Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


A.A. Classe Sede
2014/2015 L-14 - Classe delle lauree in scienze dei servizi giuridici

Obiettivi formativi

Il corso di laurea in Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori è finalizzato al raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi specifici:- da un lato, conoscenze nei settori fondamentali per la preparazione giuridica, nel rispetto degli obiettivi formativi qualificanti della classe di laurea L-14, con specifico riferimento alle materie che si collocano negli ambiti disciplinari storico-giuridico, filosofico-giuridico, privatistico, costituzionalistico, economico e pubblicistico; - dall'altro, conoscenze e competenze particolarmente approfondite negli ambiti disciplinari della giurisprudenza, con particolare riferimento al settore giuslavoristico, e delle discipline giuridiche d'impresa e settoriali con una particolare attenzione per i profili lavoristici. In tal modo, il laureato acquisirà le conoscenze e competenze necessarie per la consulenza del lavoro sia nel settore privato sia in quello pubblico, anche con specifico riguardo alle problematiche giuridiche della salute e sicurezza dei lavoratori, nonché per la gestione dei rapporti di lavoro e delle relazioni sindacali, anche con riferimento all'attività delle associazioni rappresentative di interessi collettivi e professionali. Al fine di raggiungere gli obiettivi indicati il percorso formativo è così articolato:a) nel primo anno, oltre all'impegno per esami a libera scelta dello studente e alla conoscenza del linguaggio giuridico di una lingua straniera, è previsto lo studio di materie di base, sia giuridiche sia economiche. Il corso comprende lo studio: a1) dei primi fondamenti storici del diritto, con particolare riferimento al lavoro; a2) della filosofia, della teoria e della metodologia giuridica, compresi elementi di informatica giuridica; a3) dei principi fondamentali del diritto privato e degli lementi di base del diritto commerciale, necessari anche per la comprensione degli istituti privatistici presenti nelle materie caratterizzanti del corso di laurea e per conoscere la strutturazione delle imprese; a4) dei principi costituzionali" (internazionali, comunitari e nazionali) a cui si ispirano i moderni ordinamenti giuridici, anche per quanto attiene ai profili lavoristici; a5) degli elementi economici del mercato del lavoro micro e macro; b) nel secondo anno, oltre all'impegno per esami a libera scelta dello studente e per tirocini formativi, formazione ed esperienze professionali o ulteriori conoscenze linguistiche, è previsto lo studio di materie giuridiche di base e caratterizzanti nonché di un insegnamento sociologico. Il corso comprende lo studio: b1) dei fondamenti storici del moderno diritto del lavoro; b2) di due materie particolarmente caratterizzanti del Corso di laurea che hanno ad oggetto, l'una, lo studio dei fondamenti del diritto sindacale e del rapporto individuale di lavoro privato e pubblico, e l'altra lo studio del diritto della salute e della sicurezza dei lavoratori; b3) degli elementi del diritto processuale civile, con particolare riferimento al processo ed alle procedure stragiudiziali in materia di lavoro; b4)dei fondamenti della sociologia del lavoro; b5) degli elementi di base del diritto amministrativo; c) nel terzo anno, oltre all'impegno per tirocini formativi, formazione ed esperienze professionali o ulteriori conoscenze linguistiche, nonchè per la prova finale, è previsto lo studio di materie giuridiche, economiche e mediche correlate a varie tematiche lavoristiche, anche con riferimento alla salute e sicurezza dei lavoratori. Il corso comprende lo studio: c1) dei principi del diritto tributario sia sul piano generale sia su quello speciale dell'impresa e del lavoro; c2) della casistica giurisprudenziale in materia di diritto sindacale e del lavoro mediante la metodologia del laboratorio; c3) della scienza delle finanze anche con riferimento al sistema di welfare; c4) di una materia giuridica appartenente al settore penalistico riferibile principalmente alla tematica del diritto della sicurezza nei luoghi di lavoro; c5) di due materie mediche relative alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il laureato in "Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori" può svolgere il tirocinio professionale di 18 mesi, presso uno studio di un consulente del lavoro, necessario per accedere all'esercizio della professione di Consulente del lavoro e sostenere l'esame che abilita alla professione medesima (Legge n. 12/79 e successive modificazioni). I primi 6 mesi del predetto tirocinio professionale possono essere svolti durante l'ultimo anno del Corso di laurea nel rispetto di quanto previsto dalla apposita disciplina convenzionale consultabile sul sito http://digiur.uniurb.it. È inoltre idoneo a svolgere, sotto forma di lavoro subordinato o autonomo, una attività attinente alla gestione o amministrazione del personale nonché alla gestione della sicurezza sul lavoro presso una impresa privata, una pubblica amministrazione o altre organizzazioni, fermo restando quanto previsto dagli articoli 32 e 34 del d.lgs. n. 81/2008 e successive modificazioni per lo svolgimento delle funzioni e dei compiti di Responsabile e di Addetto del Servizio di prevenzione e protezione dai rischi. Può altresì svolgere attività nell'ambito delle associazioni rappresentative di interessi collettivi e professionali, nonché nelle strutture pubbliche o private che gestiscono servizi per l'impiego.

