Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Sede
2019/2020 Urbino

Obiettivi formativi

I mutamenti socioculturali in atto relativi alla natura del gesto grafico (diffusa digitalizzazione, progressivo abbandono della scrittura a mano e in particolare del corsivo, società liquida), anche connessi alle recenti norme sulla regolamentazione delle attività professionali (legge Iori del 20 dicembre 2017; Progetto di norma UNI1601966: Attività professionali non regolamentate – Educatore del gesto grafico), inducono a ritagliare spazi di approfondimento e riflessione sull’origine e l’evoluzione del gesto grafico, e sulla sua educazione. 

Il corso si propone di rendere possibile il raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi: 

- la costruzione di competenze relative alla progettazione di percorsi formativi e/o laboratoriali in grado di osservare, comprendere e sostenere il processo evolutivo del gesto grafico espresso dallo scarabocchio, il disegno e, in particolare, la scrittura;

- l’acquisizione delle conoscenze sui più recenti contributi interdisciplinari in termini di sviluppo neuro-psicofisiologico dell’attività grafo-motoria, e le possibili correlate problematiche (per esempio, le disgrafie quale esplicito DSA);    

- la formazione delle competenze necessarie per attivare percorsi di educazione finalizzati a sostenere i processi di apprendimento dell’espressione del gesto grafico e, soprattutto, della scrittura, con particolare attenzione alla cura e qualità del gesto stesso; 

- l’acquisizione di competenze metodologiche relative alla ricerca e alla didattica in grado di sostenere l’attività progettuale, in termini di educazione del comportamento scrittorio. 

Il corso è diviso in tre moduli interattivi: il primo pone lo studente dinanzi alle caratteristiche evolutive e educative dello scarabocchio; il secondo modulo si concentra invece sull’osservazione delle linee evolutive e educative del disegno; il terzo e principale modulo volge all’approfondimento teorico-pratico della scrittura e delle correlate problematiche educative. 

Un modulo integrativo e parziale è dedicato all’analisi del fenomeno disgrafico, sempre più in aumento oggi nelle diverse fasi di apprendimento della scrittura.  

I temi e gli argomenti dei diversi insegnamenti saranno affrontati con moduli interdisciplinari, tutti ruotanti intorno al focus pedagogico. 

Questa tripartizione concettuale intende suddividere gli obiettivi pedagogici in ipotetici propositi teoretico-educativi e operativi dinanzi alle diverse possibili espressioni del gesto grafico che, da scarabocchio nella più tenera età, si trasforma in disegno spontaneo e in scrittura nelle età successive; i propositi, oltre a quello generale di una educazione del gesto grafico, sono pertanto rispettivamente quello di: educare allo scarabocchio; educare al disegno; educare alla scrittura. 

Si ritiene che il bambino, fin dalla prima infanzia, usi una scrittura solo accennata che l’adulto riconosce come “scarabocchio”, termine che tende a sminuire la prima espressione grafica, immediata e ingenua, il cui esercizio consente tuttavia di giungere al disegno spontaneo che, da una fase prefigurativa, diviene col tempo sempre più realistico; il processo che vi è sotteso è analogo per tempi e modi all’apprendimento della scrittura manuale. Quest’ultima rappresenta per molti aspetti una sfida complessa in risposta a tendenze che provano a rimuovere questa competenza tipica dell’umanità. Come confermano le neuroscienze, la scrittura prodotta a mano implica l’attivazione di dimensioni globali e integrali del soggetto (percettive, cognitive, motorie, relazionali, comunicative ecc.), capaci di sollecitare le componenti metacognitive dell’apprendimento e della più generale conoscenza del mondo. 

Il contributo disciplinare più strettamente grafologico offre la possibilità di orientare l’interesse nei confronti della scrittura, soprattutto da un punto di vista grafo-motorio a partire dal suo sviluppo, sino al riconoscimento dei suoi elementi costituitivi basilari (occupazione spaziale, pressione, ritmo, velocità, movimento e forma). 

