Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Classe Sede
2012/2013 L-14 - Classe delle lauree in scienze dei servizi giuridici

Obiettivi formativi

Il Corso di laurea in “Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori” è finalizzato al raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi specifici: a) da un lato, fornire ai laureati conoscenze nei settori fondamentali per la preparazione giuridica, nel rispetto degli obiettivi formativi qualificanti della Classe di laurea L-14, con specifico riferimento alle materie che si collocano negli ambiti disciplinari storico-giuridico, filosofico-giuridico, privatistico, costituzionalistico, economico e pubblicistico; b) dall’altro lato, fornire ai laureati conoscenze e competenze particolarmente approfondite negli ambiti disciplinari della giurisprudenza, con particolare riferimento al settore giuslavoristico, e delle discipline giuridiche d’impresa e settoriali con una particolare attenzione per i profili lavoristici. In tal modo, il laureato acquisirà le conoscenze e competenze necessarie per la consulenza del lavoro sia nel settore privato sia in quello pubblico, anche con specifico riguardo alle problematiche giuridiche della salute e sicurezza dei lavoratori, nonché per la gestione dei rapporti di lavoro e delle relazioni sindacali, anche con riferimento all’attività delle associazioni rappresentative di interessi collettivi e professionali.

Il laureato in “Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori” può svolgere il praticantato biennale presso uno studio professionale di consulenza del lavoro e sostenere l’esame che abilita alla professione di Consulente del lavoro (l. n. 12/79 e successive modificazioni). È inoltre idoneo a svolgere, sotto forma di lavoro subordinato o autonomo, un’attività attinente alla gestione o amministrazione del personale nonché alla gestione della sicurezza del lavoro presso un’impresa privata, una pubblica amministrazione o altre organizzazioni, fermo restando quanto previsto dagli articoli 32 e 34 del d.lgs. n. 81/2008 e successive modificazioni per lo svolgimento delle funzioni e dei compiti ivi disciplinati. Può altresì svolgere attività nell’ambito delle associazioni rappresentative di interessi collettivi e professionali, nonché nelle strutture pubbliche o private che gestiscono servizi per l’impiego. 2.Il corso prepara alle professioni di: - Consulente del lavoro; - Esperto in diritto della sicurezza del lavoro;  - Esperto in amministrazione del personale; - Esperto in servizi per l’impiego.

Il laureato in Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori ha:
- completa conoscenza e capacità di comprensione dei settori giuridici di base;
- approfondita conoscenza delle norme nazionali e comunitarie in materia di lavoro, anche con riguardo ai profili della tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori;
- conoscenza delle procedure di risoluzione delle controversie giudiziali e stragiudiziali;
- specifica conoscenza delle procedure di concertazione collettiva e dei metodi e tecniche della contrattazione collettiva;
- conoscenza di base delle discipline economiche, con particolare riguardo al funzionamento del mercato del lavoro e dei sistemi di relazioni industriali, della previdenza sociale e della sicurezza del lavoro;
- capacità di comprendere finalità e contesti delle politiche del lavoro;
- conoscenza della normativa sulla gestione in materia fiscale e tributaria dell'impresa e del lavoro, nonché sulla gestione del personale.
Modalità di verifica: Le conoscenze e le capacità di comprensione acquisite saranno verificate, in itinere, con prove intermedie e verifiche durante lo svolgimento delle attività didattiche e, alla fine dei corsi di lezione, con le prove finali di esame in forma scritta e/o orale.

Prerequisiti consigliati/obbligatori, prove di ammissione e/o di orientamento

Corsi di laurea magistrale affini La laurea in Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori, classe L-14, costituisce titolo per l’accesso, (eventualmente con debiti formativi), alla laurea magistrale in Giurisprudenza attivata presso la Facoltà di Giurisprudenza.

