Università degli Studi di Urbino Carlo Bo / Portale Web di Ateneo


ANATOMIA UMANA
HUMAN ANATOMY

A.A. CFU
2016/2017 10
Docente Email Ricevimento studenti
Pietro Gobbi Martedì, Mercoledì e Giovedì previo appuntamento via email o dopo ogni lezione del corso
Didattica in lingue straniere
Insegnamento con materiali opzionali in lingua straniera Inglese
La didattica è svolta interamente in lingua italiana. I materiali di studio e l'esame possono essere in lingua straniera.

Assegnato al Corso di Studio

Farmacia (LM-13)
Curriculum: PERCORSO COMUNE
Giorno Orario Aula

Obiettivi Formativi

Il corso, sviluppato secondo un'analisi delle diverse regioni corporee, si prefigge di fornire una conoscenza dell'intero organismo umano adeguata al profilo professionale del Corso di Laurea. Tale obiettivo viene conseguito integrando, per ogni regione e struttura descritta, gli aspetti morfologici macroscopici e microscopici con quelli morfofunzionali. La competenza dello Studente su tematiche inerenti la struttura macroscopica e microscopica del corpo umano rappresenta, per il fururo Farmacista, un elemento di conoscenza imprescindibile per affrontare adeguatamente lo studio della Biochimica, Fisiologia, Chimica Farmaceutica, Patologia, Farmacologia e per affrontare consapevolmente la vita professionale.  

Programma

PARTE PRIMA - la propedeutica anatomica
- Il corpo umano; Che cos'è l'anatomia; Come può essere studiata l'anatomia macroscopica; Come può essere studiata l'anatomia microscopica; Termini anatomici importanti; l'organo cavo e l'organo pieno; Imaging, ovvero lo studio dell'anatomia sul vivente; Tecniche di imaging diagnostico; Interpretazione delle immagini; Radiografia piana; Tomografia assiale computerizzata; Imaging di risonanza magnetica; Imaging di medicina nucleare; Sicurezza nella diagnostica per immagini.
- Elementi di anatomia microscopica: i tessuti; Il tessuto epiteliale: Classificazione, morfologia e localizzazione degli epiteli di rivestimento, gli epiteli ghiandolari, classificazione degli epiteli ghiandolari esocrini, classificazione degli epiteli ghiandolari endocrini; Epiteli sensoriali: classificazione ed esempi. I tessuti connettivi: mesenchima, cellule e sostanza fondamentale. Composizione e classificazione dei tessuti connettivi propriamente detti (fibrillare lasso e reticolare, denso regolare, irregolare ed elastico, adiposo bianco sottocutaneo e viscerale, adiposo bruno), i tessuti connettivi di sostegno: cartilagine (ialina, elastica e fibrosa), osso (non lamellare, lamellare compatto, lamellare spugnoso); Tessuti connettivi liquidi: Sangue (caratteristiche generali, ematocrito, componenti del plasma, elementi figurati con cenni funzionali, emocitocromo, formula leucocitaria, tessuto connettivo emopoietico e cenni di emopoiesi), Linfa (formazione della sostanza fondamentale, elementi cellulari caratteristici). Tessuti M.A.L.T.. Cenni sulla immunità umorale e cellulare; I tessuti muscolari: striato scheletrico, striato cardiaco e liscio. Architettura subcellulare delle strutture contrattili, costituzione e cenni funzionali delle diadi e delle triadi del muscolo striato. Dischi intercalari. Struttura della muscolatura scheletrica lenta e veloce. Miocardio comune e miocardio specifico. Struttura della muscolatura liscia multiunitaria e viscerale. Esempi di localizzazione delle diverse tipologie muscolari; Il tessuto nervoso: generalità sul neurone, tipologie cellulari e schemi di circuiti nervosi; cellule della neuroglia. Barriera ematoencefalica. Nomenclatura delle strutture nervose (cortecce, nuclei, colonne, tratti e cordoni, gangli e nervi, il concetto di centro e di via).
- Sistemi corporei. Sistema scheletrico: Struttura delle ossa, Articolazioni, Cute e fasce, Struttura della membrana cutanea, Fascia. Sistema muscolare. Sistema cardiovascolare. Sistema linfatico, Vasi linfatici, Linfonodi, Tronchi e condotti linfatici. Sistema nervoso: Sistema nervoso centrale (SNC), Suddivisioni funzionali del SNC. Cenni sull'organizzazione generale degli altri sistemi.

