratica dell’aikitaiso (una ginnastica particolare di questa arte, introduttiva a una lezione-tipo), consistente in una serie di esercizi finalizzati a mobilitare le parti più contratte del corpo (e della mente) e a renderle maggiormente flessibili (la flessibilità delle mente-corpo è una qualità di base per accedere a questa disciplina).

Il corso si svolgerà presso il Dipartimento di Scienze della Comunicazione, Studi Umanistici e Internazionali (DISCUI) dell'Università degli Studi Carlo Bo di Urbino da novembre ad agosto 2019. 

La struttura del corso prevede complessivamente n. 275 ore di attività formative, corrispondenti a n. 11 CFU.

Le ore di di didattica frontale sono 66 e sono suddivise in due moduli:

Lezione introduttiva:

  • mercoledì 28 novembre 2018, ore 14-19.

Primo modulo: 

  • venerdì 22 febbraio, ore ore 14-19, e sabato 23 febbraio 2019, ore 8-13 – venerdì 24 maggio, ore ore 14-19, e sabato 25 maggio 2019, ore 8-13.

Secondo modulo:

  • dal 26 al 30 agosto 2019, una settimana intensiva, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14 alle ore 18.

È prevista la PROVA DI FINE CORSO il giorno 31 agosto 2019.

Le restanti ore sono comprensive dello studio individuale e della compilazione dell'elaborato finale.

L'obbligo di frequenza è pari ai 2/3 delle ore complessive.

Il corso è caratterizzato da lezioni teoriche e pratiche sulle dinamiche formative dell'aikido.

Gli insegnamenti previsti sono i seguenti:

  •  Introduzione alla pedagogia generale (Introduction to Foundations of Pedagogy)
  1.  Le basi educative teorico-pratiche dell’aikido (Theoretical-practical educational foundations of Aikido)
  2.  Aspetti generali sull’educazione giapponese (General aspects of Japanese Education)
  3.  Laboratorio sull’espressività corporea (Seminar about corporeal expressiveness)
  •  I metodi educativi dell’aikido (Educational Methods of Aikido)
  1.   Educazione all’infanzia (Education to children)
  2.   Educazione all’adolescenza (Education to adolescents)
  3.   Educazione all’età adulta (Eduction to adults)
  4.   Educazione all’aikido dolce (Eduction of soft Aikido)
  •  Elementi di pedagogia interculturale e ambientale (Elements of intercultural and environmental pedagogy)
  •  Elementi di Metodologia della ricerca pedagogica (Elements of Methodology of Pedagogical Research)
  •  Elementi di neurofisiologia (Elements of neurophysiology)

Modulo Uditori: È prevista l'attivazione di un modulo rivolto a uditori esterni al corso (da 2 a 10 posti disponibili).

Il "modulo uditori" (40 ore) permette di scegliere alcuni argomenti, lezioni o esercitazioni. Potranno partecipare laureati e non laureati.

Sono previste due verifiche: una a metà corso circa sugli argomenti trattati durante il corso e una finale, in cui lo studente dovrà presentare un elaborato scritto, il cui argomento sarà preventivamente concordato con un docente scelto dallo studente. A questo, potrà seguire un breve colloquio.

Tra i docenti si trovano esperti in Aikido, Pedagogia generale e sociale, Pedagogia interculturale, Storia dell'educazione, Psicologia, Psicobiologia, Psicomotricità e Neurofisiologia. 

Per le informazioni didattiche, organizzative e le eventuali dispense, e per qualsiasi altra informazione utile al corso, si può visitare il sito: educareaikido.it

Iscriversi a Educare con l'Aikido: un'attività psicomotoria per sviluppare l'intelligenza del corpo

Accesso
Corso ad accesso libero
Posti
50 posti disponibili
Indicazioni

Al corso di Formazione permanente possono accedere coloro che sono in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore; sono ammessi anche coloro che sono in possesso di una laurea (triennale o quadriennale) o specialistica/magistrale del settore educativo-formativo, delle scienze motorie, del settore psicologico e sociologico. Possono essere ammessi altresì coloro che siano in possesso di un titolo di laurea in ambito umanistico. 

