Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


FINANZA APPLICATA
APPLIED FINANCE

A.A. CFU
2015/2016 8
Docente Email Ricevimento studenti
Giuseppe Buoncompagni Il docente riceve previo appuntamento da concordarsi per email al seguente indirizzo: giuseppe.buoncompagni@uniurb.it

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso intende offrire agli studenti gli strumenti operativi di base per affrontare le principali tematiche dell'area finanza e dei mercati finanziari. Lo studente acquisirà una conoscenza teorica e applicata del mercato dei tassi di interesse, degli strumenti finanziari classici (titoli obbligazionari plain vanilla, azioni, fondi comuni di investimento), dei principali strumenti derivati, di taluni prodotti strutturati e delle relative metodologie di pricing nonché delle tecniche di misurazione e gestione dei rischi finanziari. Il corso è suddiviso in quattro parti. Nella prima parte si richiamano gli elementi di base di matematica finanziaria, si illustrano i prodotti del mercato monetario e obbligazionario, gli altri strumenti finanziari classici quali azioni, fondi comuni di investimento, ETF e si introduce il concetto di rischio di credito. Nella seconda parte si illustrano le caratteristiche dei principali strumenti finanziari derivati: forward, futures, swap, opzioni e credit derivatives, accennando alle modalità di utilizzo degli stessi ai fini di speculazione, copertura di portafoglio e gestione dei rischi. La terza parte del corso prevede l'analisi dei più conosciuti prodotti strutturati (su tassi, azioni, indici e credito) La quarta parte attiene alle tecniche di misurazione e gestione dei rischi finanziari e a cenni sulla regolamentazione del capitale nelle banche e sul processo di Unione Bancaria europea. Nell'ambito del corso è previsto il confronto con operatori del settore finanziario (con incontri in attività seminariali e/o lezioni frontali), così come la discussione di case studies che permetteranno di verificare la capacità di comprensione e di applicazione concreta delle conoscenze acquisite nonché lo svolgimento di esercitazioni per la preparazione all'esame.

Programma

Parte Prima - Mercati dei tassi di interesse e del credito, titoli obbligazionari e altri prodotti finanziari

Struttura del mercato monetario e finanziario, mercati regolamentati e mercati Over The Counter (OTC). Titoli di Stato ed Eurobbligazioni. Struttura del mercato e operatori

Calcolo del montante e valore attuale in regime di capitalizzazione semplice, composta e continua

Rendite finanziarie e rendite vitalizie

Caratteristiche titoli obbligazionari a tasso fisso e a tasso variabile

Calcolo del rendimento effettivo a scadenza dei titoli zero coupon e a tasso fisso

Calcolo del Discount Margin (DM) per i titoli a tasso variabile

Calcolo della duration e convessità di un'obbligazione

Struttura dei rendimenti a scadenza

Tassi swap, calcolo dei tassi zero coupon con il metodo del bootstrapping, tassi forward

Pronti contro termine

Credit risk, rating e recovery rate

Rating interni

Stima del rischio di credito basata sull'utilizzo dei dati del mercato dei capitali

Titoli obbligazionari senior, subordinati e covered

Azioni

Fondi comuni di investimento

ETF.

Parte Seconda - Strumenti finanziari derivati

Interest rate swap, forward rate agreement, pricing e valutazione

Future su titoli di Stato

Opzioni su tassi di interesse, cambi, azioni e indici azionari. Volatilità storica e implicita. Greche. Cap e Floor. Pricing e valutazione

Modello di valutazione di Black & Scholes

Cambi a termine

Swaption

Derivati di credito (Credit default swap). Tipologie contrattuali, pricing e valutazione, Indici iTraxx

Strategie di utilizzo dei derivati ai fini di speculazione, copertura e gestione dei rischi finanziari.

Parte terza - Titoli strutturati

Reverse floater, callable, tasso trasformabile, corridor TARN, constant maturity swap, equity linked notes, reverse convertible, credit linked notes.

