Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


FILOSOFIA DELLA MENTE

A.A. CFU
2012/2013 12
Docente Email Ricevimento studenti
Mario Alai prima e dopo le lezioni, o su appuntamento per e-mail
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Prof. Alai:

Entità teoriche, linguaggio e credenza

Esistono davvero quelle entità misteriose di cui parla la scienza teorica e che nessuno potrà mai osservare, nemmeno con sofisticati strumenti, come i quarks, il Big Bang, l'antimateria, ecc.? E se esistono, come può la mente umana relazionarsi ad esse? E' possibile, e come, conferire significanza al linguaggio con cui ne parliamo, cioè al linguaggio della scienza teorica? E' possibile formarsi credenze su di esse, e come le si possono giustificare? Possiamo in altri termini conoscerle, e a che condizioni?
Sono questi i temi del dibattito tra realismo scientifico e antirealismo scientifico, di cui il corso ripercorrerà alcuni dei più recenti sviluppi, ma che si era già sviluppato a varie riprese nella filosofia antica e moderna.
Si raccomanda di frequentare le lezioni dall'inizio, attivamente e regolarmente. Chi non fosse in grado di frequentare può ugualmente preparare l'esame sui testi indicati, ma serve un' attenta applicazione, nonché attitudine allo studio autonomo, all'analisi e al pensiero astratto.
Per offrire agli studenti interessati un'opportunità di CLIL (apprendimento integrato di contenuti e lingua) il docente proporrà di dedicare da 1/6 a 1/5 del corso a letture e commenti in lingua inglese.

 

Prof. Fano

CI SONO ALMENO TRE ARGOMENTI A FAVORE DI QUELLO CHE POSSIAMO CHIAMARE "IL PRESENTAZIONISMO", CIOE' LA TESI SECONDO CUI NOI NON PERCEPIAMO LA REALTA', MA UN'IMMAGINE DELLA REALTA' ELABORATA DAL NOSTRO SISTEMA NERVOSO. 1. LA REALTA' DESCRITTA DALLA SCIENZA NATURALE MODERNA E' MOLTO DIVERSA RISPETTO A QUELLA CHE PERCEPIAMO. 2. LE ILLUSIONI. 3. SISTEMATICAMENTE PERCEPIAMO QUALCOSA DI DIVERSO DA CIO' CHE CI SI PRESENTA. SI PENSI AD ESEMPIO A UNA MONETA CHE CI APPARE CIRCOLARE ANCHE SE IN REALTA' STIAMO VEDENDO UN OVALE. PER QUESTE RAGIONI IL PRESENTAZIONISMO E' LA TEORIA DELLA PERCEZIONE PIU' DIFFUSA. CONTRO DI ESSO, PERO', NON SI COMPRENDE COME LO STIMOLO SI TRASFORMI NEL CONTENUTO PERCETTIVO. DA QUESTO PUNTO DI VISTA E' PIU' RAGIONEVOLE LA TEORIA INTENZIONALE DELLA PERCEZIONE, SECONDO LA QUALE NOI PERCEPIAMO QUALCOSA DI REALE E NON UN'IMMAGINE. LA TEORIA INTENZIONALE, TUTTAVIA, DEVE TROVARE UNA RISPOSTA A QUEI TRE PROBLEMI CHE IL PRESENTAZIONISMO RISOLVE FACILMENTE. DI QUESTO DIBATTITO FRA PRESENTAZIONISMO E TEORIA INTENZIONALE DISCUTEREMO A LEZIONE.

Programma

Prof. Alai:

Le varie forme del realismo e del realismo scientifico
Ontologia, epistemologia e filosofia del linguaggio nelle discussioni sulle teorie scientifiche.
Le motivazioni per non credere alle entità teoriche:
1. perché sono inosservabili
2. a motivo della sottodeterminazione empirica
3. a motivo delle rivoluzioni scientifiche
Analisi critica di tali motivazioni
Il realismo parziale
Le motivazioni per credere alle entità: argomenti esplicativi e "no miracle argument".
Natura e importanza delle predizioni innovative
Spiegazioni antirealistiche del successo della scienza
Realismo e antirealismo scientifico nei secoli passati.

 

Prof. Fano

La teoria della percezione di Aristotele.