L’intervento educativo del gesto grafico richiede competenze metodologiche e strumentali che permettono all’operatore di riconoscere, rilevare e trattare eventuali difficoltà (discernendo il confine che le separa dalle disabilità), in un’ottica di collaborazione con le famiglie (sostenuta dalle conoscenze puntuali circa le tecniche di conduzione dei colloqui) e le diverse figure professionali che si muovono all’interno del panorama scolastico (insegnanti, pedagogisti ecc.) ed extrascolastico (psicomotricisti, logopedisti ecc.).

Il corso è stato istituito con delibera n. 83/2019 del Senato Accademico del 16 aprile 2019.

Il master consente la formazione e/o la qualificazione di figure professionali grazie all’acquisizione di specifiche competenze teorico-metodologiche e didattiche, che si inseriscono all’interno del sistema educativo integrato (scuola ed extrascuola), nell’ottica della conoscenza, promozione e sostegno dell’apprendimento del gesto grafico, dallo scarabocchio al disegno e alla scrittura. 

In particolare, per la scrittura, tale figura potrà acquisire gli strumenti per co-progettare con altre figure (insegnanti, pedagogisti ecc.), percorsi di prevenzione delle eventuali problematiche insorgenti durante il processo di apprendimento (disgrafie), attraverso la diffusione di strategie metodologiche e didattiche orientate da una cornice teorica interdisciplinare aggiornata. Nel caso della loro insorgenza, l’esperto formato dal presente master (in linea con le recenti indicazioni normative UNI sulla figura dell’educatore del gesto grafico) è in grado di progettare percorsi individuali o collettivi, laboratoriali, volti a educare il comportamento grafico e prevenire/osservare il disagio.

I settori in cui è possibile mettere in pratica le competenze acquisite appartengono al sistema formativo pubblico, paritario e privato, ai servizi educativi e socio-integrativi gestiti dagli enti locali, oppure ai servizi attivati da specifiche normative regionali e piani di zona, e anche a centri privati che accolgono altre figure (psicologi, logopedisti ecc.).   

Il corso si svolgerà presso il Dipartimento di Studi Umanistici (DISTUM) dell'Università degli Studi Carlo Bo di Urbino da dicembre 2019 a settembre 2020.

La struttura del corso prevede complessivamente n. 1500 ore di attività formative, corrispondenti a n. 60 CFU.

Le ore di didattica frontale, integrate dalle ore di didattica on-line,sono suddivise in due moduli.

Primo modulo:

  • venerdì 24 gennaio 2020 (ore 15 -19) e sabato 25 gennaio 2020 (ore 9 -13);
  • venerdì 27 marzo 2020 (ore 15 -19) e sabato 28 marzo 2020 (ore 9 -14);
  • venerdì 29 maggio 2020(ore 15-19) e sabato 30 maggio 2020(ore 9-14);
  • venerdì 26 giugno2020(ore 15-19) e sabato 27 giugno2020(ore 9-14).

Secondo modulo.

  • Dal 24 al 29 agosto 2020, una settimana intensiva, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14 alle ore 18;
  • Dal 14 al 19 settembre 2020, una settimana intensiva, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14 alle ore 18.
  • Sabato 19 settembre 2020, è prevista la PROVA DI FINE CORSO.

La modulazione del corso segue un percorso prevalentemente didattico-laboratoriale, sostenuto da opportuni approfondimenti teorico-pedagogici ed interdisciplinari.

Gli insegnamenti previsti sono i seguenti:

  • Fondamenti di pedagogia generale 
  • Fondamenti di pedagogia speciale 
  • Fondamenti di pedagogia sperimentale 
  • Fondamenti di Neuropsicologia
  • Neuropsicologia del gesto grafico
  • Psicologia dell’età evolutiva
  • Psicopedagogia
  • Pedagogia dell’apprendimento
  • Fondamenti di Psicomotricità
  • Grafologia teoretica
  • Grafologia dell’età evolutiva
  • Teoria e tecniche del colloquio psicologico
  • Pedagogia dello scarabocchio e del disegno
  • Metodologia della ricerca pedagogica
  • Etica professionale
  • Didattica della scrittura
  • Storia dell’insegnamento della scrittura
  • Didattica speciale

I laboratori didattici:

  • L’insegnamento della scrittura a mano: problemi e soluzioni operative
  • Educazione al gesto grafico, prevenzione dei disturbi della scrittura, dello scarabocchio e del disegno, esercizi di rieducazione del gesto grafico

Prova intermedia: prove autovalutative presenti al termine di ogni unità di studio.

