Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


PEDAGOGIA DELLA FORMAZIONE

A.A. CFU
2009/2010 4
Docente Email Ricevimento studenti
Maria Chiara Michelini mercoledi dalle 14 alle 15.
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di fornire agli studenti le coordinate di una nuova epistemologia delle pratiche professionali e di una coerente formazione di qualità, alla luce delle sfide complesse e imprevedibili della modernità, nella prospettiva dell'apprendimento permanente.
In particolare il corso si propone di approfondire il tema della progettazione e del governo della scuola, intesa come comunità, non solo in senso ideale, ma anche come sistema di organizzazione e di gestione democratico-partecipativo, oltre al tema della riflessività nelle pratiche educative, considerata come strategia principe negli itinerari formativi, ma anche come modalità per interpretare una nuova epistemologia professionale. Le due tematiche, analizzate nei fondamenti teorici e nelle possibili dimensioni metodologiche ed operative, verranno coniugate in una prospettiva unitaria e coerente.

Programma

1 La progettazione educativa ed il governo della scuola in senso democratico e partecipativo
1.1 Per una scuola come comunità
1.2 Decisionalità diffusa e leadership
1.3 Per un modello operativo di governo democratico dei sistemi educativi e formativi
1.4 La progettazione curriculare orientata alle competenze nella dimensione dell'apprendimento permanente
1.5 La formazione in servizio tra visione e organizzazione
1.6 Formazione, valutazione, qualità
1.7 Dall'apprendimento al repertorio del far apprendere: principi, metodi, strumenti, profili e azioni del formatore
2 La riflessività come paradigma di una nuova epistemologia professionale
2.1 Fondamenti teorici
2.2 Per un modello di riflessione nel corso dell'azione
2.3 Le prassi riflessive in educazione
2.3.1 Il ruolo delle teorie per l'interrogazione della realtà nella progettazione curriculare
2.3.2 Dalle pratiche dell'insegnamento alle teorie implicite
2.4 Presupposti e ipotesi per lo sviluppo di metodologie basate sulla riflessività nella formazione.

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezione frontale

Testi di studio

M.C. Michelini, Riflessività e pratiche educative, Tecnodid, Napoli, 2008.
M.C. Michelini, Progettare e governare la scuola - Democrazia e partecipazione: dalla progettazione educativa all'organizzazione scolastica, FrancoAngeli, Milano, 2006.
ISFOL, Le dimensioni metacurriculari dell'agire formativo, FrancoAngeli, Milano, 2001. (Solo i capitoli:
2. Da uno scenario dell'apprendere a un repertorio del far apprendere.
3. Processi di transfer delle competenze e formazione professionale.
7. I sistemi educativi e formativi nella learning economy: presupposti e ipotesi per lo sviluppo di metodologie basate sulla riflessività.)

Modalità di
accertamento

Esame orale

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 29/07/09


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top