Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA E LINGUAGGI MEDIALI
ADVERTISEMENT COMMUNICATION AND MEDIA LANGUAGES

A.A. CFU
2016/2017 9
Docente Email Ricevimento studenti
Giovanni Boccia Artieri Mercoledì ore 11-13 e su appuntamento
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese Francese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni (LM-59)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

1. Fornire competenze teoriche  avanzate al fine di definire ed interpretare il contesto contemporaneo della comunicazione pubblicitaria in relazione alla evoluzione dei linguaggi mediali e a fronte di una cultura convergente tra produttori e consumatori/utenti;
2. Fornire strumenti teorici e metodologici per analizzare le forme emergenti di comunicazione pubblicitaria a partire dall’evoluzione dei linguaggi  e dalla svolta degli User Generated/Distributed Content e del Web 2.0 concentrandosi sulle forme di: produsagecurationcontent circulation e transmedia storytelling.

Programma

1.Dal Marketing al societing;
1.1 il post moderno e la caduta delle grandi narrazioni
1.2 media e consumi nella modernità
1.3 nuovi media e dialogo con il pubblico
1.4 il brand tra comunicazione e assunzione di responsabilità

2. Dalle audience di mercato ai pubblici connessi e produttivi
2.1 Media e riflessività
2.2 Social Media e riflessività connessa
2.3 i pubblici connessi tra informazione, consumo e enterteinment
2.4 Fan e brand: lo scontro di due economie morali
2.5 Dalle online communities ai pubblici connessi

3. Tribe e spreadable media
3.1 Elementi di etnografia
3.2 Approccio netnografico
3.3 Analisi di brand tribe
3.4 Narrazione Transmediale

4. Existential marketing e storytelling;
4.1 Sintonizzarsi con il consumatore evoluto: Marketing esistenziale
4.2 narrazione della marca: valore e valori
4.3 Elementi di digital storytelling

5. Le aree dei Social Media:
5.1 Social Commerce
5.2 Social Community
5.3 Social Publishing
5.4 Social Enterteinment

6. Elementi di Social media marketing:
6.1 Funzione, ruoli, organizzazione di un Social Media Team
6.2 Pianificazione di una campagna di comunicazione nei Social Media
6.3 Strategie di gestione di una campagna di comunicazione nei Social Media
6.4 Misurazione dei risultati
6.5 Contestualizzare un “Epic Fail”: tra pianificazione e errore

Eventuali Propedeuticità

Non sono previste propedeuticità in regolamento del corso di studi, ma si consigliano come propedeutiche conoscenze di base nelle discipline della sociologia dei processi culturali e comunicativi (SPS/08), anche se non obbligatorie. In particolare si consiglia la lettura del volume: Boni F., Teoria dei media, il Mulino, Bologna 2006.

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

Gli studenti devono conseguire:

1. Conoscenze e capacità di comprensione: delle forme teoriche e delle dinamiche evolutive della comunicazione pubblicitaria con particolare attenzione alle dinamiche relative alle trasformazioni dell'industria culturale, dei media e dei pubblici.
1.1. Gli studenti conseguono tali conoscenze di base attraverso la frequenza delle lezioni e lo studio dei testi discussi in aula.

2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: attraverso la capacità di analizzare i prodotti contemporanei della comunicazione pubblicitaria e le neo tribù (con particolare riferimento ai linguaggi guerriglia, viral e UGC) applicando le principali metodologie di analisi.
2.1. Competenze acquisite attraverso momenti di esercitazione laboratoriale in classe.

3. Capacità di giudizio: riflessione critica sulle dinamiche evolutive della relazione tra nuove tecnologie mediali, evoluzione dei pubblici e della pubblicità.
3.1. Tale capacità di giudizio dovrà essere applicata nel confronto in aula con il docente e i colleghi, durante le esercitazioni e nella preparazione dell’esame finale.

4. Abilità comunicative: gli studenti sono chiamati ad interagire in aula attraverso domande, scambi con i compagni di studio, lavori di gruppo e stesura di brevi presentazioni in fase di esercitazione.
4.1. Abilità che si esercita in aula con l’organizzazione di momenti di discussione e di esercitazione.


