Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLE BIODIVERSITà MODULO BIO/05

A.A. CFU
2011/2012 6 (Bio/05) + 4 (Bio/07)
Docente Email Ricevimento studenti
Maria Balsamo mercoledi h.11-13

Assegnato al Corso di Studio

Ecologia dei cambiamenti climatici (LM-75)
Curriculum: naturalistico
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Sulla base conoscitiva della biodiversità e delle sue metodologie di analisi formata nel corso dei corsi biologici del 1°anno, questo corso intende introdurre i principali parametri funzionali alla biologia della conservazione delle popolazioni, specie e comunità animali come componenti funzionali al mantenimento della biodiversità, anche alla luce di cambiamenti ambientali in atto. Sono trattati in particolare i temi dello studio e gestione delle piccole popolazioni animali, delle popolazioni in declino, della loro conservazione in situ in aree protette, delle specie minacciate sia a scala locale che globale, della valutazione di rischio di estinzione e di impatto sulla sopravvivenza, e dell'inserimento dei dati faunistici in modelli ecologici. Verranno inoltre trattati argomenti riguardanti la gestione degli ecosistemi con particolare riferimento agli ambienti fluviali e costieri. Questi aspetti tecnici sono considerati nel più ampio contesto delle politiche della conservazione a livello globale e locale, in cui le componenti biologiche e quelle socioeconomiche si devono integrare per indirizzare politiche territoriali efficaci.

Programma

Basi  e finalità della biologia della conservazione. Le cause della perdita di diversità biologica, e animale in particolare. Le estinzioni.  Approfondimenti sui fattori attuali di minaccia alla biodiversità a scala locale e globale. Normativa internazionale, europea ed italiana  riferita alla tutela della biodiversità. Criteri IUCN per la definizione dello stato di rischio di una specie. Liste Rosse e Blu come strumento di conservazione. Approfondimenti sulle modalità di conservazione delle popolazioni : i problemi delle piccole popolazioni. Richiami alle metodologie di censimento e monitoraggio delle popolazioni animali Conservazione in situ: aree protette, con particolare riferimento a quelle italiane. Reintroduzioni. Conservazione ex situ. . La biologia della conservazione nella formazione educativa. L'importanza della formazione di competenze tassonomiche per la caratterizzazione biologica degli ecosistemi.

**************************

Fundamentals and aims of conservation biology. Causes of loss of biological diversity. Extinctions. Close examination of the current factors of threat to biodiversity on a local and a global scale. International, European and Italian  regulations concerning the protection of biodiversity.  IUCN criteria for defining the risk condition of a species. Red Lists and Blue Lists as conservation tools. Close examination of methods of conserving animal populations: problems of small populations. References to methods of census and monitoring of animal populations. : In-situ conservation, protected areas, with special references to those located in Italy. Reintroductions. Ex-situ conservation. Conservation biology in education. The importance of training in taxonomical competences for the biological characterization of ecosystems.

 

**Only some of the programme topics mentioned will be taught in English.

 

Eventuali Propedeuticità

Attività di Supporto

Escursioni in ambiente naturale e visite presso Enti e istituzioni che si occupano attivamente di conservazione.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, escursioni didattiche, visite ad enti attivi nel campo della conservazione.

Testi di studio

Sodhi N.S., Ehrlich P.R. (2010) Conservation for all. Oxford University Press, Oxford, 344 pp.

 

Primack - Carotenuto (2003) Conservazione della natura. Zanichelli.

 

 

 

Testi di consultazione

Gambino R., Talamo D., Thomasset F. 2008. Parchi d'Europa. Verso una politica europea per le aree protette. ETS Ed., 316 pp.

 

Crooks K.R., Sanjayan M. 2006 Connectivity conservation. Cambridge Univ.Press, 712 pp.

 

Lindenmayer D.B., Fischer J. 2006. Habitat fragmentation and landscape change.  Island Press, Washington, 329 pp.

Modalità di
accertamento

Esame orale o presentazione di tesina su argomento concordato col docente.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Lezioni frontali, escursioni didattiche, visite ad enti attivi nel campo della conservazione.

Testi di studio

Sodhi N.S., Ehrlich P.R. 2010. Conservation for all. Oxford University Press, Oxford, 344 pp.

 

Primack - Carotenuto (2007) Conservazione della natura. Zanichelli.

 

Testi di consultazione

Gambino R., Talamo D., Thomasset F. 2008. Parchi d'Europa. Verso una politica europea per le aree protette. ETS Ed., 316 pp.

 

Crooks K.R., Sanjayan M. 2006 Connectivity conservation. Cambridge Univ.Press, 712 pp.

 

Lindenmayer D.B., Fischer J. 2006. Habitat fragmentation and landscape change.  Island Press, Washington, 329 pp.

Modalità di
accertamento

Esame orale o presentazione di tesina su argomento concordato col docente.

Note

Sono previste escursioni in ambiente naturale e visite presso Enti e istituzioni che si occupano attivamente di conservazione.

Alcuni argomenti indicati in lingua inglese saranno erogati nella suddetta lingua. / Some of the subject areas indicated in English will be taught in the afore-mentioned language".

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 03/01/2012


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top