Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


PEDAGOGIA DELLA FORMAZIONE CORSO AVANZATO
PEDAGOGY OF EDUCATION ADVANCED COURSE

Progettare la formazione dei docenti
Design the teacher education

A.A. CFU
2015/2016 6
Docente Email Ricevimento studenti
Maria Chiara Michelini mercoledì dalle 14 alle 15 previo appuntamento e al termine delle lezioni

Assegnato al Corso di Studio

Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso intende fornire agli studenti gli strumenti per una riflessione critica sull’idea di formazione, in un momento storico in cui è opportuno ripensarne forme e, soprattutto, senso. Focalizzando l’attenzione sulle pratiche educative, come ambito peculiare di relazione tra teoria e prassi, la riflessione si concentrerà sul ruolo del pensiero e della sua formazione nella progettazione curricolare da parte dei docenti.

 

Programma

L'insegnamento affronterà i seguenti argomenti secondo l'ordine sotto indicato: 

  • Il concetto di formazione in prospettiva trasformativa

1.    Formazione e Trasformazione. Evoluzione storica e prospettive 

1.1  Riflessione

1.2  Interpretazione

1.3  Immaginazione

1.4  Narrazione

1.5 Manifesto della terza formazione 

  • Il Pensiero riflesssivo 

2  Pensiero Riflessivo e pratiche educative

2.1  L'indagine deweyana

2.2  Apprendere attraverso la pratica

2.3  Coordinate teoriche e metodologiche di un possibile modello di riflessione

2.4 Il ruolo delle teorie per l’interrogazione della realtà nella progettazione curricolare

2.5 Dalle pratiche d’insegnamento alle teorie implicite

  • J. Mezirow trasformative learning

3 pensiero riflessivo e apprendimento trasformativo

3.1 trasformative learning: theory to practice 

3.2 trasformare schemi di significato

3.3 trasformare prospettive di significato

Eventuali Propedeuticità

Non prevista

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

In rapporto alla Pedagogia della formazione lo studente dovrà mostrare il possesso:

- della padronanza delle conoscenze di base, relative alla formazione ;

- della comprensione dei concetti fondamentali della disciplina, con riferimento al pensiero riflessivo come paradigma di una nuova epistemologia professionale; 

- della capacità di usare conoscenze e concetti per ragionare secondo la logica della disciplina, con particolare riguardo all'apprendimento trasformativo.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

-  Esercitazioni

-  Seminari integrativi: Si prevede lo svolgimento di un seminario sul metodo Feuerstein come esempio di strategia funzionale alla modificabilità cognitiva strutturale (MCS). Il seminario verrà svolto dalla dott. Vincenza Meloni il giorno 10 febbrario 2015 con una durata di due ore. 


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali, seminari, lavori di gruppo

Obblighi

la frequenza non è obbligatoria 

Testi di studio

M.C. Michelini, Riflessività e pratiche educative, Tecnodid, Napoli, 2008, pag. 142.

Quaglino G. P., La scuola della vita. Manifesto della terza formazione, Raffaello Cortina, Milano, 2011, pag. 170.

Modalità di
accertamento

Gli obiettivi previsti sono verificati attraverso un Colloquio orale in quanto si intende accertare la conoscenza di base relativa all'attuale dibattito sulla formazione e sulle sue forme, sul pensiero riflessivo in chiave trasformativa, la capacità di problematizzare il rapporto teoria/prassi in ordine alle pratiche  educative, come ambito peculiare del pensiero riflessivo. 

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Gli studenti non frequentanti potranno comunque accedere alla piattaforma Moodle › blended.uniurb.it in cui verranno inseriti tutti i materiali messo a disposizione dal docente e quelli utilizzati nel corso delle lezioni e dei seminari.

Attraverso la medesima piattaforma potranno svolgere delle esercitazioni suggerite dal docente.

Obblighi

La frequenza non è obbligatoria 

Testi di studio

M.C. Michelini, Riflessività e pratiche educative, Tecnodid, Napoli, 2008, pag. 142.

Quaglino G. P., La scuola della vita. Manifesto della terza formazione, Raffaello Cortina, Milano, 2011, pag. 170.

Modalità di
accertamento

Gli obiettivi previsti sono verificati attraverso un Colloquio orale in quanto si intende accertare la conoscenza di base relativa all'attuale dibattito sulla formazione e sulle sue forme, sul pensiero riflessivo in chiave trasformativa, la capacità di problematizzare il rapporto teoria/prassi in ordine alle pratiche  educative, come ambito peculiare del pensiero riflessivo. 

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 28/06/16


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top