5. Capacità di apprendimento: agli studenti viene richiesto di adottare un metodo di apprendimento critico capace di connettere competenze teoriche e analisi empirica, orientandosi alla specificazione di un pensiero autonomo.
5.1. Abilità da potenziare grazie all’argomentazione con il docente e con i compagni di corso.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto



Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni introduttive, lavoro di gruppo, seminari di approfondimento sulle fasi mediali/pubblicitarie, workshop teorico pratico su comunicazione e digitale.

Obblighi

E' previsto un obbligo di frequenza nella misura del 50% delle ore di lezione.

Testi di studio

1. Gnasso S., Iabichino P., Existential marketing, Hoepli, Milano, 2014.
2a. Boccia Artieri G., Stati di connessione. Pubblici, cittadini e consumatori nella (social) Network Society, Franco Angeli, Milano 2012- tranne  capp. 1, 6 e 8;
2b. per gli studenti provenienti dalla laurea triennale IMP Mazzoli L. (a cura di), Network Effect. Quando la rete diventa pop, Codice Edizioni, Milano 2009;
3. Tuten T., Solomon M., Social Media Marketing. Post-consumo, innovazione collaborativa e valore condiviso, Pearson, Torino, 2015;
4. Jenkins H., Ford S., Green J., Spreadable media. I media tra condivisione, circolazione, partecipazione, Apogeo, Milano, 2013.
Le voci Wikipedia: Contenuto generato dagli utentiIntelligenza collettivaCultura partecipativa, Disintermediazione, Narrazione transmedialeSocial Tv

Modalità di
accertamento

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite colloquio orale individuale basato sui testi di riferimento per l’esame, volto a valutare sia l'apprendimento dei contenuti da parte dello studente sia la sua capacità di rielaborazione e di argomentazione.
Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.
Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.
Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.
Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato”.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità didattiche

Studio dei testi di esame.

Testi di studio

1. Gnasso S., Iabichino P., Existential marketing, Hoepli, Milano, 2014.
2a. Boccia Artieri G., Stati di connessione. Pubblici, cittadini e consumatori nella (social) Network Society, Franco Angeli, Milano 2012- tranne  capp. 1, 6 e 8;
2b. per gli studenti provenienti dalla laurea triennale IMP Mazzoli L. (a cura di), Network Effect. Quando la rete diventa pop, Codice Edizioni, Milano 2009;
3. Tuten T., Solomon M., Social Media Marketing. Post-consumo, innovazione collaborativa e valore condiviso, Pearson, Torino, 2015;
4. Jenkins H., Ford S., Green J., Spreadable media. I media tra condivisione, circolazione, partecipazione, Apogeo, Milano, 2013.
Le voci Wikipedia: Contenuto generato dagli utentiIntelligenza collettivaCultura partecipativa, Disintermediazione, Narrazione transmedialeSocial Tv

Modalità di
accertamento

La verifica dell’apprendimento avverrà tramite colloquio orale individuale basato sui testi di riferimento per l’esame, volto a valutare sia l'apprendimento dei contenuti da parte dello studente sia la sua capacità di rielaborazione e di argomentazione.
Daranno luogo a valutazioni di eccellenza: il possesso da parte dello studente di buone capacità critiche e di approfondimento; il saper collegare tra loro le principali tematiche affrontate nel corso; l’uso di un linguaggio appropriato rispetto alla specificità della disciplina.
Daranno luogo a valutazioni discrete: il possesso da parte dello studente di una conoscenza mnemonica dei contenuti; una relativa capacità critica e di collegamento tra i temi trattati: l’uso di un linguaggio appropriato.
Daranno luogo a valutazioni sufficienti: il raggiungimento di un bagaglio di conoscenze minimale sui temi trattati da parte dello studente, pur in presenza di alcune lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato.
Daranno luogo a valutazioni negative: difficoltà di orientamento dello studente rispetto ai temi affrontati nei testi d'esame; lacune formative; l’uso di un linguaggio non appropriato”.

Note

La frequenza al corso è obbligatoria (almeno il 50% delle ore di lezione) con la sola eccezione degli studenti lavoratori iscritti al percorso part-time, per i quali la frequenza al corso è facoltativa seppur consigliata. Gli studenti a tempo pieno che non hanno raggiunto il numero minimo di ore di frequenza del singolo insegnamento devono contattare il docente per concordare modalità di recupero del debito di frequenza.

« torna indietro Ultimo aggiornamento: 09/10/16


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top