PARTE SECONDA - il Dorso
- Anatomia topografica; Struttura scheletrica: Vertebre, Forami intervertebrali, Spazi posteriori tra gli archi vertebrali, Curvature della colonna vertebrale, Articolazioni con cenni su: articolazioni tra le vertebre, legamenti (legamenti longitudinali anteriori e posteriori, gialli, sopraspinato, nucale, interspinosi). Cenni sulla muscolatura del dorso con sola nomenclatura delle strutture del piano superficiale, intermedio e profondo e generalità sulla fascia toracolombare.
- Midollo spinale: Vasi sanguigni, Meningi, Dettagli sull' organizzazione delle strutture meningee e nervose nel canale vertebrale, nervi spinali.

PARTE TERZA - il Torace
- Anatomia topografica. Regione pettorale: Mammella e cenni sulla muscolatura della regione pettorale. Parete toracica: apertura superiore del torace, apertura inferiore del torace, struttura scheletrica, spazi intercostali, diaframma, cenni su drenaggio venoso, innervazione, movimenti della parete toracica e del diaframma durante la respirazione.
- Cavità pleuriche. Pleura, polmoni.
- Mediastino; medio con i visceri in esso contenuti - Cuore (con dettagli sul miocardio comune e specifico, scheletro fibroso, apparato valvolare e circolazione coronarica) e radici dei grossi vasi; superiore (con descrizione accurata di: timo, trachea, esofago, dotto toracico, grossi vasi e cenni sulla innervazione e vascolarizzazione); posteriore (prosecuzione del decorso dei visceri sovrastanti); anteriore.

PARTE QUARTA - l' Addome
- Topografia di superficie, schema a quattro quadranti, Schema a nove regioni.
- Parete addominale. Cenni su: fascia superficiale, muscoli anterolaterali, fascia extraperitoneale, innervazione, apporto arterioso e drenaggio venoso, drenaggio linfatico. Dettagli sul peritoneo.
- Inguine e canale inguinale.
- Visceri addominali. Peritoneo e cavità peritoneale. Organi (esofago addominale, stomaco, intestino tenue e crasso, fegato, pancreas, vie biliari, milza). Apporto arterioso al tratto gastrointestinale, Drenaggio venoso con dettagli sulla circolazione portale. Sistema linfatico. Innervazione.
- Regione addominale posteriore. Cenni sulla parete posteriore addominale. Visceri (reni, con dettagli sul nefrone e l' apparato iuxtaglomerulare; ureteri; ghiandole surrenali). Vascolarizzazione. Sistema linfatico. Sistema nervoso nella regione addominale posteriore. Tronchi simpatici e nervi splancnici.

PARTE QUINTA - la Pelvi ed il Perineo
- Pelvi. Ossa. Articolazioni. Orientamento. Differenze tra i sessi. Pelvi vera.
- Visceri (Retto e canale anale. Ureteri, vescica urinaria e uretra, femminile e maschile. Dettagli sulle gonadi e cenni sugli organi accessori dell'apparato riproduttivo maschile e femminile). Cenni su gametogenesi, ciclo ovarico e ciclo uterino.
- Fascia, peritoneo, cenni sui nervi, i vasi sanguigni ed il sistema linfatico.
- Perineo. Cenni su confini e tetto, triangolo urogenitale, nervi somatici e viscerali, vasi sanguigni e linfatici.

