Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


TECNICA BANCARIA

A.A. CFU
2011/2012 8
Docente Email Ricevimento studenti
Alessandro Berti

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso ha l’obiettivo di offrire agli studenti le conoscenze necessarie ad interpretare e comprendere la natura e la funzione degli intermediari creditizi, il loro ruolo nell’ambito dei sistemi finanziari ed il compito di raccordo da essi svolto fra risparmio ed investimenti.
Il corso propone ai partecipanti gli strumenti necessari alla valutazione del bilancio bancario, tanto in termini di composizione delle singole voci e delle poste del riclassificato, tanto in relazione ai principali margini indicatori dell’efficienza gestionale.   Al termine del corso il partecipante dovrà essere in grado di valutare autonomamente il bilancio di un istituto di credito, evidenziandone correttamente le poste più significative della formula intermediativa adottata: il partecipante, inoltre, sarà in grado di giudicare le politiche creditizie e di raccolta, alla luce degli obiettivi di reddito, liquidità, solvibilità. 

Programma

I parte: i concetti di base
La funzione economica del sistema finanziario e delle banche. La nascita della Banca in Italia: cenni storici. L’evoluzione del sistema bancario italiano: dalle crisi successive all’unità d’Italia alla Legge bancaria del 1936. I modelli di intermediazione adottati. L’evoluzione legislativa e regolamentare e le principali normative italiane ed europee in materia di esercizio dell’attività bancaria, con particolare riferimento al Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia, alla normativa UE ed alla regolamentazione prudenziale di vigilanza (Basilea 2). Basilea 3: approfondimenti ed analisi in relazione all'evoluzione dello scenario post-crisi.  I modelli di intermediazione: banca universale, banca specializzata, banca mista. Natura e ruolo delle banche locali: il caso italiano.

II parte: le funzioni bancarie di impiego e raccolta
Le funzioni bancarie di raccolta presso il pubblico ed impiego presso il sistema produttivo: la valutazione della combinazione rischio rendimento dell’attivo, in relazione alle singole forme tecniche attive e passive oltre che in rapporto alla normativa di vigilanza nazionale ed internazionale. La raccolta bancaria ed il rapporto con i depositanti. I canali di distribuzione dei prodotti bancari. Il finanziamento del fabbisogno finanziario delle imprese e l’attività di impiego in prestiti. Strumenti e tecniche per la gestione del rapporto banca-impresa: la valutazione, misurazione e gestione del rischio di credito. Modelli statici e modelli dinamici: analisi delle anomalie andamentali ed utilizzo della Centrale dei Rischi.

III parte: il bilancio della banca
La normativa italiana ed europea in materia di bilanci bancari. Le principali poste riclassificate di conto economico e di stato patrimoniale: margine da clientela, margine da interessi, margine di tesoreria. I ricavi da servizi ed i costi operativi. Il cost-income ratio, il risultato lordo di gestione ed il margine di intermediazione in relazione ai fondi intermediati. Significato e scomposizione del ROE della banca. Performance bancaria, strumenti di governance e quotazione.

IV parte: la gestione strategica
La gestione strategica ed i principali rischi della gestione bancaria: rischio di credito e rischio di mercato. Le principali variabili strategiche della gestione bancaria: i concetti dell’ALM e di VAR, la misura ed il rendimento del capitale di rischio. La gestione del portafoglio proprio e di terzi. La relazione fra redditività, liquidità, solidità nella gestione dell’intermediario creditizio. Stress testing e valutazione dell’adeguatezza del capitale. Il processo di ICAAP. 

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Al termine del corso il partecipante dovrà essere in grado di valutare autonomamente il bilancio di un istituto di credito, evidenziandone correttamente le poste più significative della formula intermediativa adottata: il partecipante, inoltre, sarà in grado di giudicare le politiche creditizie e di raccolta, alla luce degli obiettivi di reddito, liquidità, solvibilità.

Attività di Supporto

Realizzazione di tesine sia in materia di valutazione del merito di credito e di affidamento delle imprese, sia in materia di riclassificazione del bilancio bancario.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

È molto auspicabile la frequenza alle lezioni, che consente una migliore preparazione dell’esame, riducendo il carico didattico, sia con il sostenimento di un prova di metà corso, sia attraverso l’affronto di casi concreti, relativi ai mercati ed ai sistemi finanziari. La lezione è frontale. In caso di partecipazione di studenti stranieri partecipanti a programmi Erasmus, le lezioni potranno essere svolte in inglese.

Testi di studio

Marco Onado, La banca come impresa, Il Mulino, con l'esclusione dei capitoli III, V, VI, VII, IX e XI.
Alessandro Berti, La qualità degli affidamenti, Franco Angeli, con l'esclusione dei capitoli 5 e 7.

Inoltre, solo per gli studenti frequentanti, testi e lucidi distribuiti a lezione a cura del docente, in parte sostitutivi dei testi.

I materiali per la preparazione dell'esame, contenenti i lucidi delle lezioni e i testi sostitutivi, saranno resi disponibili e consultabili all'inizio del primo semestre sulla pagina web del docente.

Modalità di
accertamento

Orale, con una prova scritta di esonero sulla prima parte del programma da sostenere a metà corso ed una prova finale riservata ai soli frequentanti.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

È molto auspicabile la frequenza alle lezioni, che consente una migliore preparazione dell’esame, riducendo il carico didattico, sia con il sostenimento di un prova di metà corso, sia attraverso l’affronto di casi concreti, relativi ai mercati ed ai sistemi finanziari. La lezione è frontale. In caso di partecipazione di studenti stranieri partecipanti a programmi Erasmus, le lezioni potranno essere svolte in inglese. 

Testi di studio

Marco Onado, La banca come impresa, Il Mulino, con l'esclusione dei capitoli III, V, VI, VII, IX e XI.
Alessandro Berti, La qualità degli affidamenti, Franco Angeli, con l'esclusione dei capitoli 5 e 7.

Modalità di
accertamento

Orale e scritto.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 11/09/2011


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top