Prova finale: discussione di un elaborato finale in presenza.

Iscriversi a Educazione e Pedagogia del Gesto Grafico

Accesso
Corso ad accesso libero
Posti
50 posti disponibili
Indicazioni

Al master sono ammessi coloro che sono in possesso di una laurea, di una laurea specialistica o magistrale, o anche di una laurea del vecchio ordinamento. Sono pure ammessi i diplomati nel DU in grafologia (di durata triennale).

Gli studenti in possesso dei requisiti previsti saranno ammessi in ordine cronologico di presentazione della domanda di immatricolazione, completa del versamento della quota dovuta, fino al raggiungimento del numero massimo (n. 50) dei posti disponibili.

Uditori: n. massimo 10 (requisiti di ammissione: diploma di scuola secondaria superiore).

La domanda prodotta non deve essere inviata, l’Ufficio provvederà ad acquisirla direttamente dal sistema.

I candidati che non perfezioneranno  l’iscrizione entro la scadenza  indicata decadranno dal diritto.

La frequenza al corso è obbligatoria per almeno i 2/3 delle ore previste per ciascuna delle  singole  attività formative.

Ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 445/2000, qualora l’Amministrazione riscontri, sulla base di idonei controlli, la non veridicità del contenuto di dichiarazioni rese dal candidato, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguiti dal provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.

Iscrizione
Puoi iscriverti dal 22/07/2019 al 15/12/2019 . Tramite la procedura online puoi iscriverti al corso e scaricare il modulo elettronico (MAV) per il pagamento della contribuzione.
Iscrizione online
Iscriviti online Guida all'Iscrizione online
Contribuzione

Importo tassa di iscrizione: € 950

Prima rata: € 500 entro il 15 dicembre 2019 (atto di iscrizione)

Seconda rata: € 450 entro il 15 marzo 2020

Uditori: € 450 da pagarsi  entro il 15 dicembre 2019

Le quote devono considerarsi al netto delle spese bancarie. Il contributo di iscrizione è comprensivo delle spese per imposta di bollo e copertura assicurativa. I contributi saranno restituiti solo in caso di non attivazione del Corso, esclusa l'imposta di bollo.

i pagamenti possono essere effettuati utilizzando il bollettino MAV o con il sistema PagoPA, entrambi disponibili nell'Area Riservata dello studente, nel menù a sinistra alla voce "pagamenti".

Il bollettino MAV può essere pagato presso qualsiasi istituto di credito.

Il sistema PagoPA, prevede due modalità:

"pagamento mediante avviso": è necessario stampare l'avviso di pagamento da presentare presso uno degli esercenti autorizzati (sono comprese anche le tabaccherie in cui è attivo il servizio Sisal Pay o Lottomatica) o uno degli istituti di credito che aderiscono al sistema PagoPA (www.agid.gov.it/it/piattaforme/pagopa/dove-pagare);

"paga con PagoPA": è possibile scegliere fra varie modalità di pagamento on-line.

Solamente per i pagamenti dall’estero utilizzare le seguenti coordinate bancarie: IBAN IT 87N 03111 68701 000000013607 BIC BLOPIT22

 

Richiesta informazioni sulla didattica del corso

Organizzazione
  • Direttore: Prof. Roberto Travaglini - Dipartimento di Studi Umanistici
  • Co-Direttore: Prof.ssa Cinzia Angelini - Università Roma Tre
A chi rivolgersi

Per le informazioni didattiche, organizzative e le eventuali dispense, e per qualsiasi altra informazione utile al corso, si può visitare il sito: www.pedagogiadelgestografico.it

Contatti
Roberto Travaglini
 +39 347 5797538   051 0544864   roberto.travaglini@uniurb.it

Supporto per immatricolazioni e iscrizioni

Segreteria
Ufficio Dottorati - Post laurea - Esami di Stato
Via Veterani, 36 - Urbino
Orari di apertura
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13
Contatti
 Tel. +39 0722 304631 / +39 0722 304634 / +39 0722 304635 / +39 0722 304636 / +39 0722 304632   corsi.postlaurea@uniurb.it

Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top