Sono ammessi anche i laureati che abbiano acquisito il titolo accademico all'estero, previa equipollenza del titolo ai fini dell'iscrizione al corso.

Sono ammessi alle lezioni anche gli uditori, che possono coprire un numero minimo di 2 posti fino a un massimo di 10 posti. 

Sarà considerato l'ordine di arrivo delle domande. Requisito minimo per l'accesso è il diploma di scuola secondaria superiore.

La domanda di iscrizione non deve essere inviata, l’Ufficio provvederà ad acquisirla direttamente dal sistema.

I candidati stranieri e italiani con titolo di studio conseguito all’estero sono tenuti a consegnare la seguente documentazione:

- se il titolo di studio straniero non è già stato dichiarato equipollente al titolo di studio italiano richiesto per l’accesso al corso:

• titolo di studio in originale oppure certificato sostitutivo a tutti gli effetti di legge;

• traduzione ufficiale in lingua italiana e legalizzazione del titolo di studio;

• “dichiarazione di valore in loco” a cura della Rappresentanza diplomatico-consolare italiana competente per territorio nello Stato al cui ordinamento si riferisce il titolo di studio stesso;

• copia passaporto/documento di identità valido

• copia permesso di soggiorno (solo per i candidati non comunitari)

- se il titolo di studio straniero è già stato dichiarato equipollente al titolo di studio italiano richiesto per l’accesso al corso o è stato riconosciuto dal Ministero competente ai fini dell’esercizio in Italia della professione:

• copia del Decreto di equipollenza rilasciato da altro Ateneo italiano o copia del Decreto Ministeriale

• copia passaporto/documento di identità

• copia permesso di soggiorno (solo per i candidati non comunitari)

Sono equiparati ai cittadini comunitari:

- i cittadini di Norvegia, Islanda e Liechtenstein

- i cittadini della Svizzera

- i cittadini della Repubblica di San Marino

Iscrizione
Puoi iscriverti dal 20/10/2018 al 24/11/2018 . Tramite la procedura online puoi iscriverti al corso e scaricare il modulo elettronico (MAV) per il pagamento della contribuzione.
Iscrizione online
Iscriviti online Guida all'Iscrizione online
Contribuzione

Tassa di iscrizione  € 600 da pagarsi con versamento unico entro il 24 Novembre 2018

UDITORI: (min. 2  - max 10)    € 450 da pagarsi con versamento unico all’iscrizione

Le quote devono considerarsi al netto delle spese bancarie. Il contributo di iscrizione è comprensivo delle spese per imposta di bollo e copertura assicurativa. I contributi saranno restituiti solo in caso di non attivazione del Corso, esclusa l'imposta di bollo.

I pagamenti possono essere effettuati presso qualsiasi sportello della UBI BANCA o presso qualsiasi Istituto di Credito, utilizzando il bollettino MAV on-line universitario prodotto al termine della procedura di iscrizione online seguendo la procedura di seguito descritta:

Area riservata: selezionare direttamente il link “LOGIN”, inserendo le proprie credenziali (nome utente =

n.cognome@stud; password = codice personale rilasciato all’atto dell’iscrizione).

Area registrato: selezionare Pagamenti, stampare il MAV online

Per i pagamenti dall’estero utilizzare le seguenti coordinate bancarie: IBAN IT 87N 03111 68701 000000013607    BIC BLOPIT22

Richiesta informazioni sulla didattica del corso

Organizzazione

Direttore del Corso

prof.ssa Rosella Persi, docente di Pedagogia interculturale (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo).

Co-direttore del Corso

prof. Roberto Travaglini, docente di Pedagogia della cognizione (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo).

