Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


GESTIONE INTERNAZIONALE DEGLI APPROVVIGIONAMENTI - SEDE DI FANO

A.A. CFU
2009/2010 5
Docente Email Ricevimento studenti
Fabio Musso

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Internazionalizzazione per le PMI vuol dire sempre di più “internazionalizzare” il mercato-mondo a tutti i processi aziendali. Per questo la lettura dei processi di delocalizzazione produttiva e l’analisi della mappa geo-territoriale della forma di impresa diventano le leve strategiche nella concorrenza globale. La catena del valore diventa quindi la chiave per l’impresa entro cui focalizzare le “rotture” geografiche e le valutazioni attinenti sia ai costi-ricavi sia al peso delle opportunità qualitative della geo-politica. Il make or buy di un componente non è dunque solamente un problema quantitativo di costo ma concerne la capacità d’apprendimento da parte del sistema sociale dell’impresa di progettare e seguire la catena logistica. Il governo della delocalizzazione produttiva diventa non solo un fattore di costo ma il decentramento e l’approvvigionamento connesso diventa un sub-sistema strategico e determinante per la sopravvivenza. Questo dispositivo innovativo interessa la catena logistica, il sistema fiscale e finanziario, i differenziali istituzionali e del mercato del lavoro e anche le architetture e i costi d’integrazione. Il corso vuole preparare lo studente ad una valutazione dei processi decisionali connessi ai fattori di geo-politica della sub-fornitura secondo gli specifici settori ed il peso dei diversi brands. Mappa dei brands, sistema delle PMI e geografia della filiera diventa le interazioni su cui galleggia la piattaforma socio-economica e la conseguente capacità concorrenziale. Saranno quindi analizzati diversi settori e vari cicli di mappa produttiva al fine di rappresentare le diverse e competitive filiere socio-economiche e la politica degli approvvigionamenti come variabile della filiera.

Programma

Il programma si articola in una parte metodologica e in una sezione dedicata a case-studies settoriali e territoriali. Nella seconda parte saranno presentati testi e materiali e anche testimonianze dirette d'imprese. Il programma relativo alla parte del metodo si riparte in vari livelli e cioè: a) catena del valore e vantaggi competitivi del make or buy e in questa fase di cambiamento radicale del mercato dell'energia e dunque dei trasporti possono modificarsi profondamente. Questa crea un nuovo assetto della catena del valore e dei processi di delocalizzazione. Si disegna una nuova geopolitica a livello mondiale e emerge l'Asia anche come mercato del consumo e quindi un nuovo assetto del trasporto a livello mondiale;b) ciclo della logistica e costi dell'integrazione; c) diffusione della distribuzione produttiva per mix di prodotti e territori; d) gerarchia dei brands, rete produttiva e gerarchie delle piattaforme socio-economiche; e) mappa della Filiera, rete dei trasporti e ciclo degli approvvigionamenti.

Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezione frontale, discussione dei case-studies e testimoni.

Testi di studio

Studenti frequentanti: 
- L. Cantone (a cura di), Outsourcing e creazione del valore, Il Sole 24 ore, Milano, 2003, Capp. 1,3, 5, caso 6 - R. Perrotin, F. Calì, Il marketing d’acquisto: strategie e tattiche, Franco Angeli, 2002 
- E. Ottimo, R. Vona, Sistemi di logistica integrata, Egea, Milano, 2001, Capp. 1, 5. 

- Cerruti C., Musso F., L'integrazione dei distretti industriali fra ICT e logistica, Edizioni Goliardiche, Trieste, 2004.
- O. Marchisio (a cura di), Sistemi locali e reti lunghe, FrancoAngeli, Milano, 2006. 

Modalità di
accertamento

Esame orale.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Testi di studio

Studenti non frequentanti:
- L. Cantone (a cura di), Outsourcing e creazione del valore, Il Sole 24 ore, Milano, 2003, Capp. 1,3, 5, caso 6 - R. Perrotin, F. Calì, Il marketing d’acquisto: strategie e tattiche, Franco Angeli, 2002 
- E. Ottimo, R. Vona, Sistemi di logistica integrata, Egea, Milano, 2001, Capp. 1, 5. 

- Cerruti C., Musso F., L'integrazione dei distretti industriali fra ICT e logistica, Edizioni Goliardiche, Trieste, 2004.
- O. Marchisio (a cura di), Sistemi locali e reti lunghe, FrancoAngeli, Milano, 2006. 

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 21/12/2009


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top