PARTE SESTA - l'Arto inferiore
- Anatomia della regione. L'anca (con cenni su: pelvi ossea, femore prossimale, articolazione dell'anca, strutture vascolonervose). Regione glutea (con cenni estremamente superficiali su: muscoli e strutture vascolonervose). Coscia (con cenni ossa, muscoli, strutture vascolonervose, articolazione del ginocchio, fossa poplitea). Gamba (con cenni su: ossa, articolazioni, compartimenti - anteriore, posteriore e laterale). Piede (con cenni su: ossa, articolazioni, tunnel tarsale, retinacoli e disposizione delle principali strutture nella regione della caviglia, archi ed aponeurosi plantari, strutture vascolari e nervose).

PARTE SETTIMA - l'Arto superiore
- Anatomia della regione. La spalla (con cenni su: ossa, articolazioni, muscoli, principali vasi e nervi). L'ascella e suo contenuto. Il braccio (con cenni su ossa, muscoli, strutture vascolonervose, gomito). Avambraccio (con cenni su: ossa, articolazioni, muscoli e strutture vascolonervose). Mano (con cenni su: ossa, articolazioni, strutture del polso, muscoli e strutture vascolonervose).

PARTE OTTAVA - la Testa ed il Collo
- Anatomia regionale. Cranio nelle proiezioni anteriore, laterale, posteriore, superiore ed inferiore; cavità cranica, volta, base.
- Meningi, dura madre encefalica, aracnoide, pia madre, spazi meningei. Liquor e circolazione liquorale.
- Encefalo, con dettagli sull'organizzazione grigia e bianca e cenni funzionali delle strutture componenti: Telencefalo, Diencefalo (con le ghiandole epifisi ed ipofisi), Mesencefalo, Metencefalo, Mielencefalo. Apporto sanguigno e drenaggio venoso.
- Nervi cranici: olfattivo [I], ottico [II], oculomotore [III], trocleare [IV], trigemino [V] (con le branche oftalmica [V1], mascellare [V2] e mandibolare [V3]), abducente [VI], faciale [VII], vestibolococleare [VIII], glossofaringeo [IX], vago [X], accessorio [XI], ipoglosso [XII].
- Faccia. Cenni sui muscoli. Dettagli sulla ghiandola parotide. Cenni su: innervazione e vasi. Cuoio capelluto (con cenni su: strati, innervazione, vasi, drenaggio linfatico). Orbita: ossa dell'orbita, palpebre, apparato lacrimale; cenni su: innervazione sensitiva, fessure e fori, fasce. Muscoli. Cenni su: vasi e innervazione. Bulbo oculare: dettagli sulle tonache oculari, i sistemi diottrici dell'occhio e le vie visive. Orecchio: esterno, medio con dettagli sulla cavità timpanica, interno, con dettagli sui labirinti ed i recettori per l'equilibrio e l'udito. Vie acustiche e vestiboari. Cenni su: fosse temporale e infratemporale e pterigopalatina. Muscoli masticatori.
- Cavità nasali. Regioni, struttura scheletrica, naso esterno, seni paranasali, pareti, pavimento e volta, coane. Strutture e vie olfattive. Cenni su vasi ed innervazione.
- Cavità orale. Struttura scheletrica. Pareti: le guance. Pavimento. Lingua, strutture e vie gustative. Ghiandole salivari. Palato, rima orale e labbra, istmo orofaringeo. Denti (dentizione definitiva e cenni di dentizione decidua) e gengive.
- Collo. Cenni su: fascia, drenaggio venoso superficiale, i triangoli cervicali anteriori e posteriori, radice del collo. Faringe: struttura scheletrica, parete faringea, fascia. Rinofaringe. Orofaringe. Laringofaringe. Tonsille. Cenni sulle strutture vascolari e nervose. Laringe: cartilagini della laringe; cenni su: legamenti, articolazioni, cavità, muscoli, funzioni, vasi e nervi. Tiroide e paratiroidi.