Parte quarta - La gestione dei rischi nelle istituzioni finanziarie

Obiettivi, caratteristiche tecniche, applicazione dei modelli per la misurazione e la gestione dei rischi. Rischio di interesse, rischio di credito, rischio di liquidità, rischio operativo, rischi di mercato e Value at Risk

Vigilanza sulle istituzioni finanziarie, adeguatezza patrimoniale, cenni sul processo di Unione Bancaria europea.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Al termine del corso i partecipanti conosceranno: gli elementi di base dei mercati dei tassi di interesse, i titoli obbligazionari a tasso fisso e variabile, il concetto di credit risk, le azioni, i fondi comuni di investimento e gli ETF, i principali strumenti derivati su tassi, cambi, azioni, indici e credito, alcune tipologie di prodotti strutturati nonché le tecniche di base per la misurazione e la gestione dei rischi finanziari. I predetti partecipanti saranno in grado di affrontare le principali tematiche dell'area finanza, che riguardano in particolare i mercati finanziari e la formazione dei prezzi delle versioni elementari degli strumenti finanziari classici e derivati, la gestione degli investimenti finanziari, l'analisi dei rischi finanziari, la regolamentazione degli intermediari.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dalla/dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni della/del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Dispense, esercitazioni, seminari con esperti del settore finanziario.


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Il corso prevede didattica frontale con il supporto di slides, esercitazioni guidate dal docente, lavori di gruppo su temi economico-finanziari con redazione di elaborato finale da presentare in aula, seminari con esperti del settore.

Testi di studio

1. Andrea Resti, Andrea Sironi, Rischio e valore nelle banche - Misura, regolamentazione, gestione, Egea, Milano, 2008 (le parti oggetto di studio saranno comunicate dal docente)

2. Franco Caparrelli, Economia del mercato mobiliare, McGraw-Hill, 2004 (esclusi i Capitoli 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15)

3. KPMG, Guida agli strumenti derivati, Edibank, Roma, 2001

4. KPMG, Guida ai prodotti strutturati, Edibank, Roma, 2002

5. Altro materiale didattico messo a disposizione dal docente.

Modalità di
accertamento

Per gli studenti frequentanti la valutazione finale è il risultato di due componenti:

1. un lavoro di gruppo, consistente in un elaborato scritto, da presentare in aula (30%);

2. l'esame finale orale individuale (70%).

Il tema del lavoro di gruppo è proposto dal docente in accordo con gli studenti. All'inizio del corso vengono formati diversi gruppi e ogni gruppo dovrà produrre un elaborato scritto che sarà successivamente presentato in aula e discusso secondo un calendario stabilito nei primi giorni del corso. L'elaborato scritto, da consegnare al docente, al più tardi, il giorno antecedente la presentazione, deve avere una lunghezza di circa 5.000 parole e deve essere preceduto da un breve riassunto (abstract). I punteggi acquisiti con l'elaborato e la presentazione di gruppo sono validi per gli appelli delle successive sessioni estiva, autunnale e invernale.

L'esame finale orale individuale verte sugli argomenti trattati durante il corso, sui contenuti delle dispense e dei testi indicati dal docente.

Lo studente è tenuto a rispondere alle domande del docente in modo articolato e approfondito, in modo da dimostrare di:

-  aver acquisito la piena padronanza dei concetti trattati durante il corso;

-  essere in grado di applicare tali concetti ai fini della comprensione, della valutazione critica e della soluzione di situazioni e problemi connessi alle tematiche economico-finanziarie oggetto di studio;

-  essere in grado di esporre le proprie argomentazioni in modo rigoroso ed in tempo limitato, utilizzando un linguaggio appropriato e identificando gli elementi essenziali per l’esposizione.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Testi di studio

Cfr. supra

Modalità di
accertamento

L'esame consiste in una prova scritta preliminare il cui superamento consente di accedere alla successiva prova orale. L’esame scritto prevede esercizi e domande aperte sui contenuti del materiale e dei testi di studio indicati dal docente. Il tempo a disposizione per completare la prova scritta è di 75 minuti; al riguardo, è opportuno dotarsi di calcolatrice scientifica.

L’esame orale è svolto secondo le stesse modalità indicate per gli studenti frequentanti. E' consigliabile un colloquio con il docente per definire le modalità di preparazione all'esame.

Disabilità e DSA

Le studentesse e gli studenti che hanno registrato la certificazione di disabilità o la certificazione di DSA presso l'Ufficio Inclusione e diritto allo studio, possono chiedere di utilizzare le mappe concettuali (per parole chiave) durante la prova di esame.

A tal fine, è necessario inviare le mappe, due settimane prima dell’appello di esame, alla o al docente del corso, che ne verificherà la coerenza con le indicazioni delle linee guida di ateneo e potrà chiederne la modifica.

Note

The student can request to sit the final exam in English with an alternative bibliography.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 27/06/2016


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

15 22

Se sei vittima di violenza o stalking chiama il 1522, scarica l'app o chatta su www.1522.eu

Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2024 © Tutti i diritti sono riservati

Top