Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


SOCIOLOGIA DEL LAVORO/SOCIOLOGIA DEI GRUPPI AMI

A.A. CFU
2009/2010 9
Docente Email Ricevimento studenti
Fatima Farina

Assegnato al Corso di Studio

Sociologia (36)
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Parte 1:

Il corso costituisce un’introduzione alla sociologia del lavoro. Nella prima parte vengono esaminati i contributi degli autori classici e contemporanei allo studio del lavoro e delle sue trasformazioni. Nella seconda parte viene affrontato il tema del mercato del lavoro e della sua flessibilizzazione nei nuovi scenari del post-fordismo, della globalizzazione e dei nuovi equilibri tra tempo di vita e tempo di lavoro.

Parte 2:

Il modulo intende affrontare la questione identitaria a partire dall’analisi del modello sociale fordista per guardare alla complessità dei processi di identificazione e di individualizzazione che portano ad una pluralità di appartenenze.

Programma

Parte 1:

1. Lavoro e produzione nel capitalismo moderno 2. Il mercato del lavoro: tra economia e società 3. L’organizzazione del lavoro nella fase fordista-taylorista 4. L’organizzazione del lavoro nella fase post-fordista 5. La flessibilizzazione del lavoro e i diversi regimi di regolazione nelle economie avanzate 6. Gli effetti della globalizzazione

Parte 2:

1. Il modello sociale fordista.
2. I contenuti relazionali del lavoro.
3. Pratiche di riconoscimento e processi di identificazione.
4. Gestione dei potenziali conflitti.
5. La narrazione della soggettività.

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Parte 1:

Lezione frontale, gruppi di lavoro e discussione in aula, esercitazioni.

Parte 2:

Lezione frontale ed esercitazioni/role play.

Obblighi

Partecipazione ad almeno 3/4 delle ore di lezione e studio dei testi di riferimento

Testi di studio

Parte 1:

-S. Negrelli, Sociologia del lavoro, Laterza, Bari, 2007
- L. Balbo, Il lavoro e la cura, Einaudi, 2008

Parte 2:

- S. Gherardi, Il genere e le organizzazioni. Il simbolismo del femminile e del maschile nella vita organizzativa, Milano, Cortina, 1998

Modalità di
accertamento

Parte 1:

Elaborazione di una tesina individuale e verifica orale finale secondo il calendario d’esame.

Parte 2:

Esame orale e/o tesine di approfondimento.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio dei testi di riferimento

Obblighi

Studio dei testi di riferimento

Testi di studio

Parte 1:

-S.Negrelli. Sociologia del lavoro , Il Mulino, Milano 2007
-E. Pugliese, E. Mingione, Il lavoro, Carocci, Roma 2002 Nota: solamente i capp. 4, 5, 6, 7, 8, 9
- L. Balbo, Il lavoro e la cura, Einaudi, 2008

Parte 2:

S. Gherardi, Il genere e le organizzazioni. Il simbolismo del femminile e del maschile nella vita organizzativa, Milano, Cortina, 1998

A. Elliot – C. Lemert, Il nuovo individualismo. I costi emozionali della globalizzazione, Torino, Einaudi, 2006

Modalità di
accertamento

Esame orale.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 02/09/2009


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top