Eventuali Propedeuticità

E' fondamentale avere appreso in maniera approfondita tutte le conoscenze citologiche facenti parti del programma d'esame di Biologia Animale prima di affrontare lo studio dell'Anatomia Umana

Risultati di Apprendimento (Descrittori di Dublino)

- Lo studente dovrà mostrare il possesso della padronanza delle conoscenze di base relative alla struttura complessiva del corpo umano, della sua organizzazione a livello dei singoli tessuti, alla organizzazione di questa in organi e nella localizzazione, forma struttura, rapporti, dimensioni, vascolarizzazione, innervazione nelle diverse regioni del corpo..
- Lo studente dovrà mostrare la comprensione dei concetti e delle teorie previsti dal corso; dovrà essere in grado di ricostruire tridimensionalmente, in modo teorico, il singolo organo e porlo in relazione funzionale con altri organi del medesimo apparato e saper integrare interazioni morfofunzionali tra organi di regioni e di apparati diversi. 
- Lo studente dovrà mostrare il possesso della capacità di usare conoscenze e concetti che consentano di ragionare secondo la specifica logica della disciplina. Dovrà essere in grado, in particolare, di comprendere il rapporto tra morfologia e funzione, intuendo le potenzialità fisopatologiche delle strutture in esame e di ricostruire, in diverse regioni, le strutture morfologiche appartenenti ad un medesimo apparato.

Materiale Didattico

Il materiale didattico predisposto dal docente in aggiunta ai testi consigliati (come ad esempio diapositive, dispense, esercizi, bibliografia) e le comunicazioni del docente specifiche per l'insegnamento sono reperibili all'interno della piattaforma Moodle › blended.uniurb.it

Attività di Supporto

Oltre alle lezioni frontali, è possibile, in orario di ricevimento, richiedere al Docente titolare un tutorato didattico su tematiche che risultassero di difficile comprensione. Ulteriori materiali ed informazioni sono disponibili sulla piattaforma Moodle di Ateneo.

L'orario di ricevimento si svolge, di norma, dal martedì al giovedì previo appuntamento preso via email e dopo ogni lezione del corso


Modalità Didattiche, Obblighi, Testi di Studio e Modalità di Accertamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Obblighi

La frequenza regolare alle Lezioni ha dimostrato negli anni essere elemento determinante per l'agevole acquisizione delle competenze richieste e per il superamento dell'esame. E' imprescindibile avere preventivamente un'adeguata conoscenza della cellula eucariota.

Testi di studio

Anatomia del Gray. I fondamenti. Di Drake, Vogl e Mitchell, prima edizione italiana, Edizioni EDRA, 2014

Netter. Atlante anatomia umana. Selezione tavole per Farmacia e CTF, Edizioni EDRA, 2015 

Modalità di
accertamento

Esame orale costituito da un colloquio volto a verificare l'adeguatezza di conoscenza e le competenze sulla propedeutica anatomica (con particolare riguardo per l'Anatomia Microscopica) e su almeno tre diverse regioni del corpo delle quali una rappresentata dalla testa. Non vengono ritenuti accettabili risultati positivi su parti solamente parziali del programma, dovendosi conseguire sufficienza su ogni argomento.

Informazioni Aggiuntive per Studenti Non Frequentanti

Modalità di
accertamento
« torna indietro Ultimo aggiornamento: 23/02/18


Condividi


Questo contenuto ha risposto alla tua domanda?


Il tuo feedback è importante

Raccontaci la tua esperienza e aiutaci a migliorare questa pagina.

Il tuo 5x1000 per sostenere le attività di ricerca

L'Università di Urbino destina tutte le risorse che deriveranno da questa iniziativa alla ricerca scientifica ed al sostegno di giovani ricercatori.

Numero Verde

800 46 24 46

Richiesta informazioni

informazioni@uniurb.it

Posta elettronica certificata

amministrazione@uniurb.legalmail.it

Social

Performance della pagina

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
2019 © Tutti i diritti sono riservati

Top