Area Pubblicistica

Conoscenza e comprensione: Il laureato in Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori ha: - approfondita conoscenza delle norme costituzionali interne, nonché di quelle comunitarie ed internazionali relative in particolare alle questioni lavoristiche; - buona conoscenza e capacità di comprensione delle questioni amministrativistiche nazionali.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione Il laureato ha: - la capacità di interpretare ed applicare le norme dellordinamento costituzionale, comunitario ed internazionale con particolare riferimento alle questioni del lavoro; - la capacità di reperire, anche tramite banche dati, comprendere e utilizzare le fonti pubblicistiche del diritto interne e sovranazionali, la giurisprudenza costituzionale e della Corte di giustizia europea; - la capacità di interpretare norme costituzionali nazionali e  sovranazionali nonché pronunce giurisprudenziali delle corti superiori nazionali e sovranazionali; L'acquisizione dei suddetti requisiti sarà verificata tramite le seguenti modalità: - esercitazioni su casi giurisprudenziali;- prove intermedie ed esami finali dei singoli corsi; - il risultato dei tirocini e di altre esperienze formative organizzate nell' ambito del corso di studi.

Area Privatistica

Conoscenza e comprensione Il laureato in Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori ha: - completa conoscenza e capacità di comprensione dei settori giuridico-privatistici di base; - approfondita conoscenza delle norme e degli istituti del diritto privato, del diritto sindacale e del lavoro, del diritto della salute e della sicurezza dei lavoratori; - buona conoscenza dei principi fondamentali del diritto commerciale e del diritto processuale civile con particolare riferimento delle procedure di risoluzione giudiziale e stragiudiziale delle controversie di lavoro. Capacità di applicare conoscenza e comprensione Il laureato ha:- la capacità di comprendere finalità, contesti e conseguenze delle politiche del diritto in materia di lavoro; - la capacità di interpretare norme di legge, con particolare riferimento all ordinamento lavoristico, comprese le specifiche discipline in materia di salute e sicurezza dei lavoratori, nonché contratti collettivi ed  individuali di lavoro, e la capacità di elaborare contratti individuali di lavoro; - la capacità di interpretare sentenze giurisprudenziali, con particolare riferimento alle questioni lavoristiche, comprese quelle connesse alla disciplina della salute e sicurezza dei lavoratori. L'acquisizione dei suddetti requisiti sarà verificata tramite le seguenti modalità: - esercitazioni su casi giurisprudenziali; - prove intermedie ed esami finali dei singoli corsi; - il risultato dei tirocini e di altre esperienze formative organizzate nellambito del corso di studi

Area Storico-Filosofica

Conoscenza e comprensione Il laureato in Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori ha: - buona conoscenza e capacità di comprensione dei principi filosofico-giuridici di base compresi gli elementi di informatica giuridica; - buona conoscenza dellevoluzione storica dei sistemi giuridici del lavoro, sia per quanto concerne lorigine degli istituti fondamentali sia per quanto attiene agli sviluppi moderni e contemporanei dei sistemi di tutela.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione Il laureato ha: - la capacità di contestualizzare ed interpretare la natura e le implicazioni dei sistemi giuridici del lavoro. L'acquisizione dei suddetti requisiti sarà verificata tramite le seguenti modalità: - prove intermedie ed esami finali dei singoli corsi; - il risultato di esperienze formative organizzate nellambito del corso di studi.

Area Socio-Giuridico-Economica

Conoscenza e comprensione Il laureato in Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori ha:- buona conoscenza e capacità di comprensione dei principi macro e micro economici, con riferimento in particolare al mercato del lavoro ed al settore pubblico; - approfondita conoscenza delle norme del sistema tributario, nazionale e sovranazionale, con particolare riferimento agli aspetti connessi ai rapporti di lavoro e conoscenza delle procedure di risoluzione giudiziale e stragiudiziale delle controversie in materia tributaria; - buona conoscenza degli aspetti sociologici del mercato del lavoro.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione Il laureato ha: - la capacità di interpretare ed applicare le norme in materia di tributi dellordinamento giuridico nazionale, comunitario ed internazionale; -la capacità di comprendere il funzionamento dei mercati ed il comportamento degli attori che in essi operano, nonché di mettere in relazione il sistema delle norme con il funzionamento dei sistemi economici; - la capacità di analizzare gli elementi fondamentali del mercato del lavoro, nonché la capacità di analizzare il sistema di relazioni industriali con particolare riferimento al ruolo dei vari attori, pubblici e privati, di tale sistema; -la capacità di comprendere finalità, contesti ed effetti delle politiche del diritto e delle politiche economiche con particolare riferimento alle tematiche delloccupazione, del mercato del lavoro e degli interventi di welfare.