Corpo docente del Corso

Docenti  del corso interni:

  • prof. Riccardo Cuppini, ordinario di Neurofisiologia dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo;
  • prof.ssa Angela Giallongo, ordinario di Storia della pedagogia (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo);
  • prof.ssa Rosella Persi, associato di Pedagogia interculturale (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo);
  • prof. Roberto Travaglini, aggregato di Pedagogia della cognizione (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo), esperto di aikido, VI dan Aikikai, shihan.

Docenti esterni:

  • prof. Angelo Maravita, associato di Psicobiologia (Università degli Studi Bicocca-Milano);
  • prof.ssa Laura Cavana, associato di Pedagogia della devianza (Università degli Studi di Bologna);
  • prof.ssa Rita Casadei, aggregato di Pedagogia della devianza (Università degli Studi di Bologna);
  • prof. Roberto Bensi, docente a contratto presso il Dipartimento di Scienze Biomolecolari – DISB (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo);
  • dott.ssa Marta Ragozzino, storica dell’arte, direttore del Polo museale regionale della Basilicata e Segretario regionale ad interim, esperta di aikido, V dan Aikikai;
  • Roberta Leoni, insegnante del Metodo Feldenkrais, esperta di aikido, V dan Aikikai.
  • Roberto Foglietta, esperto di aikido, VI dan Aikikai, shihan.
  • dott. Vito Minoia, pedagogista, professore a contratto di discipline pedagogiche;
  • dott.ssa Catia Massaccesi, pedagogista, insegnante di nido d’infanzia, cultore della materia di Metodologia della ricerca pedagogica presso il DISTUM (Università degli Studi di Urbino).

Comitato scientifico 

  • prof. Roberto Farnè, ordinario di Educazione sportiva e psicologia cognitiva dello sport (Università degli Studi di Bologna);
  • prof. Riccardo Cuppini, ordinario di Neurofisiologia dell’Università degli Studi di Urbino carlo Bo;
  • prof.ssa Angela Giallongo, ordinario di Storia della pedagogia (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo);
  • prof.ssa Laura Cavana, associato di Pedagogia della devianza (Università degli Studi di Bologna);
  • prof. Angelo Maravita, associato di Psicobiologia (Università degli Studi Bicocca-Milano);
  • prof.ssa Rosella Persi, associato di Pedagogia interculturale (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo);
  • prof. Roberto Travaglini, aggregato di Pedagogia della cognizione (Università degli Studi di Urbino carlo Bo), esperto di aikido, VI dan Aikikai, shihan;
  • Franco Zoppi, presidente dell’Aikikai d’Italia, VI dan Aikikai, shihan.

Collaboratori di supporto alla didattica e all’organizzazione del corso

  • Dagmar Ebner, esperta di aikido, II dan Aikikai;
  • Sonia Bortolotti, studiosa di aikido, I kyu Aikikai;
  • dott.ssa Sara Viviani, pedagogista, insegnante di nido d’infanzia, cultore della materia di Metodologia della ricerca pedagogica presso il DISTUM (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo).

Collaboratore esterno di supporto alla didattica e all'organizzazione del corso

  • Aikikai d’Italia, Associazione di Cultura Tradizionale Giapponese, Ente morale dal 1978.
A chi rivolgersi

Roberto Travaglini

 3475797538   0510544864   roberto.travaglini@uniurb.it

Catia Massaccesi

 3200270143   educareaikido.it

 

Contatti
Rosella Persi
  rosella.persi@uniurb.it
Roberto Travaglini
 3475797538   0510544864   roberto.travaglini@uniurb.it

Richiesta informazioni di carattere amministrativo

Segreteria
Segreteria Studenti Corsi di Alta Formazione
Via Saffi, 15 - Urbino
Orari di apertura
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13
Contatti
 Tel. +39 0722 304632 / +39 0722 304634 / +39 0722 304635 / +39 0722 304636   altaformazione@uniurb.it

Link utili


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2018 © Tutti i diritti sono riservati

Top