La didattica si svolgerà mediante lezioni frontali, seminari ed esercitazioni. La frequenza è vivamente consigliata, ma non obbligatoria. Per laurearsi lo studente dovrà superare gli esami di profitto (non più di 20) ed acquisire i crediti formativi connessi alle varie attività (per un totale di 180 CFU). La prova finale consisterà nella discussione orale, eventualmente sulla base di un elaborato scritto, che miri a dimostrare la capacità dello studente di inquadrare e risolvere, alla luce degli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali, un problema teorico-pratico individuato da uno dei docenti del corso e connesso alle tematiche oggetto del corso di studi.   Al fine di raggiungere gli obiettivi indicati il percorso formativo è così articolato: a)nel primo anno, oltre all'impegno per esami a libera scelta dello studente e alla conoscenza del linguaggio giuridico di una lingua straniera, è previsto lo studio di materie di base, sia giuridiche sia economiche.  Il corso comprende lo studio:a1) dei primi fondamenti storici del diritto, con particolare riferimento al lavoro;a2) della filosofia, della teoria e della metodologia giuridica, compresi elementi di informatica giuridica;a3) dei principi fondamentali del diritto privato e degli elementi di base del diritto commerciale, necessari anche per la comprensione degli istituti privatistici presenti nelle materie caratterizzanti del corso di laurea e per conoscere la strutturazione delle imprese;a4) dei principi "costituzionali" (internazionali, comunitari e nazionali) a cui si ispirano i moderni ordinamenti giuridici, anche per quanto attiene ai profili lavoristici;a5) dei fondamenti economici del lavoro e del suo mercato nonché dei sistemi di relazioni industriali; b) nel secondo anno, oltre all'impegno per esami a libera scelta dello studente e per tirocini formativi, formazione ed esperienze professionali o ulteriori conoscenze linguistiche, è previsto lo studio di materie giuridiche di base e caratterizzanti nonchè di un insegnamento sociologico.  Il corso comprende lo studio: b1) dei fondamenti storici del moderno diritto del lavoro;b2) di due materie particolarmente caratterizzanti del Corso di laurea che hanno ad oggetto, l'una, lo studio dei fondamenti del diritto sindacale e del rapporto individuale di lavoro privato e pubblico, e l'altra lo studio del diritto della salute e della sicurezza dei lavoratori;b3) degli elementi del diritto processuale civile, con particolare riferimento al processo ed alle procedure stragiudiziali in materia di lavoro;b4)dei principi del diritto tributario sia sul piano generale sia su quello speciale dell'impresa e del lavoro;b5)dei fondamenti della sociologia del lavoro; c)nel terzo anno, oltre all'impegno per tirocini formativi, formazione ed esperienze professionali o ulteriori conoscenze linguistiche per la prova finale, è previsto lo studio di materie giuridiche, economiche e mediche correlate a varie tematiche lavoristiche, anche con riferimento alla salute e sicurezza dei lavoratori. Il corso comprende lo studio:c1)con la metodologia del laboratorio,della casistica giurisprudenziale in materia di diritto sindacale e del lavoro;o dei fondamenti economici del sistema della previdenza sociale e dell'impatto economico del sistema della sicurezza del lavoro;c2)dei fondamenti giuridici del sistema previdenziale;c3)di una materia giuridica appartenente al settore penalistico riferibile principalmente alla tematica del diritto della sicurezza nei luoghi di lavoro;c4)di due materie mediche relative alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

 Piano dell'offerta formativa

La prova finale, il cui superamento dà diritto al riconoscimento di 6 CFU, consiste nella discussione orale, eventualmente sulla base di un elaborato scritto, che miri a dimostrare la capacità dello studente di inquadrare e risolvere, alla luce degli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali, un problema teorico-pratico individuato da uno dei docenti del Corso e connesso alle tematiche oggetto del corso di studi.

Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori (L-14)

La Facoltà offre: un servizio di tutorato a disposizione degli studenti per l'approfondimento dei temi delle lezioni e per la preparazione degli esami di profitto; frequenti appelli di esame; corsi intensivi facoltativi; appelli d'esame nel periodo estivo; numerose convenzioni per favorire lo svolgimento di esperienze di studio all'estero e di formazione sul lavoro (stage) presso imprese ed enti pubblici con il riconoscimento di crediti formativi.


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top