L'acquisizione dei suddetti requisiti sarà verificata tramite le seguenti modalità: - svolgimento di esercitazioni su casi giurisprudenziali (relativi al diritto tributario) - prove intermedie ed esami finali dei singoli corsi - il risultato dei tirocini e di altre esperienze formative organizzate nellambito del corso di studi.

Area Tecnico-Medica

Conoscenza e comprensione Il laureato in Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori ha: - buona conoscenza e capacità di comprensione dei principi fondamentali del sistema di prevenzione dei rischi sui luoghi di lavoro anche con riferimento alle discipline mediche.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione Il laureato ha: - la capacità di analizzare i principi fondamentali del sistema di prevenzione dei rischi negli ambienti di lavoro anche con riferimento ai diversi settori merceologici ed alle differenti tipologie di rischi professionali. L'acquisizione dei suddetti requisiti sarà verificata tramite le seguenti modalità: - prove intermedie ed esami finali dei singoli corsi - il risultato di altre esperienze formative organizzate nellambito del corso di studi.

Prerequisiti consigliati/obbligatori, prove di ammissione e/o di orientamento

Per essere ammessi al Corso di laurea è necessario essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di un titolo di studio equipollente conseguito all'estero. Gli iscritti al corso di laurea dovranno sostenere un test di Verifica della Preparazione Iniziale (VPI) di carattere non selettivo. Qualora lo studente consegua un punteggio inferiore alla soglia minima stabilita dovrà soddisfare obblighi aggiuntivi per il recupero del debito formativo prendendo parte a seminari formativi di Ateneo.

Il Corso di laurea consiste in un percorso formativo triennale che, facendo leva su di una preparazione giuridica di base, mira ad analizzare essenzialmente dal punto di vista giuridico - senza tuttavia trascurare profili economici, aziendalistici e sociologici - le vicende e le dinamiche dei rapporti di lavoro con una particolare attenzione anche agli aspetti della salute e della sicurezza dei lavoratori. Gli insegnamenti, prevalentemente obbligatori, comprendono una trattazione della materia a carattere istituzionale, i necessari approfondimenti teorici ed attività didattiche integrative, quali esercitazioni, seminari o conferenze nonché laboratori di diritto. La didattica si svolgerà mediante lezioni frontali, seminari ed esercitazioni. La frequenza è vivamente consigliata, ma non obbligatoria. Il Corso di laurea prevede la possibilità dell’iscrizione in “modalità a tempo parziale”. Lo studente a tempo parziale può, per motivi di lavoro, compiere il proprio percorso di studi in un tempo più lungo (cinque anni) rispetto a quello fissato dall’ordinamento, secondo modalità stabilite dal Regolamento Didattico di Ateneo e dal Regolamento didattico del Corso di laurea.

 

 

 Piano dell'offerta formativa
Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori (L-14)

La laurea in Scienze giuridiche per la consulenza del lavoro e la sicurezza dei lavoratori, classe L-14, costituisce titolo per l’accesso (eventualmente con integrazioni), alla laurea magistrale in Giurisprudenza attivata presso la Scuola di Giurisprudenza.

Il Dipartimento di Giurisprudenza offre: un servizio di tutorato a disposizione degli studenti per l’approfondimento dei temi delle lezioni e per la preparazione degli esami di profitto; frequenti appelli di esame; corsi intensivi facoltativi; appelli d’esame nel periodo estivo; convenzioni per favorire lo svolgimento di esperienze di studio all’estero e di formazione sul lavoro (stage) presso imprese ed enti pubblici con il riconoscimento di crediti formativi.

Scheda Unica Annuale Corso di Studio (SUA-CdS)

Con la Scheda Unica Annuale dei Corsi di Studio (SUA-CdS) vengono comunicati gli obiettivi del corso e le informazioni utili a studenti, famiglie e stakeholder nell'ambito delle politiche della qualità.

Scheda completa Scheda sintetica

Link utili


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

numero verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2017 © Tutti i diritti sono riservati

Top