Empirismo e razionalismo.

Teorie contemporanee.

La prospettiva neuropsicologica.

 

Eventuali Propedeuticità

Nessuna

Attività di Supporto

Verrà fornito del materiale didattico a lezione o via posta elettronica.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

 Lezioni frontali, letture in classe e per casa e discussione.

Testi di studio

 Prof. Alai:

(1) M. Dorato, Cosa c'entra l'anima con gli atomi. Introduzione alla filosofia della scienza.
Roma-Roma-Bari, Laterza, 2007
(2) J. Ladyman, Filosofia della scienza, Carocci 2002.
(3) S. Psillos Scientific Realism. How Science Tracks Truth, Routledge 1999.
(4) Bas Van Fraassen The scientific Image, Oxford U. P. 1980 (tr. it L'immagine scientifica, CLUEB, 1985), capp. 1-4.
M. Alai "Dal realismo scientifico al realismo metafisico", in Hermeneutica (nuova serie) 2005, pp. 167-189.
M. Alai "Science and Non-Observable Reality", in: G. Auletta (ed.), The Controversial Relationships between Science and Philosophy: A Critical Assessment, Libreria Editrice Vaticana, Vatican City, 2006, pp. 211-250.
M. Alai "Σώζειν τά φαινόμενα. Realistic and Antirealistic Attitudes in Natural Science", Isonomia 2008, http://www.uniurb.it/Filosofia/isonomia/2008alai.pdf.
M. Alai "Realismo scientifico e realismo metafisico", in Fisica e metafisica, a cura di M. Alai, Giornale di Fisica 50, 2009, Supplemento 1, pp. 19-27.
M. Alai "Van Fraassen, Observability and Belief", in M. D'Agostino, G. Giorello, F. Laudisa, T.
Pievani and C. Sinigaglia (eds.) New Essays in Logic and Philosophy of Science, London, College Publications, London 2010, ISBN 9781848900095, pp. 663-675.
M. Alai "Levin and Ghins on the "No Miracle" Argument and Naturalism", European Journal for Philosophy of Science vol. 2, n. 1 (2012), pp. 85-110.
M. Alai "Defending Deployment Realism against Alleged Counterexamples", in «Defending Realism: Ontological and Epistemological Investigations», Ontos Verlag, in corso di stampa.
M. Alai "Ontologia, conoscenza e signifícato nel realismo scientifico" in Ontologia e conoscenza, a cura di M. Bianca e P. Piccari, Aracne, in corso di stampa.
M. Alai "Novel Predictions and the No Miracle Argument", di prossima pubblicazione.

I saggi di M. Alai possono esser richiesti al docente

Il materiale didattico per i frequentanti le lezioni del Prof. Fano verrà stabilito a lezione.

Modalità di
accertamento

Prof. Alai:

Argomenti delle lezioni e quei testi o parti di essi che saranno trattati a lezione

Prof. Fano, prova orale.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Non frequentanti: studio autonomo, con possibilità di ottenere chiarimenti durante le ore di ricevimento del docente

Testi di studio

 Prof. Alai: 

testo (1) o (2) a scelta, e almeno 2 saggi di M. Alai,
eventualmente e facoltativamente utilizzando i rimanenti testi per gli schiarimenti o approfondimenti che si rendessero necessari.

Prof. Fano C. Calabi, Filosofia della percezione, Laterza; A. Paternoster, Il filosofo e i sensi, Carocci.

Modalità di
accertamento

Esame orale

Note

Il corso è suddiviso in due parti, condotte rispettimanete dai proff.  Mario Alai (primo semestre) e vincenzo Fano (secondo semestre). L'esame potra' essere sostenuto separatamente per i due moduli oppure in seduta unica.

Corso “misto”: per offrire agli studenti interessati un'opportunità di CLIL (apprendimento integrato di contenuti e lingua) i docenti proporranno (col consenso degli studenti) parte dei contenuti in lingua inglese.

Prof. Alai: uno o due saggi verranno proposti e discussi in inglese.

Prof. Fano: le lezioni saranno seguite da una ricapitolazione in inglese. Fano's lectures will be followed by an english brief presentation.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 27/08/2012


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522

Il 1522 è un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2021 © Tutti i diritti sono riservati

Top